inFAMOUS 2 – Soluzione
Scritto da RobyIsAwesome90 il 8 Mag, 2013 ore 02:38 PM | in Giochi PS3, Playstation 3, Soluzioni | con 0 Commenti

Ecco la soluzione di inFAMOUS 2:

 

The Fate of Empire City

 

Dopo la scena iniziale, seguite i comandi che appariranno sullo schermo, atti a farvi familiarizzare con i controlli del gioco. Lanciate il primo fulmine, distruggendo la serratura del cancello. Continuate poi a caricare avanti, percorrendo il legname steso a terra. Noterete un bersaglio, in fondo al percorso: sparate un fulmine, una scena d’intermezzo vi introdurrà al boss.

 

Boss: The Beast

 

Cominciate a sparare fulmini e/o granate al nemico, che rimarrà perlopiù inerme a subire i vostri colpi. Lancerà periodicamente un flusso di energia, cercando di colpirvi, ma sarà sufficiente spostarsi velocemente verso sinistra o verso destra per schivarlo. La seconda parte del combattimento si svolgerà in aria: continuate a sparare, non preoccupandovi per l’attacco che “attrae” Cole verso Beast: non può essere schivato. Usate Ionic Storm come indicato sullo schermo, poi saltate sulla barca e premete ripetutamente R1 per concludere la sfida.

1500 MILES AWAY

 

Di seguito, le missioni della storia afferenti alla prima sezione del gioco.

 

Breaking into New Marais

 

Ripreso il controllo del personaggio, sperimentate il vostro nuovo attacco corpo-a-corpo, usando il tasto Quadrato. Dirigetevi poi verso il simbolo bianco, in cima alla mappa. Eliminate i due nemici, salite la scaletta nei pressi della piattaforma rialzata. Prelevate l’elettricità dal lato della piattaforma, poi guardate la scenetta. Cominciate a sparare verso il generatore – se volete essere “buoni”, fatelo diventare verde; volendo essere “cattivi”, continuate fino al rosso. Il ponte scenderà, liberatevi dei nemici, dunque – volendo – curate le persone che ne hanno bisogno, segnate in blu e bianco sulla mappa. Avviatevi verso il successivo segnale, salite la scaletta a sinistra, scendete verso il nemico, colpendolo alle spalle.

I seguenti gruppi di avversari andranno terminati facendo ricorso alla granata shock, velocizzando la procedura. Correte fino alla barca da dove la Militia sta lanciando i colpi di mortaio, localizzate la tanica di gas sulla destra, sparatele per far esplodere la nave. Usate poi i suoi resti come sostegno per raggiungere le piattaforme seguenti, poi aggrappatevi alle colonne e lanciatevi verso il filo agganciato alla TV. Giunti alla piattaforma, nascondetevi dietro al muretto (usando Cerchio per accovacciarvi), poi lanciate un po’ di granate verso i nemici e – uscendo allo scoperto – terminateli con una scarica di fulmini.

Saltate ancora, verso il seguente filo, poi una piattaforma. Camminate lungo i tubi gialli, scalando in verticale. Colpite a sorpresa il nemico, che coglierete alle spalle. Ripetete l’operazione sui nemici posizionati poco più avanti, magari lanciandoli in acqua per rendere l’operazione ancora più semplice.

 

Forward Momentum

 

Seguite Kuo, prestando attenzione ai missili lanciati dai Militia – uno di essi vi raggiungerà sicuramente, voi dovrete rispondere con una granata, mirando sia a lui, sia al suo compagno. Percorrete il vicolo, usate Shockwave per spostare il camion. Sinistra, lanciate un po’ di granate verso il nemico che uscirà dal balcone, poi continuate a seguire Kuo – sempre attenzione ai razzi.

Quando vedrete giungere il successivo colpo, salite velocemente verso la cima della torre dal quale proveniva, eliminate l’attentatore, poi – da questa posizione vantaggiosa – cominciate a colpire i nemici sparsi nei dintorni, usando il vostro jetpack se la situazione tenderà a peggiorare eccessivamente. Esaminate la cassa violacea, verrete interrotti da una scena d’intermezzo. Percorrete il filo che procede dritto davanti a voi, lanciando granate verso i gruppi di nemici che tenteranno di interrompere la vostra fuga.

Il successivo checkpoint vi vedrà protagonisti di un’altra scena d’intermezzo; potrete dunque provare il Kinetic Pulse: sfruttate la sua energia per sollevare una macchina e lanciarla verso un nemico, mettendolo KO. Noterete ora un segno sulla vostra mappa, che indica la presenza di soggetti che necessitano di cure: se prediligete l’allineamento angelico, andate ad aiutarli – in caso contrario, consigliamo invece di combattere la polizia. Rimane un solo checkpoint da visitare, il quale concluderà la missione.

1132 MILES AWAY

 

Di seguito, le missioni della storia afferenti alla seconda sezione del gioco.

 

Lost and Found

 

Localizzate la torre dell’orologio, salendo fino alla sua cima. Usate l’indicazione fornita dal raggio luminoso rosso per trovare il piccione viaggiatore, polverizzatelo con Shock Blast. Prelevate i dati che il piccione stava portando. Premete poi L3 per localizzare i tre frammenti che vi verranno richiesti, la vostra mappa li indicherà come cerchi blu scuro. Dopo averli recuperati, saltate da una qualsiasi piattaforma per concludere la missione.

 

Evolution

 

Utilizzate l’indicatore bianco che sarà visibile sulla vostra mappa per notare alcuni nemici che tengono in ostaggio dei cittadini. Consigliamo di sparare delle granate shock per terminarli velocemente, rifinendo poi l’azione con uno dei vostri raggi mortali. Potrete decidere se liberare gli ostaggi (karma positivo) o ucciderli (karma negativo). In entrambi i casi, otterrete un nuovo potere – Piner Bolt, un flusso di energia più potente dello standard. Per completare la missione dovrete semplicemente sperimentare il nuovo potere, sparando prima un lampo normale (Alpha), poi la nuova versione (Pincer).

 

Bertrand takes the stage

 

Verrete immediatamente assaliti da un folto gruppo di nemici. La modalità più efficace per liberarsene consiste nell’evitare un contatto corpo-a-corpo, preferendo invece colpirli con un flusso ininterrotto di granate. Chiunque riesca a sopravvivere potrà essere colpito dal Pincer. Seguite poi la limousine che apparirà nella zona di gioco, usando come supporto gli oggetti che verranno “colorati” di bianco – la colorazione indica la direzione verso la quale procedere.

Giunti alla piazza, usate altri fili elettrici per riuscire a saltare sopra la limousine. Dovrete poi affrontare un elicottero – consigliamo di rimanere sempre a livello del terreno, sicché la sua azione sia resa difficile dalla presenza dei palazzi, che fungono da ostacoli visivi. Un buon metodo per liberarvene in maniera definitiva consiste nel lanciare una macchina prelevata con Kinetic Pulse. Abbattuto l’elicottero, la missione finirà.

 

Bomb scare

 

Avvicinatevi all’oggetto sul muro, che esploderà. Voltate l’angolo, poi avvicinatevi alla successiva bomba. Tenete premuto L2 per prelevare l’energia, sicché non esploda. Recuperate i frammenti; la successiva azione dipenderà dalle vostre preferenze karmiche: se volete del karma positivo, dovrete disattivare una seconda bomba; per il karma negativo, dovrete rubarne una alla cittadinanza.

 

Wolf Hunt

 

Seguite il vostro obiettivo lungo le strade di New Marais, rimanendo sul tetto e usando i fili elettrici per spostarvi di tetto in tetto. Giunti al checkpoint, lanciatevi verso il canale, ove dovrete combattere con alcuni membri della milizia – attenzione al brutto ceffo dotato di lanciarazzi, uccidetelo con la massima priorità, eventualmente deviando i razzi con shock blast. Procedete fino al seguente indicatore bianco, ove verrete chiamati da Kuo. Scendete verso la sede stradale, guardate la scena d’intermezzo, che vi introduce il boss.

 

Boss: Ravager

 

Il soggetto in questione dispone di due attacchi: una carica, a mo’ di toro durante la corrida; lo sputo (a base di acido), scocciante ma non dannoso – ma difficilmente schivabile. Dato che la carica non può essere lanciata da lontano, è bene mantenere l’avversario a una certa distanza, evitando il contatto corpo-a-corpo. Il metodo migliore per attaccarlo consiste di aspettare il momento in cui cercherà di scavare nel terreno e usare Kinetic Pulse per lanciare una macchina al nemico, magari seguita da una pletora di granate. Evitate però di combattere volgendo la schiena al canale: schivando una delle cariche avversarie potreste suicidarvi.

Sconfitto l’avversario, incamminatevi verso il checkpoint e saltate sul retro del camion. Da qui, Cole dovrà sparare ai nemici che compariranno sulla strada sottostante, ricorrendo in maniera massiccia alle granate appiccicose, mirandole magari verso le cariche esplosive diligentemente posizionate lungo tutto il territorio. Quando questo breve spostamento motorizzato finirà, comincerà la scena di fine missione.

 

Desperate Times

 

Scendete verso la strada, ove si trova l’obiettivo. Percorrete la palude, esaminate l’interno della capanna, trovandolo vuoto. Voltatevi: verrete aggrediti da un nuovo genere di nemico, il Gasbag. Il suo comportamento è di tipo “kamikaze”: caricheranno Cole, facendosi deflagrare nei suoi immediati paraggi. Per ucciderne anche uno solo avrete bisogno di una grande quantità di lampi, dunque – data la loro strategia di combattimento – sarà bene rimanere sempre ad una certa distanza da loro.

Tornati sulla terraferma, mirate subito al membro della milizia dietro al gazebo, dotato di lanciarazzi. Lanciate delle granate doppie, se necessario. Leggermente più avanti sarete vittime di una seconda imboscata, da parte di alcune torrette: le granate alpha sono il metodo più efficace per colpire – anche in maniera diretta – coloro che le controllano. Giunti alla capanna successiva, verrete intercettati da un soldato dotato di mitragliatrice: grazie a Kinetic Pulse potrete lanciare il vicino camion verso di lui. Esaminate poi l’interno della capanna. Apparirà un nuovo checkpoint: correte nella sua direzione, prestando però attenzione ai mostri che usciranno dalla palude attorno a voi, usate le onde shock per respingerli.

Nel frangente successivo, attenzione ai Gasbag! Localizzateli subito, appena entrano in scena, poi mirate verso di loro (supponendo siano lontani) per causare un’esplosione che vada a coinvolgere anche il resto dei vostri nemici, cogliendo due piccioni con una fava. Potrete dunque intravedere un’isoletta, popolata da tre soldati: sparate delle granate a ripetizione per ucciderli prima che si possano accorgere della vostra presenza. Mentre vi farete strada lungo il tratto di palude successivo, verrete interrotti da una scenetta, dopodiché avrete un nuovo compagno d’avventura.

Seguitelo lungo la strada, poi verso il tetto. Il vostro compito è versare l’olio dai contenitori verso le zone segnate da stelline bianche sulla mappa. Prima di farlo, dovrete liberarvi delle milizie che le proteggono. Il vostro amico, per fortuna, si occuperà della parte offensiva, dunque voi potrete focalizzarvi in maniera maggiore sullo svolgere il vostro compito. Versato tutto l’olio, sparate alla prima della serie di bandiere per causare un enorme incendio. Saltate giù, liberatevi dei soldati grazie alle usuali granate, dunque godetevi la scena di fine missione.

1067 MILES AWAY

 

Storm’s Incoming

 

Eccoci all’usuale appuntamento con le nuove mosse. Scendete verso la strada, localizzando alcuni membri della milizia. Dopo averli sconfitti, uno di loro rilascerà una sfera di energia viola, ovvero una carica ionica – vi consente di utilizzare i “poteri ionici”. Provate subito Ionic Vortex, premendo il tasto “basso” del pad digitale: il personaggio emetterà dei tornado elettrici. Provate la mossa su qualche nemico; verrete interrotti da una scena d’intermezzo, durante la quale dovrete scegliere una tra due potenziali missioni – una con karma positivo, l’altra con karma negativo.

 

Leading the charge – Karma positivo

 

Posizionatevi sul tetto, aspettando il passaggio dei camion della milizia. Dopo un po’, verrete scoperti: scendete e lanciate un Ionic Vortex per disperdere le loro difese, poi bombardateli con diverse granate. Quando i veicoli si saranno fermati, salite in cima al camion che trasporta i prigionieri e premete velocemente R1 per liberarli. Proseguite poi verso la piantagione, ove la missione convergerà verso il medesimo scenario dell’alternativa, “Boom!”.

 

Boom – Karma negativo

 

Il vostro obiettivo è “spingere” il veicolo fino alla piantagione. Tecnicamente è possibile farlo muovere usando il potere di Cole, ovvero caricando il generatore posto sul veicolo stesso; in realtà, esso funziona solo quando la carica sarà massima, ed è sempre presente un forte rischio di sovraccarico. Durante il trasporto, conviene usare le piccole alcove sparse per il percorso come fermate atte alla distruzione “comoda” dei nemici, dato che potranno fungere da copertura per il massiccio lancio di granate. Giunti alla piantagione, caricate al massimo il veicolo e lanciatelo contro il cancello, polverizzandolo.

Nel frangente successivo dovrete respingere un’ondata di avversari. Utilizzate ripetutamente Ionic Vortex. Avvicinatevi poi alla zona segnata sul vostro radar, nei pressi della quale vi verrà assegnato un nuovo obiettivo. Partite dal primo mortaio segnato sulla mappa, attaccandolo ripetutamente – ma non da vicino, preferendo magari le granate. Poi distruggete tutti i successivi, con l’aiuto degli altri soldati inseriti nel vostro gruppo.

Entrando nel secondo bunker, gli obiettivi cambieranno nuovamente. Ora dovrete proteggere Kuo mentre procede verso il camion, cercando di prenderne il controllo. Ignorate le svariate battaglie che avverranno nei dintorni, focalizzandovi invece in maniera esclusiva sulle milizie che circondano voi e Kuno – un buon metodo per evitare che Kuo sia colpita consiste nello sparare Ionic Vortex in direzioni alternate – prima destra, poi sinistra, etc. – evitando però di lanciarlo dritto davanti a voi, o dietro di voi – rischiereste di colpire Kuo. Giunta destinazione, la missione sarà considerata completa.

 

Powering up ascension parish

 

Interagite immediatamente con il generatore, che andrà a lanciare un missile tesla: potrete dunque dirigerlo ove preferite. Consigliamo di farlo salire in alto, usando lo stick analogico sinistro, deviandolo poi verso il faro che sullo schermo verrà indicato da un cerchio lampeggiante, usando sempre lo stick analogico sinistro per sorpassare tutti gli edifici.

Correte ora anche voi verso la zona del generatore, ignorando – per ora – le raccomandazioni di Zeke. Trovato il generatore, subirete un’imboscata da parte della milizia. Lanciate enormi quantità di granate a base di elettricità per causare il maggior numero di danni possibili – dato che i nemici sono distribuiti in maniera omogenea lungo l’area di gioco, l’elettricità si trasferirà molto velocemente, uccidendoli tutti. Nel caso in cui riescano ad avvicinarsi molto al generatore, sfruttate Ionic Vortex per respingerli. Quando ogni minaccia sarà stata azzerata, vi potrete servire direttamente del generatore per sparare un secondo missile tesla, cercando di direzionarlo verso il…terzo generatore, corrispondente al faro. Consigliamo di percorrere unicamente i tetti, senza scendere a livello inferiore, così da evitare ogni possibilità di essere colpiti da proiettili vaganti.

Accendete il terzo generatore, preparandovi dunque a subire un altro attacco, piuttosto potente: la zona di gioco verrà invasa da entrambi i lati. Sparate subito due Ionic Vortex, uno per lato, così da eliminare qualche nemico e disperdere il resto. Passate poi alle usuali granate per diminuire ancora maggiormente i ranghi, completando l’opera grazie a shock blast o detonation blast. Lanciate il terzo missile tesla, facendolo immediatamente alzare in aria (i dintorni di questo generatore presentano diversi muri verticali, che mettono a repentaglio la vita del missile). Dall’alto potrete facilmente mirare al quarto generatore. Saltate verso il tetto e, come fatto prima, tracciate un percorso sopraelevato per evitare di incorrere nei proiettili degli avversari.

Accendete il generatore, poi cominciate subito a sparare un’enorme quantità di granate verso i vicoli sotto e attorno a voi, che verranno di lì a poco invasi dai nemici. Quando avrete respinto anche questo attacco, la missione terminerà!

The Sacrifice

 

Percorrete il sentiero dietro le case, cercando di raggiungere il checkpoint. Diversi mostri cercheranno di tendervi un’imboscata, ma li potrete respingere con dei semplici attacchi corpo-a-corpo. Parlate con la ragazza, liberatela, poi riportatela verso la strada. Consigliamo l’utilizzo di detonation blast come mossa-principe per neutralizzare i mostri in zona, il suo maggior raggio d’azione vi permette di aumentare le probabilità che la vostra protetta non venga colpita. Arrivati allo stradone, attenzione ai razzi che cominceranno a fioccare. Sparate fulmini un po’ ovunque, la caoticità della situazione vi permette di mettere fuori gioco dei nemici senza dover mirare con estrema precisione. L’ultima parte della strada sarà popolata da alcuni Gasbag, fuori dal loro habitat naturale. E’ bene sprecare un Ionic Vortex per metterli fuori gioco, continuando a dare la massima priorità alla protezione della ragazza.

Entrati nel vicolo, sparate alcuni lampi per cauterizzare i mostri. Ripetete subito dopo l’uscita, anche se stavolta – data la maggior estensione dell’area di gioco – potrete anche aggiungere qualche granata, così da velocizzare le operazioni di smaltimento degli avversari. Fatto ciò, visualizzerete una scena d’intermezzo, che vi mostrerà il boss di fine livello.

 

Boss: Devourer

 

Questo mostro si muoverà lentamente lungo la strada, mirando in alternanza ai passanti e a Cole. Chiaramente, la vostra preoccupazione principale riguarda gli attacchi diretti al vostro personaggio, che prenderanno la forma di palle di acido esplosive – da schivare rotolando verso uno dei due lati dell’area di gioco. Attenzione: di solito le sfere di acido vengono lanciate consecutivamente, sicché essere colpiti dalla prima causa la certezza di essere colpiti anche dalle successive. Devourer possiede però anche un altro attacco, molto più pericoloso, potenzialmente capace di eliminarvi sul colpo. Aprendo la bocca estenderà la sua lingua verso di voi, cercando di prendervi e…mangiarvi. Avete una sola possibilità per liberarvi, sparando dei fulmini verso la sua gola – e, anche riuscendoci, potreste subire diversi danni poiché Cole verrà comunque colpito dalla mandibola del Devourer. Dunque, tenete gli occhi aperti: appena aprirà la bocca, siate pronti a scappare. La sua debolezza, già implicitamente accennata, è la bocca: tutto il suo corpo è coperto da uno scudo protettivo, eccetto proprio la bocca. Il metodo più efficace per colpirla vi vede ricorrere ai fulmini, data la loro maggior precisione; comunque, anche prelevare degli oggetti tramite Kinetic Blast può essere utile, posto che siano abbastanza piccoli da potersi inserire nella gola del nemico.

Dopo aver ucciso il Devourer, esaminate la zona a sud del cimitero, uccidendo tutti i membri della milizia che cercano di rapire gli inermi abitanti. Uno di questi soldati si trasformerà in un checkpoint, dopo la sua morte.

 

Conduit, not human

 

Dopo la scena d’intermezzo, seguite Kuo, liberandovi degli avversari che lo minacciano. Recuperata la foto, esaminatela (tenendo premuto R1). Poi avvicinatevi alla bara di pietra sulla sinistra, alzate il suo coperchio (con Kinetic Pulse), esaminate il contenuto – altra foto.

Ovest, sparate un Ionic Vortex per disperdere i soldati. Esaminando per l’ennesima volta la foto, apparirà un cerchio sulla vostra mappa – è la zona da visitare, a nord-ovest del cimitero. Rimuovete i coperchi per recuperare la foto. Dunque, proseguite avanti verso il successivo cerchio, sparando – se necessario – delle granate per difendere Kuo dagli assalti nemici.

Il cerchio sulla vostra mappa corrisponde ad una specie di cripta. Analizzate dettagliatamente il suo contenuto, poi interagite con il gancio. Dopo la scena d’intermezzo, dovrete affrontare un Ravager assieme ad alcuni assistenti, chiamati Spikers. Consigliamo di attirare il nemico verso l’esterno del cimitero: lì potrete trovare diverse macchine, da lanciare grazie a Kinetic Pulse. Finite le macchine, potrete passare alle granate, mentre Kuo si occupa degli Spiker. Completato questo combattimento, anche la missione finirà.

730 MILES AWAY

 

Di seguito, le missioni della storia afferenti alla quarta sezione del gioco.

 

Good gets better

 

Verranno qui introdotte due nuove abilità: un jetpack migliorato, che consente di muoversi più velocemente e raggiungere maggior elevazioni; il salto sulla macchina, che consente di guadagnare un bonus di elevazione se saltate partendo dal tetto di un mezzo motorizzato. Procedete lungo i due brevi percorsi che verranno messi a vostra disposizione per sperimentare queste due nuove abilità. Poi interagite con il checkpoint bianco per continuare la storia principale.

 

Stories of the past

 

Guardate la scena d’intermezzo per poi seguire Nix, fino alla magione. Occupatevi dei membri della milizia che popolano la sua parte anteriore, lasciando al vostro compagno il resto del lavoro. Spostatevi verso sinistra, sparate un Ionic Vortex verso la fila di torrette. Salite fino al tetto, poi lanciate un Gravitation per causare la caduta di tutti gli avversari in zona.

Continuate fino al porto, dove potrete ricorrere al Blaster per lanciare gli avversari in acqua. Saltate sul battello, attenzione alle torri – sono occupate dai membri della milizia, cominciate subito a bombardarle con i vostri poteri e le vostre armi. Nel caso in cui vediate delle ricariche per la Ionic Charge, prendetele, vi saranno molto utili – i mostri cercheranno infatti di assalire la vostra barca, il metodo migliore per respingerli è dato dalla combinazione di un flusso costante di granate con Ionic Charge.

Usate dunque la barca per raggiungere il checkpoint. Dovrete lì combattere contro un Ravager: evitate di usare Kinetic Pulse, dato che attirerebbe i generatori, di cui avete bisogno. E’ invece meglio lanciare una buona quantità di granate, tutte quelle che avete ancora all’interno dell’inventario. Tornate poi alla barca, ove partirà una scena d’intermezzo.

Transferring the power

 

Questa è una missione “introduttiva”, composta da un solo filmato, che vi obbligherà ad una scelta tra missione atta a migliorare il vostro karma positivo, e missione in grado di migliorare il karma negativo.

 

Hearts and minds – Karma positivo

 

Saltate nell’ambulanza, cercando di evitare i colpi dei nemici. E’ consigliabile lanciare una granata verso gli esplosivi, sicché la deflagrazione causi gravi danni agli avversari in zona. Verrete infine bloccati, dovrete scendere e rimuovere i nemici che popolano il vicino vicolo, sicché l’ambulanza torni ad avere sufficiente spazio per procedere. Curate poi i cittadini feriti dal combattimento.

La strada vi verrà sbarrata da una fila di macchine, ma voi – lanciando un flusso continuo di granate – le potrete far esplodere in tempo. Usate una combinazione di granate e flusso di energia per terminare il Devourer; nel caso in cui riesca a prendere prigioniero il vostro personaggio, mirate all’interno della sua bocca per farlo immediatamente desistere.

Guidate l’ambulanza fino alla strada adiacente, ignorando i nemici, fino al successivo posto di blocco. Mirate immediatamente all’avversario dotato di mitragliatrice, il più pericoloso in zona. Il resto può essere facilmente tenuto a bada da qualche granata. Arriverete poi alla sede dei ribelli, che verrà – sfortuna vuole – subito invasa da membri della milizia. Data la conformazione ad imbuto della zona di gioco, una buona strategia vi vedrà usare Ionic Vortex per fermare l’assalto.

Salite verso il tetto per aiutare Kuo – qui è bene servirsi di colpi energetici, rifinendo l’opera di Kuo, che riuscirà autonomamente ad abbattere il grosso della presenza nemica. L’ultimo assalto proverrà dai vicoli attorno a voi: è possibile sia sfruttare Ionic Vortex, sia lanciare un’ampia quantità di granate – la seconda scelta aumenta notevolmente il vostro karma.

 

Fooling the rebels – Karma negativo

 

Dopo la scena d’intermezzo, fatevi strada nella fortezza – non è necessario uccidere tutti i nemici al suo interno, risulta più che sufficiente terminare solo quelli che incrociano in maniera diretta il vostro percorso. Attenzione maggiore va rivolta solo a chiunque sia dotato di lanciarazzi, a causa dei maggiori danni che vi può provocare. Spostatevi poi prima verso la parte centrale, dunque verso la parte nord della fortezza, distruggendo le due radio di colore verde.

Prendete il controllo di Nix, che a sua volta controlla una torretta. Sparate verso le due enormi taniche di gas, segnate sul radar. I ribelli giungeranno in scena: mitragliateli senza pietà. Ripreso il controllo di Cole, correte verso il convoglio della milizia e – sparando un Ionic Vortex – fatelo saltare in aria. Poi, usando Kinetic Pulse, lanciate una macchina verso la torretta per polverizzarla.

Salite verso l’entrata principale, bombardando con i fulmini di tipo Scythe i nemici sottostanti. Quando saranno stati tutti uccisi, la missione finirà. Per vedervi assegnata la missione successiva, consigliamo di eliminare i Militia stanziati nei pressi del cimitero e del canale circostante.

 

Storm the fort

 

Utilizzate una macchina per saltare e raggiungere le linee delle carrozze del tram. Servitevene per proseguire, poi – non appena noterete una curva a destra – lanciate Cole, che con il suo jetpack supererà il dislivello che lo separa dalle mura della fortezza. Destra, riempite di granate i membri della milizia, poi lasciatevi cadere giù e polverizzate le torrette a furia di granate. Nei momenti di difficoltà, è consigliabile ricorrere a Ionic Vortex – ricordandovi però di essere posizionati al medesimo livello rispetto alla vostra vittima. Spostate il vostro sguardo verso il vicolo sul lato opposto del forte, ove si trova il generatore – lanciate un missile tesla per distruggerlo: fatelo alzare subito dopo averlo sparato, poi fatelo svoltare completamente a sinistra, dunque giù verso il generatore. Dentro una delle vicine torri è invece presente un generatore ricaricabile, molto più facile da raggiungere – sempre grazie ai vostri razzi guidati.

Entrate nella torre verso cui avete appena mirato per ripristinare l’elettricità. L’ultimo obiettivo richiede la distruzione dei mortai, uno su entrambi i lati della zona di gioco. Sapete probabilmente già che i missili sono il modo più semplice ed efficace per riuscirvi. Guardate poi la scena d’intermezzo, effettuando la scelta seguendo il vostro allineamento. In entrambi i casi, vi verrà donato un nuovo potere, da sperimentare subito sui nemici sottostanti.

353 MILES AWAY

 

Di seguito, le missioni della storia afferenti alla quinta sezione del gioco.

 

Joseph Bertrand

 

Guardate la scena d’intermezzo, poi avvicinatevi al segno a forma di stella sulla mappa. Verrete intercettati da un boss.

 

Boss – The Behemot

 

Correte subito verso destra per evitare i colpi del boss, che comincerà poi ad inseguirvi. I suoi punti deboli sono rappresentati dalle sfere viola sul suo corpo: danneggiandole indebolirete il Behemot. Il metodo migliore per farlo vi vedrà ricorrere ai fulmini, sia Pincer che Alpha. Continuate a colpirlo, finché rivelerà le altre due sfere viola al centro del suo petto: sparate altri lampi in loro direzione. Quando li avrete distrutti, esporrà un ultimo punto debole, all’interno del suo petto: inutile dire che, dopo aver polverizzato anche questo, la battaglia sarà vinta!

 

Powering up flood town

 

Servitevi immediatamente del generatore per sparare un missile tesla, verso il suo successivo omologo – in cima ad un ponte. Sfruttate poi i fili indicati in bianco (sulla vostra mappa) per raggiungere il nuovo generatore, e sparate il missile verso flood town. Superate il ponte, fronteggiando due Vermaak 88. Consigliamo di terminarli ricorrendo all’Ionic Storm; volendo variare il vostro approccio, un’alternativa potenzialmente funzionale è Nightmare Blast, in grado di interrompere la loro fuga sicché possiate finirli con il corpo-a-corpo. Fatevi poi strada verso la zona senza elettricità, ovvero Flood Town. Anche qui sarete aggrediti da elevate quantità di Vermaak 88. Il vostro obiettivo, piuttosto che fronteggiarli, consiste nel raggiungere con la massima velocità il generatore seguente.

Cominciate a caricarlo, al contempo cercando di proteggerlo – lanciate dei fulmini o delle granate elettriche verso i fiumiciattoli da cui emergono i Vermaak, sicché l’elettricità venga amplificata dal contatto con il liquido. Caricato il primo generatore, fatevi strada verso il successivo, evitando il contatto con gli avversari. Purtroppo, durante la ricarica, verrete colpiti dalla terraferma – dunque sarà bene sfruttare Ionic Vortex in continuazione, nonostante possa peggiorare il vostro bilancio energetico.

Il seguente e ultimo generatore sarà invece più semplice da attivare – gli invasori saranno pochi, proverranno dai dintorni della muraglia che rinchiude la macchina, dunque potrete mirare verso un’unica direzione e sparare continuamente. Completato questo obiettivo, anche la missione terminerà. Superate il muro semi-distrutto per accedere alla nuova sequenza.

 

Dunbar team

 

Avvicinatevi al checkpoint segnato sulla mappa, parlate con Zeke, prendendo il controllo della luce di guardia. Usatela per uccidere i mostri che popolano il sottostante corso d’acqua. Ripetete con i Ravager che appariranno nella zona seguente (sui tetti delle case adiacenti), poi continuate ad eliminare tutti gli avversari attorno alle due lampade luminose che seguiranno. Vi verrà ora richiesto di tornare all’accampamento, dove uccidere altri usuali mostri, sempre con una luce stazionaria. Giungeranno poi in scena degli avversari capaci di creare delle “colonne” di ghiaccio che escono dal terreno: sparate il vostro raggio infuocato per scioglierla, preferendo poi il corpo-a-corpo per i colpi finali. Procedete poi verso il seguente checkpoint per ottenere la nuova missione.

 

Burning wells

 

Accanto al checkpoint potrete notare un pozzo, che sputa fuoco – verso di voi. Sfruttando Kinetic Pulse, muovete il coperchio in maniera tale che copra il pozzo. In tal modo, il fuoco si fermerà. Rimuovete poi il coperchio e posizionatelo sul pozzo sputafuoco seguente. Quando arriverete al terzo, verrete interrotti da un boss.

 

Boss: Crusher

 

I suoi attacchi principali si riducono a due sole tipologie: un flusso di ghiaccio che, attraversando il suolo, raggiunge Cole; la creazione di stalattiti che vengono lanciate verso Cole, dall’alto. Entrambi devono essere “semplicemente” schivati, con il giusto tempismo. Riuscire a colpirlo non sarà semplice, impegnati come sarete a non essere voi colpiti. Disponete tuttavia di un particolare oggetto molto efficace contro questo avversario, ovvero le bombe al napalm. Altri colpi molto dannosi sono i colpi alla testa con proiettili, ma chiaramente sono piuttosto difficili da infliggere.

Ucciso il boss, localizzate il seguente coperchio – sul radar in blu – e collocatelo sul pozzo. Altri due pozzi appariranno sulla mappa, ormai sapete cosa fare per portare a termine con successo questo compito.

 

Ray field energy

 

Missione brevissima: dovrete limitarvi a guardare la scena d’intermezzo, durante la quale riguadagnerete uno dei poteri di Cole, ovvero Megawatt Hammer – la possibilità di lanciare razzi. Provatelo subito, sicché il gioco vi lasci proseguire verso la nuova missione.

124 MILES AWAY

 

Di seguito, le missioni della storia afferenti alla sesta sezione del gioco.

 

Rail yard intel

 

Dopo una breve scena d’intermezzo, vi troverete nuovamente a decidere tra due missioni – una con i “buoni” e una con i “cattivi”.

 

Avvicinatevi al checkpoint visibile verso est, raggiungendo una zona ove manca l’elettricità – lì andrete a subire un’imboscata da parte di un gruppo di Vermaak 88, da terminare facendo ricorso ai vostri fulmini. Consigliamo di evitare l’utilizzo di armi/magie che richiedono elevati livelli energetici, posto che la zona di gioco che state visitando non presenta un gran numero di sorgenti di energia. Entrate poi nell’edificio accanto al checkpoint, curando i cittadini al suo interno. Procedete verso la struttura a sinistra, poi saltate aldilà della zona paludosa facendo ricorso al jetpack. Saltate sulla carrozza in disuso, poi sulla piattaforma leggermente più in alto. Fotografate il gruppo di persone dietro le sbarre, davanti a voi. Parlate con Kuo, vi spiegherà il piano. Spostatevi verso ovest, superando il magazzino da accovacciati, sicché le guardie non vi notino. Svoltate a destra, fotografate tutti i soggetti rinchiusi nella seconda gabbia.

Incamminatevi verso sud, attenzione ai puntini rossi sul radar, la loro quantità tenderà ad aumentare – usate le casse come copertura. Fotografate il Ravager, dunque lanciatevi (con Ice Launch) verso il filo sopra di voi. Da qui, potrete facilmente liberarvi dei nemici che pattugliano la zona sottostante. Salite fino al tetto del magazzino, dunque fotografate il Bertrand dallo spiraglio creato dall’apertura delle finestre. Il vostro obiettivo cambierà improvvisamente: dovrete salvare i prigionieri, che verranno attaccati direttamente dalla milizia. Salite in cima alla carrozza e premete R1 velocemente per aprirla, sicché i cittadini abbiano un passaggio a disposizione per uscire. Sparate un Ionic Freeze per liberarvi delle milizie, poi ripetete l’intera procedura sul seguente gruppo di nemici.

Un Devourer giungerà in scena: colpitelo ripetutamente con una combinazione di razzi e fulmini, preferibilmente posizionandovi in maniera tale da ottenere un vantaggio di altitudine. La sua eliminazione concluderà la missione.

 

Nix’s new family – Karma negativo

 

Seguite Nix, cominciando a combattere i gruppi di milizia che incrocerete lungo il percorso, tipicamente facendo ricorso a bombe a grappolo. Attenzione al tizio dotato di lanciarazzi, collocato sulla piattaforma sopraelevata. Arrivati al generatore, sparate il missile verso il successivo, poi correte in zona. Sparate un altro missile, stavolta mirato ai soldati, che verranno indicati sulla vostra mappa da un cerchio lampeggiante.

Guardate la scenetta, poi sparate un altro colpo – stavolta mirando ai Vermaak 88. Appariranno dei soldati di ghiaccio: terminateli facendo ricorso alle mosse basate sul fuoco, mirando preferibilmente alle “torri” di ghiaccio che essi andranno a creare per garantirsi un certo supporto; la missione giungerà così al suo naturale termine.

 

The beast draws near

 

Preso il controllo del personaggio, distruggete subito l’enorme scatola davanti a voi, recuperando il suo contenuto. Cominciate poi l’usuale opera di sterminio dei nemici, ricorrendo ai razzi, partendo dai membri della milizia che hanno invaso i balconi – così da neutralizzare ogni vantaggio d’altitudine dei nemici. Ripulite il ponte, sicché Zeke possa girare a destra senza problemi. Durante l’attraversamento, alcune navi dotate di lanciagranate scenderanno lungo il fiume sottostante: è possibile sfruttare Kinetic Pulse per lanciare le macchine distrutte (visibili sopra il ponte) verso queste imbarcazioni.

Troverete poi alcuni membri della milizia che cercano di tenere a bada un Ravager: colpite subito quest’ultimo mentre viene distratto dagli altri avversari, magari con delle bombe a grappolo, se ne avete (oppure lanciando ancora macchine, grazie a Kinetic Pulse). Superato il ponte, continuate a tenere sotto mano l’utile Kinetic Pulse, liberando la via dalla presenza di ingombranti macchine.

Arrivati alla gru, salite fino alla sua cima, ove troverete i binocoli. Interagite con essi, tenendo premuto R1 per bloccare la visuale sulla bestia. Un gruppo di Vermaak 88 giungerà in scena, ma la vostra postazione vi garantisce un notevole vantaggio d’altitudine: sparate un Ionic Vortex per porre fine alla loro grama esistenza, partendo dai Vermeek dotati di Shotgun, nettamente più minacciosi di tutti gli altri loro compagni (se lo Ionic Vortex non dovesse bastare, passate alle granate, più grezze ma sempre efficaci).

Quando il vostro radar sarà scevro da nemici, Zeke vi chiederà di riprovare ad utilizzare il binocolo; cercate nuovamente di bloccare la visuale sulla bestia, sempre tenendo premuto R1 – partirà poi una scena d’intermezzo. Correte verso il checkpoint, sfruttate Kinetic Pulse per sollevare l’enorme oggetto, poi spostatevi avanti – raggiungendo i detriti. Liberate il campo dagli oggetti, poi godetevi il filmato di fine missione.

 

BEAST IN NEW MARAIS

 

Di seguito, le missioni della storia afferenti alla settima sezione del gioco.

 

Gas Works

 

Sparate subito un primo missile tesla, verso i Crusher. Ripetete finchè saranno stati tutti distrutti. Apparirà un nuovo obiettivo, ovvero il generatore – colpitelo, poi raggiungetelo. Accendetelo, preparatevi a respingere un potente assalto nemico: è bene lanciare fin da subito grandi quantità di granate, vi consentiranno di diminuire fortemente la numerosità degli avversari prima che questi riescano ad arrivare nei vostri immediati paraggi.

Poi lanciate degli altri missili tesla, sempre verso un gruppo di Crusher. Ne dovrete eliminare 6, prima di poter accedere al generatore – anch’esso da attivare, dopo che sarà stato colpito. Ripetete la procedura nuovamente, una volta giunti nei paraggi di quest’altro generatore. Seguirà una scena d’intermezzo; ripreso il controllo del personaggio, usate le casse come metodo di copertura, passando di cassa in cassa fino ad essere interrotti da un’altra sequenza d’intermezzo, che conclude la missione.

 

Forced conduits

 

Entrate nel magazzino e liberatevi subito dei due membri della milizia. Dunque, aprite tutte le casse in zona, trovandone una con la serratura – appena la toccherete, partirà una scena d’intermezzo. Percorrete dunque la strada, fino ad un secondo magazzino, che verrà subito invaso da alcuni Vermaak 88: bombardateli con un flusso costante di granate o razzi.

Esaminate nuovamente le casse, trovando una seconda serratura. Poi procedete fino al checkpoint che verrà segnato sulla mappa da una delle usuali stelle bianche – durante il percorso, sarete testimoni di una battaglia tra Vermaak e miliziani, consigliamo di evitare il coinvolgimento diretto.

Entrati nel magazzino, verrete intrappolati: le porte si chiuderanno e del gas comincerà ad entrare. Saltate verso il piano superiore, poi sparate ai muri fino a che uno di esso verrà distrutto, consentendovi di uscire. Sparate un Ionic Vortex per respingere i Vermaak, poi saltate verso l’ultimo magazzino. E’ possibile sfruttare Kinetic Pulse per lanciare le macchine attorno a voi verso le torri del magazzino, che dovrete distruggere con la massima priorità (dato che al loro interno sono collocati dei cecchini). Dunque entrate nella struttura e cercate l’ennesima serratura; verrete interrotti da un boss.

 

Boss: Titan

 

Questo avversario dispone di due attacchi principali: può sparare dei raggi congelanti, oppure lanciare dei blocchi di ghiaccio. I primi possono essere neutralizzati grazie allo scudo di ghiaccio, oppure schivati. I secondi possono solo essere schivati, ma verranno lanciati con maggior lentezza, dunque dovreste riuscirci senza problemi. Gli attacchi più efficaci risultano essere le granate a grappolo e/o quelli basati sul lanciarazzi. Colpitelo inizialmente alle braccia; quando le avrete distrutte entrambe, Titan rimarrà stordito; un segno apparirà davanti a lui – premete R1, poi ripetutamente Quadrato, rivelando il punto debole di Titan. Sparate velocemente una grande quantità di raggi nella sua direzione, fino a mettere KO il nemico.

Saltate poi giù, avvicinatevi all’entrata, sparate un Ionic Vortex per terminare i soldati nemici. Attirate il Crusher verso la sede stradale, così da poter usare le granate senza correre il rischio di colpire il vostro stesso personaggio. Sconfitto il Crusher, prendete il pacco per terminare la missione.

 

The face of change

 

Saltati sul battello di Bertrand, preparatevi ad un intenso combattimento contro i Vermaak. Liberatevi subito dell’avversario specializzato nei colpi di tipo ghiaccio, ricorrendo a granate energetiche. Il resto dei nemici può invece facilmente essere terminato grazie a mosse di tipo corpo-a-corpo. Avvicinatevi poi alla nave, premete R1 per spegnerla, poi proseguite verso la successiva (visibile a sud-ovest).

La resistenza avversaria sarà costituita principalmente da altri Vermaak – dovreste incontrare particolari problemi, li risolverete facendo ricorso a Ionic Vortex. Il retro della nave contiene un Titan: accertatevi di aver terminato tutti gli altri Vermaak prima di combatterlo. Posizionatevi nei pressi dei container, i quali fungeranno da copertura, attivando poi un flusso costante di razzi verso il nemico.

Terminato il Titan, disattivate questa seconda nave, poi guardate la scena d’intermezzo. Verrà segnata sulla vostra mappa una nuova zona di gioco: raggiungetela. Localizzate la persona circondata da una strana aura arancione, provate a curarla per completare la missione.

 

Demns

 

Dopo la scena d’intermezzo, verrete subito coinvolti nel combattimento contro un boss.

 

Boss: The Behemot

 

Localizzate il camion di Zeke e saltate sul retro. Voltatevi, sicché il Behemot sia davanti a voi. Comincerà ad inseguirvi, cercando di distruggere qualsiasi cosa si trovi lungo il passaggio – chiaramente voi dovrete sia cercare di polverizzare il Behemot che proteggere il camion. Durante questa fase iniziale i suoi attacchi prenderanno un’unica forma, ovvero uno “sputo” acidulo, che può essere deviato da uno dei vostri fulmini. L’orrenda creatura mostrerà anche il punto debole all’interno della sua bocca, sparate verso di esso quando possibile/visibile. Giunti alla zona segnata come obiettivo, scendete dal camion ed aiutate Kou e Nix a sconfiggere Bertrand. Sapete già come fare: cercate di mirare ai suoi punti deboli, che lampeggeranno in sequenza.

Dopo aver inflitto una quantità sufficiente di danni, un elicottero verrà a prendervi. Usate Shock Blast per deviare i colpi nemici, poi il missile che verrà sparato dai ribelli. Durante la fase finale, scenderete dall’elicottero per affrontare ancora Bertrand: un flusso di fulmini dovrà colpire in continuazione i punti deboli posizionati sulle sue braccia, mentre Ionic Storm vi potrà servire per azzerare velocemente tutti i nemici di livello minore che compariranno periodicamente in zona. Continuate ad attaccare fino alla morte della bestia, che segna la fine della missione.

 

Death toll

 

Avvicinatevi al cerchio segnato sul radar, ove vi attendono i Vermaak, in massa. Lanciate un po’ di Ionic Storm in sequenza, colpo capace di ucciderli velocemente. Purtroppo, dopo un po’, uno dei soldati riuscirà a rimuovere il nucleo: cominciate ad inseguirlo, usando il jetpack per velocizzare ulteriormente la procedura, “saltando” interi edifici. Raggiungerete la torre di ghiaccio: salite fino alla sua cima per prelevare il nucleo. Zeke vi spedirà la foto di una valvola, che voi dovete andare a cercare – si trova ai piani inferiori della torre. Lasciatevi cadere giù ed esaminateli dettagliatamente, dovreste trovarla senza eccessivi sforzi – sotto un piccolo ponte, nella parte nord-ovest della torre.

Muovetevi dunque in senso antiorario lungo la passerella per trovare la seconda valvola, liberandovi del Crusher che cercherà di intercettarvi. Cominciate poi a scalare nuovamente la torre, fermandovi nei pressi della parte iniziale dell’enorme condotto di ghiaccio. Subirete un’imboscata da parte dei Vermaak: bombardateli di granate, poi girate la terza valvola. Un ultimo gruppo di nemici vi separa dalla fine della missione: posto che non dovete più risparmiare energia, un flusso continuo di Ionic Storm pare essere il metodo più semplice per azzerarli in velocità. Potrete ora recuperare il nucleo e guardare la scena d’intermezzo.

 

The Showdown

 

Superate il tetto davanti a voi per raggiungere il primo checkpoint. Vi verrà rimesso a disposizione lo Ionic Storm: provatelo immediatamente. Verrete dunque proiettati verso la “decisione finale”. Potrete scegliere definitivamente se preferire il lato oscuro della vita, od assicurarvi il karma positivo.

 

Finale – Karma positivo

 

Uscite dalla cattedrale, scendendo fino alla strada, procedendo verso il segnale a forma di stella. Utilizzate il jetpack per raggiungere la barca, sedetevi. Guardate la scena, poi proiettatevi ancora con il jetpack fino al checkpoint. Entrate in città, raggiungendo il generatore, ove avverrà lo scontro con il boss.

 

Boss: The Beast

 

Verrete subito lanciati in aria. Cominciate a sparare continui fulmini verso il nemico, sfruttando l’elettricità prodotta dal generatore sotto di voi. La mossa più letale di Beast, in questo frangente, lo vede “prendere” Cole nelle sue mani – solitamente riuscendo nel suo intento. Vedrete lo schermo diventare rosso: premete velocemente e ripetutamente il tasto R1 per liberarvi. Poi riposizionatevi accanto al generatore e sparate grandi quantità di bombe a grappolo, nonché Ionic Storm. Dopo un po’, un amico della bestia giungerà in scena per dargli man forte. E’ in grado di “sparare” dei raggi di energia, da una posizione sopraelevata: dovrete deviarli con lo scudo di ghiaccio, poi salire fino al tetto ed affrontarlo corpo-a-corpo, suo punto debole.

Eliminato questo avversario, tornerete a focalizzarvi sulla bestia. Riesumate la vostra strategia a base di razzi, granate e fulmini, liberandovi dalla sua presa grazie alla pressione di R1, come fatto prima. Il suo alleato tornerà purtroppo all’attacco, stavolta però la bestia non uscirà di scena: la tattica migliore consiste nel posizionarsi accanto ad un generatore e lanciare grandi quantità di granate verso i due nemici, sicché le esplosioni impediscano loro di avvicinarsi. Quando gli HP della bestia saranno terminati, lanciate un Ionic Storm per concludere il combattimento.

Ripreso il controllo del personaggio, muovetevi verso la cattedrale. Attivate il jetpack energetico per raggiungere la torre: la bestia apparirà di nuovo. Con i nuovi poteri di Cole, lanciate dei semplici lampi per sconfiggerla in velocità. Premete poi la sequenza di tasti che comparirà sullo schermo per accedere al filmato finale!

 

Finale – Karma negativo

 

Posizionandovi accanto al vostro alleato, premete X per sollevarvi in aria. Colpite i ribelli e/o le persone che vengono sollevate dalla sua forza. Tornati a terra, correte verso la torre e lanciatevi in cima ad essa ricorrendo al jetpack. Avvicinatevi al nemico, sparando grandi quantità di razzi Hellfire durante il processo di avvicinamento – evitate però un tentativo di contatto corpo-a-corpo, non sarebbe particolarmente fruttuoso. Comincerà poi a volare di tetto in tetto, e voi dovrete seguirla – non usate però i vostri poteri, è più indicato scalare direttamente gli edifici. Durante la fuga, dovrete continuare a tentare di colpirla con i razzi Hellfire. Completato questo frangente, il combattimento terminerà. Seguendo il vostro compagno, superate il corso d’acqua per tornare alla prima isola. Riempite di proiettili le barche che, in zona, tenteranno di terminarvi.

Tornerà in scena il vostro avversario, in cima all’edificio Can-Can: lanciatevi in zona con il jetpack, poi sparate un po’ di lampi. Il combattimento si sposterà sulla piazza, e dovrete passare subito ai razzi, data la scarsa disponibilità di fonti energetiche in zona. Provate ad eseguire dei colpi alla testa di precisione per amplificare i danni inflitti.

Senza troppa fantasia, se ne tornerà nuovamente verso la cima del Can-Can. Provate ad avvicinarvi: scomparirà. Avviatevi verso la cattedrale, assieme al vostro compagno. Volate verso la cima per l’ultimo combattimento. Sparate grandi quantità di granate a grappolo e razzi Hellfire; l’unico attacco che può davvero danneggiarvi è l’onda d’urto, difficile da evitare – ma dovreste disporre di sufficienti strumenti di cura, così da poter riparare eventuali gravi danni subiti. Dopo una breve scena d’intermezzo, premete R1 quando vi verrà consigliato dal gioco per accedere alla scena finale!

 

 

 

RobyIsAwesome90

Note su - Le mie passioni più grandi sono le scienze, i giochi d'intuito e il wrestling. Mi piace recensire i giochi sia belli sia brutti ma soprattutto quelli belli perchè mi diverto di più. Sono graditi i commenti e se volete chiedermi di recensire qualche gioco fatelo pure perchè sarò ben lieto di farlo.

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.