Crysis 3 – Soluzione
Scritto da RobyIsAwesome90 il 2 Apr, 2013 ore 09:51 PM | in Giochi PS3, Playstation 3, Soluzioni | con 0 Commenti

Ecco la soluzione di Crysis 3:

Prima Missione

Dopo la divisione della squadra, seguite il vostro capo verso destra, salendo le scale. Entrati nell’edificio successivo, equipaggiate il silenziatore. Tenete premuto il tasto “select” per tirare fuori la ruota di personalizzazione delle armi e premete Y per muovere il silenziatore. Premete A per equipaggiarlo. Attivate la maschera premendo il trigger destro, procedendo verso la successiva stanza. Posizionatevi dietro al successivo nemico, dietro al computer a sinistra, accovacciandovi tramite pressione del tasto B. Cliccate il trigger sinistro per ucciderlo velocemente. Fatto ciò, disattivate la vostra copertura, facendola ricaricare. Riattivatela, procedendo verso l’hangar.

Troverete una guardia che si occupa del computer, mentre il suo compagno sorveglia attivamente la zona. Nascondetevi ed attendete che la vostra maschera sia completamente ricaricata, dunque riattivatelo ed uccidete la guardia sotto al veicolo; ripetete dunque sulla successiva, nascondendovi poi nell’oscurità, attendendo la ricarica del travestimento.

Uccidete il successivo nemico, che noterete camminare in zona. Procedete lungo la successiva passerella, tenendo d’occhio il pavimento, ove troverete un condotto di ventilazione. Entrateci, procedendo lungo il sistema di ventilazione. Giunti alla successiva grata, attivate la maschera ed aprite la grata. Entrate nella stanza successiva, uccidete la guardia che controlla le console. Ricominciate a muovervi verso l’obiettivo. Interagite con il pannello, facendo passare il vostro compagno, seguendolo lungo le successive porte. Seguite poi Psycho verso l’area esterna. Prelevate da lui la balestra.

Attivate il travestimento, dunque uccidete la prima guardia sfruttando l’arco. Nascondetevi e disattivate la copertura, ripetendo poi la procedura sulle successive guardie. Raggiungerete una zona associata ad una porta chiusa. Il vostro compagno ucciderà il soggetto attraverso la finestra, dandovi dunque istruzioni su come hackerare la porta. Premete due volte “alto” sul D-Pad, attivando la modalità hacker della Nanosuit. Mirate il cursore verso i controlli attraverso la finestra, dunque tenete premuto X per cominciare ad hackerare.

Attendete che il cerchio si posizioni nella linea “d’aria” del cursore, dunque confermate prima che si sposti – ripetete due volte la procedura per causare l’apertura della porta. Durante i lamenti di Psycho, esaminate le casse rosse per recuperare delle munizioni. Seguite Psycho verso la stanza seguente. Giunti nuovamente all’esterno, salite le scale. Uccidete entrambe le guardie in zona, scendete le scale, uccidete anche le successive in basso. Nel caso in cui veniate localizzati, le guardie chiameranno un elicottero – se ciò succederà, attivate la vostra armatura e gettatevi dietro la più vicina copertura.

Quando l’area sarà libera, attivate nuovamente la maschera, hackerando il keypad. Entrate nell’edificio seguente, prestando attenzione alle casse di armi. Seguite i vari segnalatori degli obiettivi, lungo tutto l’edificio.

Equipaggiate la balestra prima di procedere aldilà della successiva ampia stanza. Consigliamo di uccidere i nemici uno ad uno, ricorrendo alla vostra balestra, accertandovi tuttavia di riuscire a recuperare le frecce dai loro cadaveri dopo averli eliminati. Alla fine della stanza, troverete una porta da oltrepassare, dunque un Prophet con il quale interagire. La successiva stanza sarà analoga alla precedente, dovrete preferibilmente utilizzare le vostre abilità stealth per terminare i nemici; ve ne saranno due su ogni lato; ricordatevi di riposizionarvi dietro ad un muro ogni volta che la vostra energia raggiungerà un livello criticamente basso.

Proseguite verso il laboratorio oscurato, appena possibile. Evitate di sprecare tempo nell’uccisione dei nemici, preferendo muovervi lungo i corridoi, accertandovi di essere sempre completamente “coperti”. Arrivati alla grande sala piena di nemici, attivate immediatamente il travestimento, poi il vostro visore per l’hackering. Miratelo verso la torretta, così da hackerarla. Fatto ciò, essa ucciderà per vostro conto le due vicine guardie.

Continuate con l’hackering per procedere aldilà della successiva porta, attendendo poi che Psycho uccida tutti i nemici nella stanza successiva. Seguitelo, osservate la scena di intermezzo.

Seconda Missione: Welcome to the Jungle

Prendete la tuta nanotecnologica dal muro, procedendo poi ad effettuare i successivi upgrade – avrete quattro punti da spendere, consigliamo vivamente di distribuirli su varie caratteristiche. Seguite Psycho verso il primo ostacolo – un gruppo di mine. Hackerate il pc centrale per disattivare le mine, procedendo avanti, seguendo sempre Psycho. Premete X per riattivare la porta, arrivando alla linea sopraelevata. Osservate la scena di intermezzo.

Ripreso controllo del profeta, dovrete riuscire a procedere lungo un’area dotata di torre di guardia (alcune zone di rifornimento per le armi verranno visualizzate sulla mappa). Attivate il travestimento, muovendo poi verso il primo contenitore di munizioni, sicché il Profeta possa prenderlo. Localizzate dunque un oggetto dietro il quale nascondervi mentre il “travestimento” si disattiva. Continuate a procedere in tal modo, di zona in zona. Attenzione alla pozza esattamente al centro della stanza, nel caso in cui veniate localizzati consigliamo di attivare l’armatura e tuffarvi al centro, per poi nuotare verso il basso e riemergere solo quando la vostra energia si sarà azzerata e i nemici calmati.

Arriverete dunque al bordo di un burrone, il quale conduce ad una ferrovia. Attivate l’armatura, lasciandovi poi cadere giù per evitare di subire gravi danni. Accertatevi di atterrare in un cespuglio sufficientemente “boscoso”, per evitare di essere localizzati dalla torre. Attivate nuovamente il travestimento, procedendo verso il cecchino a terra. Prendete tutto il possibile, ritirandovi verso il cespuglio. Attendete che l’energia vi sia tornata, per riattivare dunque la copertura. Posizionatevi davanti al cannone e usate il fucile da cecchino per distruggere i successivi tre. Quando non avrete più munizioni, procedete verso il successivo obiettivo per tornare da Psycho.

Troverete un altro campo minato che blocca il vostro procedere; “hackerate” anche tale campo minato, continuando dunque avanti. Prestate attenzione ai soldati che vi cercheranno in acqua – nascondetevi ed attivate il “mantello” alla massima potenza, camminando intorno ai nemici per evitare ogni genere di confronto. Seguite i vari checkpoint, localizzando di nuovo Psycho, che vi dirà come entrare nell’edificio. Attivate l’armatura, lasciandovi cadere nel buco. Seguite Psycho attraverso le fogne. Giunti all’ampia zona piena di nemici, hackerate la torretta al centro, sicché vada ad uccidere gli avversari. Avvicinatevi alle scale. Sotto ad esse, potrete trovare una riserva di munizioni – prendetele, focalizzandovi soprattutto sulle granate (possono essere recuperate premendo due volte il tasto Y). Salite le successive scale, schivando i vari soldati Cell che camminano in zona – consigliamo di ucciderne uno collocato dietro ad una macchina, usando poi voi stessi il suo nascondiglio per terminare il resto dei soggetti nei dintorni.

Giunti nei pressi di Psycho, cliccate sullo stick analogico sinistro per cominciare a correre; premete A alla fine della corsa per lanciare il Prophet aldilà del burrone. Seguite Psycho nella stanza successiva, localizzando i soldati morti. Saltate sulla carrozza del treno distrutta, tenendo premuto X per aprire la seguente porta. Lasciate che i soldati Cell vengano uccisi dagli alieni. Attivate l’armatura, saltate al centro dell’area erbosa. Uccidete i soldati nei dintorni, poi procedete verso la vicina ampia porta e tenete premuto X per aprirla.

Percorrete i vari tunnel delle fogne, prestando attenzione alle possibili stanze laterali con corrispondenti oggetti. Sparate velocemente ai laser presenti al suolo, per rendere semplice il vostro procedere. Arrivati nei pressi di un cassonetto, cliccate con lo stick analogico destro per spostarlo, facendovi poi cadere giù. Giungerete ad un ampio magazzino; usate la vostra balestra per colpire i nemici sottostanti. Attendete che il travestimento si ricarichi, poi accovacciatevi e muovetevi ancora avanti. Giunti alla torretta, nascondetevi e rigenerate l’energia, hackerando poi la torretta medesima.

Usate la balestra per uccidere silenziosamente i nemici che non verranno direttamente eliminati dalla torretta. Procedete verso la successiva zona, sfruttando i “segnalatori” per capire in che direzione procedere. Dopo che vi sarete riuniti con Psycho, dovrete proteggerlo dagli Stalker in arrivo – prendete possesso velocemente della grande mitragliatrice, togliendola dunque dalla posizione ove è “agganciata”. Eliminate gli Stalker in zona, attivate l’armatura, dunque – quando gli Stalker saranno morti – cominciate a seguire Psycho lungo la zona di gioco. Vi condurrà ad un cancello, sfortunatamente del tutto chiuso. Seguitelo dunque verso la carrozza del treno, agganciata ad una tanica esplosiva. Avvicinatevi al suo retro, premendo X per premerla avanti. Salite in cima ad essa, godendovi lo spettacolo.

 

Terza Missione: The Root of All Evil

Seguite Psycho lungo i corridoi, prendendo gli esplosivi dalla cassa, procedendo poi verso l’ascensore. Entrateci; dunque, quando si distruggerà a terra, nuotate fuori dall’acqua. Arrivati all’esterno, correte verso il segnale-obiettivo, rimanendo lungo il lato sinistro della mappa e sfruttando la “copertura” per non farvi localizzare. Hackerate la torretta, dunque procedete verso la torretta seguente, controllata da una persona – uccidete il soggetto, poi prendete possesso della torretta e aprite le porte.

Uscite e procedete verso le torri contenenti i generatori. Ne potrete localizzare uno a nord, e uno a sud. Potrete scegliere liberamente l’ordine in cui distruggerli – consigliamo comunque di sfruttare la copertura per evitare i nemici in zona, proseguendo dunque lungo i condotti a lato degli edifici, per procedere verso l’interno. Troverete qui due avversari posti a protezione dei generatori. Eliminateli, dunque procedete verso il primo generatore. Dopo che lo avrete attivato, avrà purtroppo dei problemi; dovrete dunque effettuare un super salto per fuggire dall’edificio.

Continuate fino alla sua cima, prendendo il lanciarazzi ed equipaggiandolo. Troverete dunque diversi laser che bloccano la porta, hackerate dunque il pannello per rimuoverli. Attivate l’armatura, distruggete l’elicottero all’esterno, usando sempre il lanciarazzi. Tuffatevi in acqua, cominciando a nuotare. Disattivate dunque l’armatura, attendendo la ricarica energetica. Quando sarà nuovamente al massimo, riattivate l’armatura, tornando dunque in superficie e facendovi strada verso il secondo generatore. Ripetete la procedura precedente.

Tuffatevi dunque in acqua; localizzerete, nei pressi della diga, una certa quantità di C4. Nuotate in zona senza essere visti, collocate gli esplosivi sul muro, dunque osservate le seguenti scene di intermezzo. Quando il profeta sarà nuovamente attivo, prelevate i tesori nell’area iniziale. Fatevi dunque strada in acqua, percorrendo le caverne, sfruttando sempre la copertura per eliminare i nemici – preferibilmente da lontano. Recuperate le frecce dopo averle utilizzate, continuando a seguire il corso d’acqua. Quando la caverna comincerà a stringersi, tuffatevi in acqua, la corrente vi condurrà esattamente all’esterno della struttura di recupero “System X”.

Dalla vostra zona iniziale, utilizzate l’arco per eliminare le due guardie in basso e a sinistra. Attivate poi l’armatura, lasciandovi cadere giù. Disattivate l’armatura, attivate la copertura, procedendo verso il lato della successiva struttura. Localizzerete un tunnel, che potrete usare per procedere verso l’interno. Seguite il tunnel. Alla sua fine, troverete un esplosivo – fatelo esplodere per poi procedere all’aperto. Nascondetevi in acqua, recuperando parte dell’energia, riattivando la vostra maschera. Salite le scale, raggiungendo la zona-obiettivo. Uccidete entrambi i nemici che si muovono tra le torrette dell’area di gioco. Arriverete dunque nei pressi di un ascensore. Interagite con i suoi controlli, lasciandovi trasportare verso il basso, ignorando dunque il drone volante.

Procedete lungo i vari pannelli di controllo, attivandoli tutti come indicato. Continuate dunque verso l’ascensore, facendovi trasportare verso la successiva zona. Riattivate la copertura, uccidendo i nemici nei dintorni. Continuate verso il seguente pannello di controllo, spegnendo dunque il Nexus.

Quarta Missione: Safeties Off

La missione inizierà con un combattimento di tipo stealth. Il vostro obiettivo sarà essenzialmente quello di evitare le varie luci mobili presenti lungo la zona di gioco, muovendovi al contempo lungo l’area acquatica.

Le torrette risulteranno in questo caso molto utili; cercate di hackerare tutte le torrette che vedrete in zona, le quali andranno ad uccidere i nemici senza che nessuno si accorga che voi vi trovavate lì. Raggiungerete dunque un campo minato, con due pannelli successivi da hackerare. Rimanendo invisibili, hackerateli entrambi per disattivare le mine, per poi procedere avanti. Arriverete ad un muro, con una guardia in cima ad esso. Sulla sinistra, vi sarà un altro campo minato; sulla destra, una torretta. Rimanendo possibilmente invisibili, uccidete la guardia utilizzando arco e frecce. Un’altra guardia arriverà in zona, uccidete anche lei, dunque tuffatevi dietro la più vicina copertura per rigenerare il vostro mantello protettivo, hackerando poi la torretta. Effettuate un super-salto per arrivare al muro, raggiungendo un appartamento semi distrutto.

Localizzate le scale, e procedete verso l’alto, arrivando alla torretta in cima. Usate le casse come copertura, hackerando dunque la torretta medesima. Localizzate dunque la vicina “corda” lungo la quale farvi cadere, procedendo verso l’edificio successivo. Prendete i necessari oggetti, proseguendo dunque avanti, cercando di mantenere sempre al massimo la vostra “copertura” per evitare i colpi dei nemici. Svariati nemici di dimensioni maggiori giungeranno dunque in scena, uccideteli prima che si avvicinino eccessivamente, continuando poi lungo i seguenti obiettivi. Saltate verso l’edificio seguente, avvicinatevi al Mindcarrier, attendendo dunque l’arrivo delle allucinazioni. Proseguite dunque verso il seguente obiettivo; prestate attenzione alle fiamme, che usciranno con forza dal vicino edificio mentre le esplosioni devastano la città. Correte dunque velocemente attraverso la città, avvicinandovi alla successiva porta.

Essa esploderà, e il profeta verrà lanciato a terra. Un nuovo nemico di tipo “Ceph” arriverà in zona; mirate la vostra pistola al suo occhio rosso lampeggiante, sparandogli per danneggiarlo seriamente. L’occhio verrà dunque spostato verso la terra, creando una specie di scudo. Lanciate una granata per causare la sua esplosione. Potrete ora prelevare l’arma dello Scorcher premendo il tasto X. Si tratta di un’arma potente, in grado di sparare delle sfere di fuoco che causano danni molti elevati. Avendola presa, usatela per distruggere tutti gli Scorcher nella zona successiva. Troverete dunque degli altri Ceph, nonché dei soldati Cell nei paraggi – che potrete facilmente eliminare grazie alla vostra nuova arma.

Quando non avrete più munizioni, consigliamo di lasciarla a terra, dunque usare le vostre abilità “stealth” per arrivare all’obiettivo – ovvero tornare da Psycho. Seguite dunque Psycho attraverso le successive vie, osservando le varie scene di intermezzo, fino a raggiungere la destinazione.

Quinta Missione: Red Star Rising

Durante la conversazione con Claire, cominciate a muovervi lungo i tetti, usando i detriti per creare un finto “ponte”. Raggiungerete una lunga cascata, che conduce poi ad una giungla. Attivate la vostra armatura, saltando dunque giù. Eliminate il Ceph, procedete verso il Mindcarrier per attivarlo. Continuate con la successiva scena di intermezzo, durante la quale si attiverà uno status di “superpotenza”, e potrete prelevare una pistola Ceph ai vostri piedi. Cominciate ad eliminare velocemente gli avversari; avendoli uccisi tutti, una barriera verrà fatta esplodere e voi potrete muovervi attraverso la città. Il segnalatore dell’obiettivo sarà dunque visibile alto in cielo. Muovetevi nella sua direzione attraverso le strade completamente affondate nell’acqua, superando gli edifici. Troverete in zona sia un Ceph, sia alcuni soldati di tipo Cell – il Ceph sarà tuttavia l’unico vero problema.

Muovendovi attraverso il primo degli appartamenti, localizzerete una torretta che “esce” da una delle finestre. Consigliamo di “prenderla” prima di procedere; dunque, nella aree seguenti, sfruttate l’abilità armatura piuttosto che lo stealth (ricordatevi di attivarla manualmente!). Continuando l’esplorazione, dovrete superare un’altra discesa che causerà una forte diminuzione nel vostro livello di armatura – attendete dunque che si ricarichi prima di procedere.

Fate dunque esplodere la vicina torretta prima che possa causare danni alla vostra armatura, continuando ancora avanti fino a localizzare gli APC danneggiati. Dovrete dunque ricominciare a camminare. Camminate avanti fino a raggiungere il ponte distrutto, poi seguendolo. Assicuratevi di avere un’armatura attiva, dato che un nemico tenterà di cogliervi di sorpresa mentre vi trovate nei pressi dell’autobus, sparando con il suo RPG verso di voi. Muovetevi dunque verso i nemici sul ponte, mantenendo l’armatura attiva al massimo, uccidendoli mentre procedete verso il seguente edificio. Scendete le scale correndo. Nel caso in cui abbiate dei problemi, consigliamo di saltare verso l’area centrale della zona di gioco, data la presenza di acqua in zona. Dopo la scena di intermezzo, dovrete premere nuovamente X per ricominciare il gioco. Il Prophet aprirà dunque la porta, e voi potrete continuare avanti per localizzare Claire.

Potrete dunque ignorare i nemici lungo la zona successiva, dato che i Ceph combatteranno contro i Cell, eliminandosi a vicenda. Dopo qualche tempo, vi troverete tuttavia di fronte ad una sezione piuttosto complessa – un elicottero giungerà in scena per cercare di terminarvi. Attivate il vostro travestimento e muovetevi avanti il più velocemente possibile, per spostarvi dalla mira dell’elicottero. Appena esso vi vedrà, cominciate a correre avanti, attivando poi velocemente la vostra copertura non appena la barra dell’energia sarà stata rigenerata al massimo. Prendete uno dei lanciarazzi dal veicolo distrutto, poi riattivate la copertura, procedete verso l’esterno, fate esplodere l’elicottero.

Tuffatevi velocemente dietro la più vicina copertura, attendendo che la vostra energia sia recuperata. Quando ciò sarà stato fatto, uscite dalla copertura per hackerare la torretta. Uccidete i nemici rimanenti, continuando poi avanti. Troverete dei grandi veicoli Ceph, nonché alcuni di tipo Cell. Ignorateli, continuando ancora avanti fino ad una diga che blocca il sentiero. Procedete verso sinistra rispetto alla porta, percorrendo le piattaforme per raggiungere la zona più alta possibile. Uccidete i soldati che si pareranno lungo il percorso; consigliamo di mantenere attive le vostre capacità di utilizzare l’armatura, uccidendo dunque i soldati in velocità. In alto, localizzerete dunque un pannello id controllo; attivatelo. Lasciatevi cadere giù, continuando a procedere avanti, verso il centro di comando.

Troverete dunque due obiettivi visibili sulla mappa. Essi consentono di procedere in maniera diversa verso il centro di comando; scegliendo il “marker” più vicino potrete procedere lungo la via più semplice, scegliendo quello più lontano la via più complessa. Ovviamente, nel secondo caso otterrete una quantità maggiore di oggetti. Dovrete anzitutto vedervela con un campo minato subacqueo, seguito da una grande quantità di nemici di tipo Ceph.

In ogni caso, preferendo invece la via più “semplice”, potrete camminare attorno al centro di comando fino a localizzare una porta con associato un pannello hackerabile. Ignorate il resto dei nemici, cercando di mantenere invece attiva la vostra armatura. Avendo localizzato la porta, noterete come sia protetta da Scorchers e Ceph di altro genere. Uccidete anzitutto uno Scorcher, prendete dunque le loro armi e cominciate ad uccidere gli altri Ceph in zona. Attivate il vostro “mantello” di copertura, hackerando dunque il pannello di controllo della porta per aprirla, e procedere avanti fino a raggiungere il centro di comando.

Il seguente obiettivo sarà la distruzione del sistema di difesa anti-aerea. Salite le scale, gettandovi poi velocemente dietro la più vicina copertura. Attivate l’invisibilità, hackerando dunque la torretta. Uccidete i nemici nei paraggi, distruggendo il sistema di difesa grazie a dei proiettili ben “direzionati”. Dopo la sua esplosione, vi verrà chiesto di tornare da Psycho e Claire. Potrete dunque notare una zona isolata che dovrete necessariamente raggiungere; nei suoi paraggi, sarà inoltre presente un ponte levatoio. Aldilà del ponte, potrete raggiungere i controlli. Uccidete i nemici rimanenti, per poi distruggere o hackerare le successive torrette. Attivate i controlli per causare la discesa del ponte, continuando aldilà di esso. Uccidete i nemici mentre procedete verso l’ascensore, facendovi trasportare fino alla sala di controllo.

Sesta Missione: Only Human

Cliccate ripetutamente con lo stick analogico destro per muovere i detriti verso l’esterno dell’area di gioco. Seguite dunque il percorso verso la prima unità di difesa anti-aerea del Ceph. Collocatevi di fronte ad essa, sicché il Prophet la distrugga. Vi saranno dunque due altre difese anti-aeree da distruggere.

Procedete verso la prima, respingendo i Ceph, prestando attenzione alla “versione” Ceph delle mine, visibili a terra. Consigliamo di sparare in loro direzione per farle esplodere. Vi sarà dunque una torretta Ceph posta a difesa della successiva unità anti-aerea: attivate l’invisibilità per distruggerla, poi proiettatevi verso la terza, usando le piattaforme per superare i vari burroni e schivare le mine, distruggendo i Ceph che troverete lungo il percorso.

Vi troverete dunque di fronte alla terza unità anti-aerea, quella difesa in maniera più pesante. Esiste per vostra fortuna un vicino pilastro che, se attivato, vi permette di ottenere una Nanosuit con i superpoteri. Prendete le armi Ceph nei paraggi, usandole per liberarvi del resto dei Ceph. Proseguite verso l’ultima unità, distruggendola.

Attendete dunque che Psycho voli sopra di voi. Liberatevi dei Ceph rimanenti, permettendo l’atterraggio del vostro compagno, nei pressi del vicino tetto. Procedete verso il tetto, entrando nel velivolo. Avrete ora la possibilità di controllare completamente il suo reticolo di mira – distruggete dunque tutte le navi Ceph, volando poi avanti. Ad un certo punto, il velivolo subirà eccessivi danni e dovrà per forza atterrare.

Procedete verso la torretta esplosiva, sfruttandola per terminare i vari Ceph che atterrano periodicamente. Distruggete poi i successivi, uscite dalla torretta e continuate verso il checkpoint seguente. Dovrete ora vedervela con un boss. Per completare il combattimento con efficacia, sconsigliamo di ricorrere all’invisibilità – è preferibile impiegare l’armatura. Lungo la barriera di cemento saranno anche presenti svariate riserve di munizioni; chiaramente dovrete prenderle, nonché usare la barriera come protezione, se e quando sarà possibile.

L’avversario andrà dunque a “prendere” Prophet con delle specie di raggi elettrici. Premete a ripetizione il tasto A, aumentando la velocità quando esso comincerà a “lampeggiare” sullo schermo. Dopo l’esplosione, uccidete i Ceph che verranno sparati verso di voi, e focalizzatevi sull’eliminazione del Master Mind. Dopo che esso avrà “preso” il Prophet, premete a ripetizione il tasto A fino alla sua distruzione definitiva.

Settima Missione: Gods and Monsters

La missione comincerà mentre voi avrete a disposizione quasi esclusivamente una pistola. Lungo le aree iniziali, non vi dovrete preoccupare troppo dei nemici, dato che possono essere sconfitti facilmente. Seguite dunque le varie “caverne” , poi il corso d’acqua, proseguendo poi attraverso i successivi condotti. Arrivati all’esterno, troverete un oggetto per “condurre” la mente, nonché delle altre torrette Ceph. Non avrete ora accesso alle capacità della Nanosuit, almeno non immediatamente. Consigliamo di uccidere i primi Ceph, proseguendo verso l’oggetto “trasferisci-mente”. Non appena la vostra quantità di HP raggiungerà un livello criticamente basso, un testo rosso apparirà sullo schermo e voi dovrete tuffarvi dietro la più vicina copertura, per poi attendere.

Quando avrete campo libero, correte velocemente verso il macchinario. Collocatevi al suo centro per ottenere dei superpoteri. Potrete ora distruggere tutti i Ceph presenti in zona, muovendovi poi ulteriormente lungo le caverne. Localizzerete velocemente il successivo macchinario/meccanismo.

Correte ancora fino alla fine di questa zona, seguendo poi verso l’alto il pendio. Entrate nel meccanismo finale, sicchè l’armatura di Prophet si ricarichi nuovamente. Continuate ora avanti verso il successivo meccanismo alieno, entrandoci. Dopo le varie scene di intermezzo, ve la dovrete vedere nuovamente con il boss. Lungo la zona di gioco saranno presenti svariate armi, prelevatele prima del combattimento. L’Alpha Ceph è una creatura a forma di tentacolo, dotata di tre cannoni collocati in una formazione a triangolo. Consigliamo di mirare i vostri colpi verso uno dei tentacoli, durante il combattimento. Sfruttate l’armatura per bloccare i suoi attacchi, cercando di prendere le munizioni sempre e comunque.

Avendo inflitto sufficienti danni, l’avversario cercherà di “prendere” in mano Prophet – dovrete dunque premere a ripetizione A per riuscire a liberarvi. I soldati di tipo Ceph giungeranno dunque in scena in massa, non appena l’Alpha Ceph si raggrupperà a voi. Uccideteli, prelevando anche gli oggetti al suolo per ricaricare la tuta di Prophet. Passando al secondo round, l’avversario diventerà più potente, trasformandosi in una specie di “Trapano” che va ad inseguire Prophet. Quando ciò accadrà, consigliamo di collocarvi in una zona sufficientemente “bassa” per poi correre velocemente via, dato che un solo colpo può essere sufficiente ad eliminarvi.

In ogni caso, il vostro pattern d’attacco dovrà generalmente essere uguale a prima. Premete a ripetizione il tasto A quando Prophet verrà “preso” dal nemico, e continuate a colpire. Avendo osservato le successive scene di intermezzo, vi ritroverete dunque a fluttuare nello spazio. Hackerate il satellite. Prenderete il controllo del laser ad esso collegato. Usate lo stick analogico destro per muovere leggermente il laser, cercando di allineare il cursore all’area indicata. Caricate dunque il colpo, premete il trigger destro per colpire.

 

RobyIsAwesome90

Note su - Le mie passioni più grandi sono le scienze, i giochi d'intuito e il wrestling. Mi piace recensire i giochi sia belli sia brutti ma soprattutto quelli belli perchè mi diverto di più. Sono graditi i commenti e se volete chiedermi di recensire qualche gioco fatelo pure perchè sarò ben lieto di farlo.

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.