Killzone Shadow Fall – Soluzione
Scritto da RobyIsAwesome90 il 6 Gen, 2014 ore 01:03 AM | in PS4, Soluzioni | con 0 Commenti

Ecco la soluzione di Killzone Shadow Fall:

CAPITOLO 1: THE FATHER

Non preoccupatevi di essere così piccoli all’inizio del gioco, sarete solo un ragazzino e dovrete seguire vostro padre fuori dalla stanza e poi sul balcone, saltate oltre la ringhiera ed oltre quella successiva, quindi seguitelo giù per le scale. Muovetevi rapidamente verso di lui ed accovacciatevi, poi tiratevi su quando gli sarete accanto, per evitare di essere visti dai droni. Per le prossime zone di copertura, aspettate che lui vi chiami, quindi correte lì, ricordando di stare accovacciati per non essere avvistati. Continuate a seguire vostro padre fino a quando vi incontrerete con un soldato di Vektan, rimanete accovacciati vicino alla copertura con loro, fino a quando la pattuglia di Helghast se ne sarà andata, poi seguiteli verso la porta, che sarà chiusa dall’altro lato, quindi salite sulle macerie per passare dal buco sul tetto. Avvicinatevi al pezzo di legno che blocca la porta e rimuovetelo per farli entrare, seguiteli fuori e quando vostro padre si arrampicherà fino alla zona successiva, provate a salire con lui. Guardate i filmati e quando riprenderete il controllo di Lucas, premete il tasto che apparirà sullo schermo per prendere la pistola e sparare agli Helghast.

CAPITOLO 2: THE SHADOW

Questo capitolo è stato progettato per insegnarvi le basi del gioco. Armati solo di coltello, il vostro primo obiettivo sarà quello di raggiungere l’OWL che è stato abbandonato nelle vicinanze. Lasciate questa prima sala usando i ponteggi. C’è un radar che potrete usare premendo “destra” sulla croce direzionale, tenetelo premuto, ma non così a lungo da riempire troppo il contatore, in quanto ciò potrebbe causare un suono che avviserebbe le guardie della vostra posizione. Potrete usarlo per marcare i nemici nelle vicinanze, anche attraverso i muri, quindi è estremamente utile in questa missione. La prima guardia in cui vi imbatterete sarà di sotto, basta che scendiate dalla piattaforma ed atterrate direttamente su di lei per ucciderla. La prossima area è abbastanza semplice, ci sarà una guardia dietro le doppie porte, ma potete usare la bocchetta d’aerazione per raggiungere l’altra stanza senza allertarla, quindi usate il radar per marcarla e quando la sua schiena si accenderà, attaccatela da dietro per ucciderla. Usate il pulsante sulla piattaforma per guidarla dall’altra parte, quindi salite ed usate la bocchetta d’aerazione per aggirare le telecamere. La prossima guardia che ucciderete vi offrirà anche l’occasione di lanciare il coltello ed uccidere istantaneamente l’altra guardia nella stanza. Con la stanza libera dovreste riuscire a vedere l’OWL, fate un passo fuori ed esso si attiverà, quindi uccidete le due guardie, poi usatelo per distruggere il dispositivo nelle vicinanze, quindi salite sulla scogliera. L’OWL ha varie funzioni che possono essere stabilite scorrendo sul touchpad in diverse direzioni. Adesso assicuratevi che sia impostato nella modalità attacco, che si realizza scorrendo “su” sul touchpad. Salite in cima alla scogliera per vedere le guardie di Helghast attorno ad un rifornimento di munizioni. Inviate l’OWL dopo averli puntati ed aspettate che il simbolo di attacco si illumini, quindi premete L1, potrebbe essere necessario inviarlo un altro paio di volte per eliminarle tutte. Ora passate alla modalità “zipline” scorrendo sul touchpad a destra e quando l’icona sarà evidenziata premete L1 per usare la zipline per raggiungere la posizione successiva. Usate la zipline per attraversare questo ambiente ed arrivare al luogo dell’incidente, ricordatevi di usare “su” sulla croce direzionale per segnalare gli obiettivi ed individuare meglio la vostra posizione. Tenendo premuto “su” avrete un’intera spiegazione dell’attuale obiettivo. Quando vi avvicinerete al luogo dell’incidente, prendete nota dei diversi nemici, potete ignorarli per ora, quindi avanzate verso i rottami in fiamme ed andate a sinistra per trovare una buca a terra, scendete la scaletta e passate nei tunnel per trovare i superstiti dell’incidente. Parlate un po’ con loro, poi tornate indietro ed uscite dal buco, quindi aprite il fuoco sugli Helghast per eliminarli tutti, poi usate l’OWL per distruggere il vicino allarme di sistema in modo che nessuno possa chiamare rinforzi. Ora ci sono tre obiettivi che potete affrontare in qualsiasi ordine; il primo è quello di mettere del C4 sui resti dell’incidente per far saltare tutto, il secondo è quello di disabilitare la vicina torre delle comunicazioni ed il terzo è quello di mettere del C4 sui cannoni antiaerei in cima alla diga che c’è in questa zona. Posizionate il C4 sui resti della nave, visto che è la più vicina, poi andate alla torre delle comunicazioni dove troverete due computer, uno al piano di sotto ed uno al piano di sopra, usate l’OWL su di essi per disabilitarli. Usate la zipline per tornate a terra e dirigetevi verso la diga, salite sulla parete e posizionate il C4 sui cannoni antiaerei. Dovreste avere un vantaggio in altezza sui vostri nemici, così dovrebbe essere più facile eliminarli, poi riunitevi con gli alleati e seguiteli al punto d’evacuazione. Mettetevi sotto copertura e cominciate a sparare agli Helghast caduti dall’elicottero, cercando di ucciderli prima che arrivino giù. Mantenete la posizione ed uccidete gli Helghast fino al momento dell’evacuazione, quindi correte e saltate dentro per fuggire.

CAPITOLO 3: THE DOCTOR

All’inizio di questo capitolo sarete in assenza di gravità, premete “O” per scendere e premete “X” per salire. Andate verso l’albero principale e controllate i marcatori degli oggetti, ce ne sarà uno sopra ed uno sotto, andate prima verso quello che si trova sotto, così potete prendere nuovamente il generatore funzionale. Potete scegliere di spostarvi in modalità stealth o ad armi spianate, ad ogni modo ci saranno un sacco di robot ragno esplosivi nel vostro futuro. Estraete i condensatori dalle pareti quando li vedete e poi usateli negli slot vuoti per aprire le porte e proseguire fino alla stanza del generatore. Il modo più semplice per farlo è quello di afferrare uno dei condensatori ed andare dall’altra parte della stanza, usando i piccoli ponti e saltando le varie buche, poi posizionatelo nello slot più lontano rispetto a dove siete entrati. Come posizionerete i condizionatori negli slot, la macchina si avvierà e le lame inizieranno a girare. La soluzione di Killzone: Shadow Fall Se rimuovete i condensatori dagli slot vicino ai ponti laser blu, i ponti scompariranno e quindi dovrete saltare, e prendere la rincorsa non sarebbe una cattiva idea. Osservate le lame ed assicuratevi di avere il tempismo giusto per superarle. Tornate alla stanza dove avete rimosso il primo condensatore ed usate l’OWL per distruggere il pannello di controllo, poi tornate indietro all’albero ed andate al secondo marcatore. Queste camere richiedono di continuare ad utilizzare i condensatori, quindi usateli per passare da una stanza all’altra e per spegnere il fuoco che vi bloccherà il cammino. Salite le scale ed inserite un condensatore in ogni slot, ce n’è uno dietro l’angolo su un ripiano se ve ne manca qualcuno e non avete voglia di tornare troppo indietro. Proseguite verso i controlli che cominciano ad inviare la nave verso il sole ed usate l’OWL per distruggere la console di controllo, poi guardate il monitor. Lasciate la stanza e tornate all’albero, poi andate nella stanza dove è stato preso il dottore e troverete un lettino, provate ad esaminare cosa c’è sotto e ciò innescherà una sequenza QTE, completatela, poi sarà tempo di fuggire. Mentre uscite noterete un Helghast bruciato vivo dal sole che entra dalla finestra. Nelle prossime stanze evitate la luce del sole e colpite i pannelli fuori dalle finestre per bruciare gli Helghast, riducendo al minimo gli attacchi diretti che potrebbero costarvi un pacchetto o due di adrenalina.

CAPITOLO 4: THE PATRIOT

Scendete dalla navetta ed attraversate i cancelli di sicurezza. Dopo l’esplosione, iniziate ad uccidere tutti gli Helghast e a spingervi verso le macerie in fiamme. Nell’area successiva osservate il pavimento crollato, che così creerà un accesso ai livelli più bassi, quindi scendete giù ed assicuratevi di prendere il fucile ad un certo punto durante la discesa. Fatevi strada attraverso le sale server ed il pannello del sistema di sicurezza, usate qui l’OWL e poi tornate in superficie dove incontrerete Sinclair e poi seguitelo sulla navetta. Entrate con lui e sarete lasciati alla stazione ferroviaria. Navigare nella stazione ferroviaria è un po’ difficile. Tenete d’occhio le rotaie e quando lampeggiano in rosso salite una scala o raggiungete un’altra piattaforma. Dirigetevi al primo treno ed è qui che il fucile vi sarà utile. Se usate il radar noterete che i vagoni del treno sono pieni di Helghast e sono piuttosto vicini, usate il fucile per ucciderli tutti, mentre vi dirigerete verso il sistema informatico del treno, quindi usate l’OWL ed uscite dal vagone. Il secondo treno che dovete disabilitare si trova sopra di voi, usate le scale e le passerelle per raggiungerlo, e per non annoiarvi coi soliti nemici, lungo il cammino troverete anche droni piuttosto ostili. Potreste attaccarli dal primo treno, sparando loro dalla porta o dai finestrini, risparmiando così i pacchetti di adrenalina. All’interno del secondo treno uccidete tutti (il fucile è l’ideale per farlo) e poi distruggete il computer. Mentre lascerete questo treno, vi troverete ad affrontare dei nemici dotati di lanciarazzi, eliminateli e poi spedite fuori l’OWL per distrarre gli altri nemici. Mantenete una posizione sopraelevata per ucciderli tutti, quindi proseguite verso il terzo treno che si trova sui binari più in basso, ricordandovi di fare attenzione agli altri treni che passano. Saltate attraverso il tetto del terzo treno ed uccidete tutti, poi aprite la porta della macchina dove all’interno troverete una tonnellata di bombe. Lucas ritornerà automaticamente alla navetta. Usate la minigun per sparare ai ganci che bloccheranno il treno sui binari. Più avanti sarete lasciati sul tetto del palazzo dove si presume si trovi il terrorista, usate i rifornimenti per ripristinare le munizioni e scambiate la minigun per un fucile, prendete anche il C4 ed irrompete dal soffitto di vetro uccidendo gli Helghast di sotto. Qui ci sono tre stanze diverse tutte con ostaggi al loro interno, basta che vi dirigete verso una qualsiasi, non importa in che ordine. Ripulite le stanze dagli Helghast e poi liberate gli ostaggi all’interno, quando saranno tutti liberi inseguite il terrorista da una stanza all’altra, sempre uccidendo gli Helghast, trovandovi poi su una corda che spunta dalla sua nave per la fuga. Usate la pistola per uccidere i nemici che sbucano fuori e salite la corda quando richiesto premendo la levetta sinistra “su”. Raggiunta la cima della corda, preparatevi ad un breve QTE (cliccate la levetta destra).

CAPITOLO 5: THE HELGHAST

Dopo il checkpoint, seguite le istruzioni per il treno, quindi salite sul treno ed aspettate che Lucas si equipaggi automaticamente col dispositivo EMP, che userete quando vi verrà richiesto; quando appare il pulsante sullo schermo, cliccate sulla levetta analogica destra per eseguire un attacco ravvicinato. Lasciate il treno. Avrete un vantaggio in altezza sul primo gruppo di nemici che incontrerete, quindi fate fuoco su di loro ed inviate il vostro drone all’attacco, poi scendete ed eliminate i ritardatari. Fatevi strada verso il primo obiettivo, la console. Fate attenzione agli angoli e quando vedrete la console usate l’OWL per distruggerla, quindi riparatevi ed uccidete i nemici. Ascoltate l’audio, poi procedete verso il prossimo obiettivo, ricordando che potete premere “su” sulla croce direzionale per puntare il prossimo obiettivo ed ovviamente prendete il fucile se lo trovate. Andate alla grata di ventilazione e toglietela, quindi abbassatevi e muovetevi lungo i tubi per arrivare alla grata successiva, che toglierete per poi rifornirvi, quindi proseguite per la prossima grata dove troverete una serie di nemici. Uscite, combattete ed usate i pannelli di controllo sulle gru per avere la miglior posizione dove poter usare la zipline e raggiungere così la prossima area. Uccidete i nemici e proseguite verso il prossimo obiettivo segnalato. Dopo l’esplosione muovetevi con cautela lungo ciò che resta della struttura fino a quando Lucas rimarrà intrappolato.

CAPITOLO 6: THE AGENT

Seguite le istruzioni della voce che vi dirà esattamente come muovervi per evitare di essere avvistati dai nemici. In questo stato di debolezza, basterà un solo colpo per mettere Lucas fuori gioco. Nascondetevi nei container quando richiesto e ricordatevi che siete completamente inermi e vulnerabili. Quando incontrerete Echo, seguitela da vicino, lei collegherà i vostri dispositivi di comunicazione in modo che potete indirizzare l’altro nel fare qualcosa, come marcare gli oggetti presenti nell’ambiente. Lei per prima cosa vi chiederà di marcare la ventola, quindi cercate vicino alla parte superiore del muro il grande segnale elettronico arancione e premete L1 per marcarlo. Fatto questo, un ragno-mina striscerà fuori dal pozzo, quindi puntate il cursore su di esso, premete L1 ed usatelo per raggiungere l’altro lato della porta, premete R2 per far saltare i comandi delle porte e consentirvi così di passare. Ripetete nella stanza successiva, spostando la mina sotto il buco nella parete, quindi sovraccaricate i controlli e proseguite. Echo vi darà una pistola e vi offrirà anche il suo aiuto, consentendovi di marcare i nemici con L1 a cui poi lei sparerà. Marcate i bersagli con Echo e quando potete, sparategli alla testa con la pistola, se siete abbastanza vicini potete ucciderli con un corpo a corpo silenzioso. Ora non sarete più così vulnerabili, ma fate ugualmente attenzione, perchè sareste probabilmente sopraffatti, quindi siate furbi nelle uccisioni e resterete in buona forma. Anche le prossime due aree saranno simili. Troverete un uomo molestato dai soldati, uccideteli e lui vi offrirà un’arma dal suo container, prendetela e continuate ad usare l’aiuto di Echo ogni volta che potete. La soluzione di Killzone: Shadow Fall Arriverete in una struttura con un grande drone d’attacco a guardia dell’uscita, esso non farà nulla finchè non lo attaccherete voi, quindi riparatevi alla sua destra e lanciategli una granata EMP, poi scaricategli addosso la vostra arma più potente, quindi riparatevi per ricaricare. Lanciategli un’altra granata EMP, sparate e continuate così fino a quando avrete esaurito le granate EMP. A questo punto correte, ci sono scatole di granate EMP ovunque, quindi trovatene un pò e continuate ad attaccare il drone fino a quando subirà abbastanza danni. Andate al livello superiore ed aspettate che le guardie passino attraverso la porta per lanciare loro una granata EMP, quindi aprite il fuoco per sbarazzarvene e poter così raggiungere il cancello parzialmente aperto con un ragno-mina vicino. Prendete la mina e strisciate sotto la serranda, dirigetevi verso i controlli e sovraccaricateli, la serranda si aprirà e potrete passare. Echo vi darà un fucile da cecchino ed il vostro obiettivo sarà quello di proteggerla, basta che spariate a tutto ciò che lei marcherà. I bersagli saranno contrassegnati con un marcatore bianco, proprio come avete fatto voi prima per lei. Aspettate che Echo faccia spostare le casse sulle quali vi trovate, per andare rapidamente al portello aperto in alto, quindi scendete la scala ed aspettate che gli ATACS volino via. Avvicinatevi alla porta e sparate ai nemici attraverso lo spazio tra le sbarre, quindi salite la scaletta e la cassa si muoverà più avanti, sparate alle guardie che appariranno sui balconi. Nella zona successiva ci saranno più guardie e telecamere, usate i ragno-mina per sovraccaricare le telecamere, per poter poi eliminare lentamente le guardie mentre proseguite. Avrete di nuovo accesso all’abilità di cecchino di Echo, non abbiate paura di utilizzarla. Dirigetevi verso la torre con Echo e quando lei vi darà gli ordini, prendete la cella energetica della macchina per portarla nel luogo designato. Appariranno altri nemici e droni d’attacco. Con la torre distrutta potete comandare gli ATACS per combattere gli altri droni, marcateli quando siete al riparo e poi uccidete i soldati umani. Eliminate abbastanza droni e tutti potranno fuggire.

CAPITOLO 7: THE HANDLER

Questa missione inizia nello spazio, mentre siete nella gravità spaziale premete “X” per salire o “O” per scendere, premete “su” sulla croce direzionale per vedere dov’è il marcatore dell’obiettivo, dirigetevi velocemente verso di esso e passate attraverso il portello. Usate i tubi per scendere più in profondità nella stazione e distruggete i vari terminali di computer lungo la strada. Raggiungerete un grande portellone dal quale dovrete saltare giù, facendo attenzione ad una sorta di lame rotanti che potrebbero uccidervi. È estremamente difficile, ma una volta che capite come funziona, non è così male, basta che vi muovete a zig zag da sinistra a destra tra le lame. Quando raggiungerete il fondo, troverete dei nemici da combattere. Spesso i nemici in questa missione useranno degli scudi a schieramento o che ricopriranno i loro corpi, per disattivarli potete scorrere a sinistra sul touchpad, puntare i nemici e premere L1 per inviare loro il drone che colpirà gli scudi rendendoli inutili, oppure potete usare la rail-gun che sarete costretti a portare con voi in tutto il livello. Noterete che se passate ad una qualsiasi altra arma, non funzionerà, passerete automaticamente alla rail-gun. Premete “giù” sulla croce direzionale per estendere la rail-gun e poi R2 per caricare la sua esplosione, se tenete premuto R2 abbastanza a lungo, l’esplosione manderà in corto circuito gli scudi dei nemici, rendendoli vulnerabili. Con gli attacchi ravvicinati riuscirete ad ignorare gli scudi e ad uccidere i nemici, quindi se non avete il tempo di caricare la vostra rail-gun o di usare il drone, o non hanno subito troppi danni, potrebbe essere una buona strategia caricare direttamente il nemico con un coltello. Mentre vi spostate nella prima area aperta, troverete delle scatole che sparano fuori dei fastidiosi ragno-mina, usate il drone per disattivare questi dispositivi, oppure eliminateli voi stessi. Dovete assolutamente eliminarli altrimenti non solo vi impedirebbero di raggiungere i vostri obiettivi, ma anche di avere un buon posto in cui ritirarvi per evitare di saltare in aria. Ci sono contemporaneamente due obiettivi diversi, ed entrambi richiedono che voi usiate un pannello di controllo. Quello più vicino all’ingresso lo potete vedere dalla finestra e mandare il drone, ma vi consiglio di irrompere dalle vetrate ed usare questo luogo per uccidere i nemici a distanza. C’è anche un oggetto da collezione qui, per il quale vale la pena di entrare in questa stanza mentre il drone sta colpendo. Il secondo obiettivo è praticamente lo stesso, ma molto più sorvegliato. Quando avrete premuto entrambi i pulsanti, andate alla grande botola aperta in mezzo alla stanza, scendete ed usate il drone per distruggere la porta successiva. In quest’altra zona camminate in cerchio fino a trovare il pannello che farà estendere il ponte, usatelo e poi lanciate le granate EMP attraverso le porte dove ci sono i nemici dietro, quindi uccideteli e state attenti a quando superate la porta seguente, perchè ci sarà un nemico con fucile che avrà la tendenza di colpire sulle scale non appena ci passate. La prossima grande sala aperta vedrà dei nemici distribuiti sulle torrette e sarà difficile trovare una copertura decente. State in cima all’approdo e cercate di eliminarli da lontano meglio che potete, usate anche le granate ed il drone, che sarà particolarmente efficace nel far fuori le torrette se siete nel raggio d’azione giusto per poterlo usare. Dovrete farvi strada attraverso un corridoio pieno di nemici dotati di fucile da caccia, quindi vi consiglio di raccoglierne uno da un nemico morto. Questa sala condurrà in un’altra area simile alla stanza che avete appena ripulito, quindi eliminate anche questi nemici e poi troverete il laboratorio, i nemici entreranno nella stanza quindi sparate fuori dalla finestra ed andate nello spazio aperto. Massar sarà in un trasporto che collega una parte della stazione all’altra, vi attaccheranno dei grandi gruppi di droni, quindi puntate il cursore su di loro e premete R2 per sparare degli esplosivi verso di loro. Appariranno altri trasporti in linea per bloccare il progresso di Massar, fateli saltare, così lei potrà arrivare dall’altra parte della stazione. Quando appariranno i droni, concentratevi su di loro, perchè potrebbero distruggere voi ed il trasporto di Massar, mentre gli altri trasporti non faranno niente se non bloccarne il passaggio. Quando avrete fatto, preparatevi ad una delle più difficili sezioni dell’intero gioco. Portate Massar nella stanza in cui deve andare ed apritela usando l’interruttore, andate in cima alla passerella e preparatevi. Prendete l’arma per caricare e controllate la zona a sinistra (quando siete di fronte alla nave che si muove verso di voi), vedrete una scala che conduce ad una piattaforma, qui intorno ci saranno delle mine laser, un sacco di kit di adrenalina, un fucile da cecchino e molto altro. Quindi il problema non saranno le munizioni o la salute, ma la quantità assurda di nemici che appariranno, molti dei quali con scudi. C’è una minigun sulla piattaforma di prima, usatela se avete problemi di carica. La carica è molto utile in questa lotta, perchè potete usarla per disattivare gli scudi dei nemici e per distruggere velocemente le torrette. Ci saranno due intense ondate di soldati a piedi, seguiti da droni e da una navetta, ignorate quest’ultima e preoccupatevi soprattutto dei droni che potrebbero uccidere voi e tutta la vostra squadra. Quando li avrete eliminati, apparirà un marcatore arancione che vi condurrà alle torrette della navetta, salite a bordo ed usatela per massacrare tutti gli Helghast di sotto mentre cercano di ritirarsi.

CAPITOLO 8: THE DEAD

Mentre siete in caduta libera, usate la levetta destra per modificare il vostro equilibrio ed usate la levetta sinistra per guidare Lucas. Tenete le scie di fumo in vista, ma evitate di cadere nelle code dei detriti che provengono dalla superficie di Helghan. Quando raggiungerete la superficie, gli edifici crolleranno attorno a Lucas, ci saranno un paio di punti dove il terreno scenderà in modo significativo, quindi sfruttateli per guardare di sotto, poi tirate su, si tratta di un trucco usato per guadagnare quota dai piloti d’aereo e funzionerà anche per Lucas, gli servirà per arrivare alla zona di atterraggio. Oltre a preoccuparvi dell’altitudine e del crollo degli edifici, dovrete anche fare attenzione a non sbatterci contro. Quando vi avvicinerete alla zona d’atterraggio, troverete due percorsi di marcatori, uno evidenziato in rosso ed uno in blu. Seguite quello rosso per atterrare con sicurezza dove dovete arrivare, quindi scendete attraverso il buco e troverete un oggetto da collezionare sulle macerie. Echo vi istruirà sui campi anti-gravitazionali blu su Helghan. Recuperate la cella di potenza e mettetela sulla macchina come indicato, quindi sparate alla cella per creare un’esplosione la quale provocherà un grande fascio di luce blu, entrate in questa luce blu per arrivare in cima. Muovetevi tra le macerie fino ad imbattervi in quello che viene chiamato Scanner, si tratta di un enorme drone che si trova in un punto e, come dice il nome, scansiona l’area in cerchio, se esso vi avvista sparerà una serie di missili nella vostra direzione, quindi state attenti. L’obiettivo sarà quello di prendere due celle energetiche, metterle in due diversi generatori che sono collegati ai tubi principali dello Scanner, e farli saltare in aria per mettere lo Scanner fuori uso. Prima di fare tutto ciò, trovate qualche buona copertura tra gli edifici distrutti, perchè ne avrete presto bisogno. Ci sono delle celle energetiche a terra, ma se non riuscite a trovarle guardate in alto, ci sono dei droni operai che trasportano costantemente celle, sparate ad uno di loro per fargli cadere la cella, quindi basterà raccoglierla e portarla al primo generatore, calcolando il giusto tempo per evitare di essere visti dallo Scanner. Fate saltare la prima cella, poi tornate al riparo che si suppone abbiate trovato prima. Dopo aver distrutto il primo generatore, lo Scanner invierà dei droni d’attacco, distruggeteli entrambi prima di prendere la seconda cella di potenza e quindi di distruggere il secondo generatore riuscendo così ad eliminare lo Scanner. Salite sulle scale dietro alla macchina, sul secondo pianerottolo troverete un audio-log vicino ai binari. La soluzione di Killzone: Shadow Fall In cima alle scale ci sarà uno spazio stretto da attraversare, percorretelo e qualcosa comincerà a cadere sulla vostra faccia, quindi spostatevi rapidamente a destra per spostarvi dalla sua traiettoria ed essere così liberi di proseguire. Sul muro ci sarà un dispensatore di ragno-mina di cui occuparvi, poi vi troverete fuori, affacciati su uno strano sito, dall’altra parte dello strapiombo c’è un grande edificio appoggiato in diagonale, alla sua sinistra ci sarà un drone d’attacco a terra e di fronte ci sarà uno Scanner che dovrete distruggere per proseguire in sicurezza. Equipaggiate la zipline sul vostro drone usando il touchpad, puntatela verso l’edificio obliquo e, quando sarà evidenziato, usatela per raggiungere l’altro lato. All’interno dell’edificio, vicino al tetto, troverete un lanciarazzi che sarà estremamente utile, come pure le varie munizioni. Prendete il lanciarazzi ed andate sul tetto, sparate tre colpi al drone a terra e continuate, finchè sarà distrutto, poi rivolgete la vostra attenzione allo Scanner. Guardate dritti verso di lui, poi andate al generatore alla vostra destra, troverete un dispensatore di ragno-mina da eliminare, poi troverete una cella di potenza a terra o facendola cadere dal cielo, quindi fatela esplodere. Ritiratevi sul tetto dell’edificio pendente ed usate il lanciarazzi per distruggere i droni d’attacco volanti che appariranno, poi prestate la vostra attenzione sull’altro generatore, anch’esso custodito da ragno-mina. Sbarazzatevi di essi e poi distruggete anche quel generatore per disabilitare completamente lo Scanner, permettendovi di proseguire in sicurezza. Spostatevi in questo altro edificio per vedere Tyran lasciare una navetta. In questa zona ci saranno un sacco di munizioni per lanciarazzi, due droni a terra ed uno Scanner da eliminare. Usate un container (ce ne sono molti di aperti in giro) come copertura per far saltare i droni, poi prendete una cella di potenza ed usatela per distruggere il primo generatore dello Scanner. Ritiratevi in uno dei container, eliminate i droni d’attacco volanti in arrivo e poi occupatevi del secondo generatore per sbarazzarvi dello Scanner. Riunitevi ad Echo, seguitela e vi condurrà attraverso una serie di sfide gravitazionali.

CAPITOLO 9: THE DESTROYER

Usate la zipline per avvicinarvi alla base, quindi usatela ancora per superare la zona con le barricate e le armi. Uccidete l’Helghast da vicino, poi prendete il fucile da cecchino ed usatelo per distruggere i due cannoni anti-aerei che si trovano nella parte anteriore della base, quindi eliminate tutti i soldati. Il vostro obiettivo sarà quello di piazzare due cariche di C4 nei luoghi designati, quindi raggiungere quello più vicino e mettete la carica, poi raggiungete anche il secondo e piazzate il C4, qui troverete un presa d’aria in cui potete muovervi. Uscirete in una stanza piena di armi ed una minigun, prendetela prima di proseguire. Aspettate Echo per spegnere il sistema, proteggetela con la minigun e quando avrà finito, sbarazzatevi dei nemici rimanenti, poi seguitela nella zona successiva, dove dovete intercettare un treno merci per raggiungere il prossimo obiettivo. Non troverete molta opposizione, basta che uccidiate tutti e poi salite con Echo sulla piattaforma, quindi fatevi strada fra gli Helghast per raggiungere la prossima area. Echo sarà ai comandi, dandovi il tempo di prepararvi. Gettate due mine laser alla base delle porte di questa stanza, poi usate lo scanner per rilevare i nemici ed uccideteli man mano che arrivano, ci saranno un sacco di munizioni, se avete bisogno di rifornirvi. La prima porta dovrà essere chiusa, quindi prendete alcune mine laser ed uscite, eliminate la prima ondata di nemici e gettate le mine sulla loro porta, poi mandate un drone per distruggere la porta in modo che essi non possano continuare ad usarla, ed uccideteli man mano che arrivano per proteggere il drone, affinchè possa terminare il suo lavoro. Tornate da Echo e continuate a difendere la base dagli attacchi, poi dovrete fare la stessa cosa con un’altra porta che includerà anche delle guardie schermate, quindi sarà un po’ più difficile, ma sul lato luminoso ci sarà un pannello chiaramente visibile dal quale potrete uscire per ritirarvi dentro l’edificio con Echo per nascondervi e riposarvi se necessario. Quando Echo sarà andata, sarà il momento del combattimento col boss: Tyran. Usate la pistola con la quale siete bloccati con gli scudi disabilitati ed una qualsiasi mitragliatrice a distanza. Il boss sarà circondato da droni nemici, ma quello su cui vi dovete concentrare è quello che alimenta gli scudi. Dopo esservi occupati di lui, passate alla rail-gun, caricate un colpo e scoppiatelo per disattivare gli scudi, quindi aprite il fuoco. Lui ripeterà gli attacchi coi droni un paio di volte, prima di ritirarsi e gettarvi addosso dei ragno-mina, quindi restate ad una distanza di sicurezza per sparargli. Lui si ritirerà, quindi basta che continuiate a ripetere la procedura, se avete bisogno di salute c’è un pacchetto d’adrenalina ed un sacco di munizioni e granate nelle casse. Dopo averlo sconfitto, seguite Echo verso la navetta ed entrate con lei, quando sarete di nuovo nell’atmosfera spaziale premete “su” sulla croce direzionale per seguire il vostro marcatore, che renderà questi segmenti d’esplorazione a gravità zero infinitamente facili e meno frustranti. Ricordate che quando siete in questo stato avrete esplosivi illimitati, usateli per far saltare i ponti nemici e le torrette che cercheranno di colpirvi. Il marcatore vi condurrà ad una grata di ventilazione, apritela e passateci attraverso per ritrovarvi in un lungo corridoio ricco di armi, quindi equipaggiatevi con quelle che preferite prima di proseguire lungo la porta. Dall’altra parte ci sarà una folla di nemici, uccideteli tutti e dirigetevi alla prossima stanza, che sarà altrettanto piena di nemici, combatteteli andando verso nord-est, quindi scendete le scale e troverete un pacchetto d’adrenalina a terra ed una mini-gun sulla griglia. Prendete la mini-gun e mettetevi spalle al muro per affrontare i nemici che cominceranno ad arrivare a frotte, evitate di usare troppo il drone. Dopo aver ucciso una quantità assurda di Helghast, avrete un po’ di pace, ma non molta. Andate verso l’ascensore ed usate il pannello per raggiungere la passerella, quindi percorretela e guardate il filmato coi titoli di coda.

CAPITOLO 10: THE SAVIOR

Ora giocherete come Echo, armati solo di una pistola silenziata, lei non possiede un drone come Lucas ma dispone di qualche trucco e ferri del mestiere. Se premete “sinistra” sulla croce direzionale potete distribuire i vostri personali ragno-mina, se premete “giù” lei userà il suo mantello per diventare invisibile. Mentre lei è invisibile, i nemici possono ancora notare la sua presenza, se vi spostate troppo velocemente o state in piedi davanti a loro per troppo tempo, noteranno i riflessi del vostro mantello. Il primo nemico si troverà davanti alla luce della telecamere, quindi disattivate la telecamera con un ragno-drone o con uno sparo, poi uccidetelo con un attacco corpo a corpo. Ci saranno altri due nemici nelle vicinanze, uccidete quello che si trova nella vostra direzione con un unico colpo alla testa, poi uccidete rapidamente l’altro con un attacco ravvicinato prima che possa notare qualcosa. Irrompete attraverso le vetrate e passate nella bocchetta d’areazione, salite le scale e troverete un’altra guardia, uccidetela e prendete la pagina dei fumetti, poi se volete potete controllare l’alimentazione di sicurezza, ma non ci sarà niente di troppo interessante da vedere qui. Ora uscite, ci saranno tre obiettivi da affrontare, in qualsiasi ordine. Per il primo, dovete disattivare i sistemi di sicurezza che sono gli obiettivi B e C, per gli altri due dovete prendere il vostro fucile da cecchino che sarà l’obiettivo D, completando questi tre obiettivi apparirà l’obiettivo E. Vi consiglio di raggiungere prima l’obiettivo C, userete il mantello senza imbattervi in alcuno dei civili o delle guardie, se qualcuno se ne accorge avrete solo tre minuti per completare la missione prima che l’obiettivo sparisca (che non voglio chiamare per nome per evitare spoiler). L’obiettivo C è facile da raggiungere ed è custodito da un solo tizio la cui vista è pure bloccata, a volte si troverà in piedi, in vista, ma in questo caso potete semplicemente ignorarlo, saltare sui binari ed usare il pannello di controllo sul muro. Se lui non è in vista, ma si trova davanti al pannello di controllo, allontanatevi in qualsiasi modo furtivo che ritenete necessario. Ora è il momento del fucile da cecchino, l’obiettivo D, tornate su per le scale e noterete una guardia in piedi vicino al vostro obiettivo con una telecamera proprio su di esso. Disattivate la telecamera, uccidete la guardia e prendete il fucile da cecchino, poi guardate in basso per vedere un’altra guardia al centro dell’area, saltatele addosso poi nascondetevi rapidamente nel pozzo d’areazione nelle vicinanze. Aspettate di riavere l’abilità del mantello ed usatela per spostarvi tra gli alberi e trovare il pannello per l’obiettivo B, quindi usate il pannello di controllo e verrete inviati all’obiettivo E, che si trova sempre in questo settore. Rimuovete la griglia dalla parete segnata dai marcatori e dirigetevi verso la griglia curvata dalla quale avrete una vista perfetta del bersaglio di cui si parla. Premete “O” per preparare il fucile, poi il gioco punterà automaticamente al bersaglio, a questo punto basta premere R2, quando sentite che il cursore mira in un buon punto, per sparare il colpo finale.

RobyIsAwesome90

Note su - Le mie passioni più grandi sono le scienze, i giochi d'intuito e il wrestling. Mi piace recensire i giochi sia belli sia brutti ma soprattutto quelli belli perchè mi diverto di più. Sono graditi i commenti e se volete chiedermi di recensire qualche gioco fatelo pure perchè sarò ben lieto di farlo.

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.