Lost Planet 3 – Soluzione
Scritto da RobyIsAwesome90 il 10 Set, 2013 ore 12:21 PM | in Giochi PS3, Playstation 3, Soluzioni | con 0 Commenti

Ecco la soluzione di Lost Planet 3:

PRIMA PARTE

Di seguito, i livelli presenti nella prima parte del gioco.

Localizzare il transponder

Dopo il breve tutorial, procedete sempre dritti fino alla strana creatura, da eliminare con il trigger destro. Avendo ucciso anche il suo “compagno”, continuate a percorrere il sentiero di fronte a voi. Dopo la scena di intermezzo, liberatevi dei nemici e ricaricate l’energia. Uscite dalla caverna. Avvicinatevi al transponder, visualizzando la scena di intermezzo. Distruggete le vicine creature, mirando con il trigger sinistro.

Colpite a ripetizione dunque le creature più grandi, premendo a ripetizione il tasto A per completare la scena di intermezzo. Continuate velocemente verso il seguente obiettivo, seguendo Laroche. Comincerà dunque una procedura di escavazione, durante la quale Akrid giungerà in zona. Liberatevi delle creature in zona, prelevando anche l’energia. Procedete verso la trivella, dunque tenete premuto il tasto X per cominciare la riparazione, sfruttando gli stick analogici destro e sinistro. Completato tale obiettivo, dovrete tornare al trasportatore.

Recuperare la Piattaforma

Dopo la scena di intermezzo, procedete lungo il corridoio seguendo i vari segnali-obiettivo. Arriverete all’ascensore. Fatevi trasportare verso lo scantinato, parlando con Gale, continuando dunque verso l’arsenale. Parlate dunque con il maestro in zona, senza interagire con il vicino ascensore. Consigliamo di comprare un coltello da caccia, nonché una Shotgun (se disponete del denaro necessario). Continuate dunque verso l’ascensore, selezionando l’area principale come destinazione. Prima di recuperarlo, seguite i consigli di Gale per “provare” il suo funzionamento.

Salvare Laroche e svuotare il Contenitore di Energia

Lasciato il Coronis in zona, seguite i vari obiettivi segnati all’interno del Mech, arrivando ad un deposito di benzina. Seguite i frammenti distrutti, arrivando ad una rampa di scale. Uscite dunque, premendo il tasto B, scendendo poi le scale ed uccidendo l’Akrid che vi attaccherà. Avvicinatevi a Laroche, parlando con lui, causando l’evocazione di due Akrid. Il loro punto debole corrisponde alla loro coda, consigliamo dunque di colpirlo a ripetizione (preferibilmente con la Shotgun) per massimizzare i danni inflitti. Ripetete la medesima procedura sul successivo Akrid.

Partendo dall’area di posizionamento di Laroche, seguite Akrid all’interno della caverna. Dovrete qui prestare attenzione ai “sacchi” esplosivi prodotti dagli Akrid; schivandoli, riuscirete a raggiungere la “sorgente” di T-Energy posta nei pressi della zona finale. Sparate dunque a tutte le sacche esplosive che la circondano. Prestate dunque attenzione al “produttore” di Akrid sul muro, polverizzandolo. Prelevate il contenuto della vicina cassa, recuperando le munizioni. Tornate dunque alla piattaforma, uscendo dalla caverna lungo la via da cui siete giunti, fino ad essere interrotti da un messaggio radio. Dovrete dunque fare ritorno alla piattaforma. Ignorate l’Akrid, continuando a procedere verso l’interno della piattaforma. Entrate nella prima stanza, premendo il trigger sinistro e ruotando lo stick analogico sinistro in senso orario.

Continuate verso la seconda zona di gioco, cercando di ripetere il processo precedente. Non appena verrete informati a riguardo dei problemi in zona, dovrete uscire dal Mech, premere B ed avvicinarvi a piedi all’apparecchiatura. Premete X per cominciare le riparazioni.

Completata la riparazione, tornate all’interno della piattaforma e riposizionate l’apparecchiatura contro le tempeste. Tornate da Coronis, per poi andare a parlare con Braddock.

Localizzare la nave di osservazione

Tornate alla piattaforma, uscendo poi nuovamente all’esterno, fino a raggiungere il burrone. Premete B per uscire, continuando dunque a lato e rotolando per poi proiettarvi verso il gancio. Dunque, scendete. Parlate con gli scienziati in zona, dunque avvicinatevi al modulo di supporto vitale, riparandolo. Proiettatevi dunque verso la parete, sfruttando l’uncino per raggiungerla. Premete ora a ripetizione il tasto A per muovervi verso la copertura. Liberatevi dei vari Akrid presenti in zona, dunque saltate aldilà della copertura premendo lo stick analogico sinistro. Uccidete i soggetti che giungeranno nella stanza, rotolandovi per evitare i loro esplosivi.

Colpite il componente speciale visibile al centro della stanza, usando la pistola. Uscite dalla caverna, liberandovi dell’Akrid all’esterno. Sfruttate l’uncino per salire ulteriormente, uccidendo anche quest’altro Akrid. Muovetevi ancora avanti lungo il burrone. Recuperate la registrazione alla sua fine, completando così la missione. Tornate dunque alla piattaforma, conducendola verso la zona “apposita”. Continuate a camminare, fino all’arrivo della tempesta e conseguente congelamento. Equipaggiate il fucile più potente a vostra disposizione, cercando di respingere i nemici. Colpite dunque i blocchi di ghiaccio che coprono la piattaforma, prestando attenzione all’Akrid che attaccherà in continuazione.

Tornate dunque alla piattaforma, camminando verso la caverna, cominciando poi a scendere. Vi troverete di fronte ad un Akrid di dimensioni enormi, dotato di due piccole code e una grande bocca. Come nel precedente caso, le due code sono il suo punto debole, dunque consigliamo di mirare ripetutamente in loro direzione. Recuperate anche la cassa di munizioni visibile a terra, usando anche l’uncino per battere velocemente in ritirata. Appena la via sarà libera, posizionate il tutto tenendo premuto il tasto B.

SECONDA PARTE

Di seguito, i livelli inseriti nella seconda parte del gioco.

Sezione Introduttiva

Procedete verso la piattaforma, procedendo dunque lungo la neve. Svariati Akrid attaccheranno, partendo dal burrone. Liberatevene inizialmente colpendoli con la “trivella”, usando poi la trivella per rompere il ghiaccio formatosi attorno alla stazione. Entrate dunque nella vicina caverna. Muovetevi avanti per evitare gli Akrid. Non appena noterete l’indicazione riguardante il trigger destro lampeggiare sullo schermo, premete il trigger stesso a ripetizione per contrastare gli attacchi degli Akrid. Sfortunatamente, la stazione non funzionerà, dato che il generatore deve essere riparato. Prima di farlo, consigliamo di eliminare gli Akrid in zona, per poi riparare il generatore, salire le scale e usare la console per attivare la stazione del tram.

Percorrete dunque la caverna a voi più vicina, dopo aver comunicato con il quartier generale. Muovetevi attraverso il tunnel, arrivando all’Akrid sul lato opposto. Sfruttate l’uncino per arrivare alle piattaforme attorno a voi. Giunti in cima, potrete uscire dalla caverna, arrivando alla seconda stazione di controllo. Procedete verso l’interno, girando l’interruttore. Procedete dunque lungo il lato del burrone, ignorando l’Akrid. Continuate verso la terza stazione di controllo, dunque la quarta, percorrete poi la caverna respingendo gli attacchi subiti da Jim. Liberatevi velocemente dei nemici volanti in arrivo, colpendoli con la Shotgun, facendoli esplodere in piccoli pezzi. Sfruttate dunque una granata per polverizzare l’emettitore di mostri, muovendovi ancora verso l’interno della caverna.

Vi troverete ora a combattere contro svariati Akrid volanti. Quando/se riusciranno a mettere Jim Ko, dovrete completare un veloce evento quick-time premendo velocemente il tasto A, mirando poi il reticolo sullo schermo verso l’Akrid volante e premendo i trigger. Cercate dunque di mantenere la Shotgun sempre caricata al massimo, colpendo tutti i presenti non appena si avvicineranno in maniera “eccessiva”. Giunti nei pressi del vicolo cieco, sfruttate la successiva console, per poi usare l’uncino per muovervi lungo il burrone, arrivando alla quinta stazione di controllo. Premete l’interruttore in zona, tirando dunque la vicina leva per causare un riallineamento dei binari. Continuate avanti lungo la caverna, raggiungendo una successiva ampia zona di gioco. Correte verso il meccanismo parzialmente distrutto, riparandolo e attendendo dunque l’arrivo del granchio gigante.

Prelevate dunque i contenitori di munizioni in zona, e schivate i colpi del granchio. Attendete dunque che una delle sue tenaglie rimanga bloccata nella neve, posizionatevi dunque dietro ad essa e sparate al pezzo di carne arancione che sarà ora visibile. Ripetete dunque la procedura, fino a che entrambe le tenaglie saranno state colpite e distrutte.

Cercate dunque di lanciare una granata esattamente nella bocca dell’avversario, facendolo esplodere dall’interno, causando una grande quantità di danni indiretti. Continuate verso la schiena del granchio, cominciando a sparare del ghiaccio sulla schiena. Causerete dunque la comparsa dei suoi punti deboli, proprio sulla schiena. Continuate a colpire tali zone, fino alla sua morte. Entrate nella stazione, riattivandola. Sfruttando la console, prendete il file audio dal tavolo, chiamando dunque la piattaforma. Uscite e recuperate la piattaforma, continuando verso la console. Interagite con l’interruttore premendo il trigger sinistro, dunque ruotate lo stick analogico sinistro riposizionandolo in maniera corretta.

Verrete dunque attaccati da un altro granchio nemico gigante. Premete il trigger destro quando vi verrà indicato, dunque tenete premuto il trigger sinistro per prendere possesso di una delle braccia. Girate verso l’alto lo stick analogico sinistro, mirando poi la “trivella” verso il punto debole arancione. Tenete premuto il trigger destro, usando la trivella sul braccio del granchio. Ripetete dunque la procedura, fino a che un braccio cadrà giù. Ripetete il tutto sul secondo braccio. Saltate fuori dalla piattaforma, dunque ripetete la strategia di prima, colpendo la schiena del nemico. Interagite anche con la parte bassa della piattaforma, ottenendo accesso all’armeria, e facendo dunque ritorno alla piattaforma, nei pressi del porto.

Muovetevi dunque lungo la piattaforma, superando l’area nevosa, fino a quando il canyon diventerà troppo stretto. Saltate dunque verso l’esterno, continuando avanti. Conversate ora con il Dr. Roman, per poi prendere il vostro Mech e procedere giù lungo la collina. Eliminate gli Akrid lungo il percorso, saltando fuori dal mech alla sua fine. Liberatevi degli Akrid rimanenti, dunque guardate verso l’alto e agganciatevi al cavo che conduce alla caverna. Sfruttate l’uncino per arrivare alla piattaforma sottostante, dunque continuate verso la successiva caverna. Liberatevi degli Akrid ed equipaggiate la pistola, tenendo poi premuto il tasto X. Mirate alle uova e tenere premuto il trigger destro per effettuare uno scan del DNA. Tornate da Roman. Tornati nella piattaforma, procedete verso la vostra destinazione, respingendo gli Akrid che vi attaccheranno mentre vi muovete lungo la caverna. Arrivati nei meandri della caverna medesima, uccidete l’Akrid in grado di “sputare” l’esplosivo, continuando dunque verso il lato opposto.

Quando la piattaforma verrà bloccata dalla “forma” del livello, saltatene fuori e usate il vicino uncino per arrivare in alto. Fatevi strada sotto al tubo, prelevando il componente ivi presente. Spaccate il ghiaccio, localizzando degli altri componenti. Svariati Akrid cominceranno dunque a scendere verso di voi. Uccideteli in massa, usando preferibilmente la Shotgun. Se possibile, consigliamo di “mirare” verso la parte inferiore del tubo, causando in tal modo un’esplosione che vi permetterà di eliminarli in gruppo.

Tornate dunque alla piattaforma, facendo ritorno al quartier generale. Continuate verso l’ascensore, facendovi trasportare verso il basso e parlando poi con Gale. Consigliamo inoltre di fermarvi nei pressi del negozio del maestro, così da comprare delle nuove pistole e/o cannoni. Tornate dunque al pontile principale, risalendo sulla piattaforma appena possibile.

 

Localizzare la tasca termica

Uscite da Coronis, attivando dunque il menù per il viaggio “veloce”. Scegliete dunque di procedere verso Bailey’s Crossing. Giunti in zona, procedete verso l’alto sfruttando i vari “segnalatori” di obiettivi come guida per la direzione corretta.

Superate dunque la tempesta. Giunti aldilà di essa, spaccate i muri di ghiaccio, per poi andare a localizzare il simbolo di colore bianco sulla vicina piattaforma; indica la possibilità di usare il vostro nuovo “gancio” per proiettarvi aldilà del burrone; premete il trigger sinistro per effettuare il lancio.

Utilizzate dunque l’uncino, avvicinandovi alla piattaforma e premendo a ripetizione il trigger sinistro per continuare a procedere nella caverna. Liberatevi degli Akrid che vi attaccheranno, procedendo poi verso destra. Distruggete l’emettitore di Akrid, dunque usate l’uncino per salire e liberarvi dell’Akrid esplosivo. Muovetevi lungo i tunnel, cominciando ad inseguire il sabotatore, raggiungendo una stanza caratterizzata dalla forte presenza di energia. Verrete dunque attaccati da un enorme granchio nemico. Dovrete, in questo frangente, prestare forte attenzione alla capacità del granchio di “lanciare” la sua chela verso di voi; in quei momenti dovrete rotolare all’indietro per evitarla. Gli svariati contenitori di munizioni presenti in zona dovrebbero facilitarvi la riuscita della vostra strategia. Dirigetevi dunque verso la seguente zona di “estrazione” dell’energia.

Procedete attraverso le porte anteriori, muovendovi lungo i corridoi e seguendo i segnalatori fino a raggiungere delle porte chiuse; premete B per aprirle. Liberatevi del Facehugger tramite continua pressione del tasto A, colpendolo poi con il trigger destro per tre volte così da terminarlo in maniera definitiva. Muovetevi nuovamente dritti lungo l’area di gioco. Raggiungerete la stanza del generatore. Fatevi strada verso l’interruttore, così da disattivare il generatore stesso. Fate dunque ritorno alla stanza “principale” di generazione, tirando la leva di sicurezza e uscendo attraverso le successive porte.

La Fuga

Avvicinatevi all’ampia porta alla fine della stanza. Sfruttate il vicino pannello di controllo, premendo il tasto B. Procedete lungo le zone-obiettivo arrivando ad un altro pannello di controllo, che vi permetterà di aprire una successiva porta, entro la quale dovrete procedere. Prendete dunque il log audio accanto ai corpi morti, dopo essere passati attraverso la porta. Giunti alla successiva stanza, dovrete liberarvi dei Facehugger usando la pistola. Seguite dunque le varie zone-obiettivo, osservando dunque la successiva scena di intermezzo.

Ve la dovrete dunque vedere con delle specie di enormi centipede; essi sono specializzati negli attacchi a lungo raggio, sparando dei proiettili a forma di siringa. Se disponete di armi a lungo raggio, consigliamo di posizionarvi in una zona sicura, colpendo i nemici da lontano. Invece, nel caso in cui non abbiate solo la Shotgun, sarà necessario rischiare un po’ e avvicinarsi per colpire l’avversario. Quando i nemici saranno morti, potrete muovervi verso il pannello di controllo. Riparatelo, dunque continuate dritti avanti lungo l’area di gioco. Il pavimento cadrà a pezzi, ma voi vi potrete proiettare verso il vicino uncino. Muovetevi dunque lungo il vicino tubo, che ora funge da ponte, e usate l’uncino per continuare la vostra esplorazione.

Giunti in cima, localizzerete una stanza completamente coperta da una luce blu. Cercate di rimanere sul retro, liberandovi immediatamente dei Facehugger e procedendo poi verso la più vicina stanza, collocandovi dietro la copertura e liberandovi degli Akrid a forma di centipede presenti in zona. Muovetevi dunque lungo le caverne di ghiaccio, arrivando ad un secondo pannello di controllo. Sfruttatelo, attendendo dunque l’apertura della porta a voi vicina, da cui giungeranno svariati Akrid. Cercate di mantenere la posizione mentre li uccidete, per poi procedere lungo la porta. Localizzate dunque le sacche esplosive, distruggendole prima che gli Akrid si avvicinino troppo.

Tirate dunque la leva accanto alla porta, liberandovi degli Akrid in zona e polverizzando le sacche di uova. Prelevate anche le munizioni al suolo, avvicinandovi dunque alla torretta distrutta, visibile di fronte alla porta. Riparate velocemente la torretta, tirando poi la leva, e usando la torretta medesima per respingere gli Akrid. Quando l’elettricità sarà stata riattivata, la porta dietro di voi si aprirà. Voltatevi e procedete dritti avanti, raggiungendo il pannello di controllo e usando la leva per aprire il garage. Voltatevi ed avvicinatevi alle console dietro di voi.

Localizzare il Backup

Cercate di trasferire i file, non riuscendoci. Appena cominceranno ad apparire gli Akrid, gettatevi dietro la più vicina copertura. Fate dunque ritorno al garage. Premete il tasto per disattivare il sistema di controllo, così da poter accedere alla piattaforma. Entrate, per poi fare velocemente ritorno alla precedente struttura. Usate la piattaforma per farvi trasportare verso l’alto dall’ascensore, raggiungendo poi il sistema di controllo per ottenere il backup dei dati.

Avvicinatevi al pannello di controllo, dunque respingere l’Akrid che apparirà dalla finestra. Rotolate lateralmente per evitare la lingua del nemico. Prestate anche attenzione alle grosse “uova” che verranno lanciate dal nemico, le quali vanno ad emettere dei grossi Facehugger. Consigliamo di rotolare all’indietro per porre una certa distanza tra voi e le sacche, distruggendole prima che vadano ad emettere degli Akrid. Avvicinatevi poi alla finestra, sparando verso la testa della creatura. Ripetete molte volte tale procedura, recuperando le munizioni dal terreno. Apparirà dunque un foro sulla testa del nemico; lanciate una granata al suo interno.

Completato il combattimento, seguite gli obiettivi fino all’edificio adiacente. Sfruttate il pannello di controllo e gli associati interruttori per incontrare nuovamente il boss. Il combattimento si rivelerà qui molto più semplice, dato che le “sacche” di nemici verranno lanciate con minor frequenza. Limitatevi dunque a rotolare con frequenza per schivare i colpi nemici, continuando poi a colpire la sua fronte fino a metterlo definitivamente KO. Uscite dunque attraverso la porta indicata, tirando la leva sul muro per continuare.

Il Ritorno a Casa

Uscite all’esterno. Il boss vi attaccherà nuovamente, rompendo la passerella. Premete a ripetizione il tasto A, per far tornare su Jim. Continuate a muovervi lungo la passerella, dunque lungo la successiva rampa, facendovi strada respingendo i vari Akrid nei paraggi. Consigliamo di sfruttare le granate per polverizzare i sacchi di uova in zona alla massima velocità. Salite le vicine scale, premendo dunque i tasti sullo schermo per completare l’evento quick time.

Vi troverete dunque di fronte ad uno dei combattimenti più complessi del gioco. L’Akrid in zona risulta infatti essere estremamente aggressivo, ma tenderà anche a battere velocemente in ritirata non appena tenterete di colpirlo, dunque dovrete essere massimamente veloci. La strategia generale dovrà comunque essere la medesima, ovvero distruggere velocemente le “uova” emesse dal boss, recuperare le munizioni presenti in zona, e lanciare granate in quantità.

Dopo che avrete inflitto una buona quantità di danni, il nemico batterà nuovamente in ritirata. Consigliamo di riparare il vicino pannello di controllo, per poi procedere verso la piattaforma ed entrarci. Subirete dunque un altro attacco da parte del boss; per respingerlo dovrete mirare al braccio sinistro del robot, tirare dunque il trigger sinistro per lanciare la vostra ancora, e premere i corretti tasti durante i successivi eventi quick time.

TERZA PARTE

Di seguito, i livelli inseriti nella terza parte del gioco.

Le Zone di Uccisione

Jim romperà velocemente la ventola, uscendo dalla stanza. Procedete avanti dritti, uscendo dalla zona di gioco, seguendo i vari tubi. Giunti nei pressi dell’ascensore, utilizzatelo (pressione del tasto B). Continuate a procedere, fino ai tubi. Dopo la successiva scena di intermezzo, proiettatevi lungo il filo verso l’area di gioco seguente. Saltate dunque giù, usando il pannello di controllo. Dovrete dunque procedere verso il successivo generatore, usando la piattaforma di fronte, da raggiungere tramite un gancio.

Akrid comincerà dunque ad attaccare; sfruttate la vostra nuova arma contro di loro. Procedete verso l’alto, fino al generatore, riparandolo. Tornate al pannello di controllo, proiettatevi lungo la corda, fino all’altro lato della caverna. Cominciate a procedere verso l’interno della caverna.

Liberatevi degli Akrid dunque, sparando verso le loro code. Continuate dunque verso la piattaforma, liberandola dalla presenza degli Akrid, per poi procedere alla riparazione della piattaforma medesima, e procedendo al suo interno.

Recuperare le Medicine

Tornate ora verso l’interno della piattaforma, liberandovi degli Akrid mentre continuate verso il seguente obiettivo, seguendo i “segni” visibili in zona. Ascoltate dunque la conversazione di Jim, entrando nella successiva zona, per localizzare un “lago” di lava. Il vostro obiettivo sarà dunque evitare che il vostro personaggio principale muoia a causa del caldo. Consigliamo di rimanere all’interno della piattaforma, così da evitare l’eccessivo calore (prestate attenzione alla barra arancione che segnala la resistenza al caldo di Jim). Esaminate dunque le vicine rocce, raggiungendo una zona a cui vi potrete “agganciare”. Riposizionatevi in maniera “corretta”, così da poter usare il gancio e proiettandovi avanti, liberandovi dell’Akrid sul lato opposto del lago di lava.

Seguite il percorso metallico, liberandovi degli Akrid. Dovrete dunque scendere nella vicina caverna, ove vi troverete di fronte all’ennesimo Akrid, un grande scorpione. Dovrete essenzialmente cercare di schivare la sua coda “pungente” per essere certi di avere successo durante il combattimento, sicché il suo “spuntone” vada a collocarsi al suolo. Potrete dunque colpire il suo punto debole di colore arancione.

Quando lo spuntone sarà dunque “staccato” dal corpo, lo scorpione cadrà a terra. Correte dietro di lui, continuando a colpire la sua zona arancione, così da finirlo. Aprite dunque la vicina cassa, ottenendo delle medicine. Fate ora ritorno alla piattaforma, saltandoci dentro e facendo dunque ritorno alla base. Parlate con Mira, dandole dunque la medicina.

Seguite Mira attraverso la base, parlando con lei. Procedete verso il cancello esterno, ove un Akrid sta tentando di procedere all’interno. Muovetevi dunque lateralmente per schivare i colpi del nemico, cercando al contempo di colpire i bulbi arancioni lungo il corpo dell’Akrid. Quando “aprirà” il suo scudo posteriore, potrete notare una nuova parte del suo corpo che potrà essere colpita a ripetizione. Sparate nuovamente in sua direzione, così da infliggere ulteriori danni.

Quando l’avversario sarà stato messo KO, procedete verso destra seguendo l’obiettivo.

L’Accesso all’Armeria

Procedete verso la piattaforma, ove troverete Mira. Parlate con lei, per poi entrare nella piattaforma e procedere verso il seguente obiettivo. Muovetevi dunque le zone di lava, localizzando gli Akrid volanti da eliminare. Liberatevene, dunque tornate alla piattaforma, continuando a procedere verso l’armeria. Percorretela, e uscite dunque dalla piattaforma per poi entrare nell’ascensore e ottenere l’accesso alla base che contiene la parte centrale dell’armeria.

Esplorate ora l’armeria, subendo un’imboscata da parte dell’Akrid visibile nella prima stanza. Uccideteli, per poi procedere lungo la successiva stanza. Uccidete anche qui gli Akrid, localizzando dunque la leva sul muro. Tirate la leva, combattendo dunque per raggiungere l’ascensore. Durante la vostra esplorazione, consigliamo di prestare attenzione alle “macchie” di ghiaccio presenti in zona. Superato l’ascensore, vi troverete di fronte ad un tunnel di ghiaccio. Scendete lungo tale tunnel, raggiungendo una piattaforma che deve essere riparata. Riparatela, per poi proiettarvi vanti. Raggiungerete una stanza con degli Akrid volanti. Uccideteli, procedendo verso le porte dell’armeria, che saranno chiuse.

Distruggete dunque le uova Akrid, preferibilmente dalla distanza. Procedete verso il pannello di controllo, premendo i tasti che appariranno sullo schermo. Tornate verso l’esterno, entrando nella stanza centrale, facendo partire un’altra sequenza di difesa.

In questa sequenza ve la dovrete vedere con un nuovo genere di Akrid, capace di muoversi molto velocemente e di “caricare” Jim in maniera diretta. L’arma migliore per terminarli è la Shotgun. In generale, l’obiettivo in questa zona di gioco sarà, semplicemente, sopravvivere.

Vi verrà infine richiesto di riparare l’entrata alla zona di gioco; dovrete dunque riposizionare le torrette. Dopo aver ricollocato il possibile, si riapriranno le vicine ampie porte, e voi potrete procedere avanti per fare ritorno al campo.

QUARTA PARTE

Di seguito, i livelli inseriti nella quarta parte del gioco.

Ritorno a Cornis

Parlate con Mira, dunque con suo padre. Tornate al Mech, parlate nuovamente con Mira. Ascoltate dunque le sue istruzioni mentre procedete avanti lungo le varie aree di gioco. Quando se ne andrà, tornate alla base. Liberate dunque il porto dagli Akrid, poi procedete lungo lo scantinato e percorrete le varie stanze, uccidendo tutti gli Akrid in zona. Tornati al ponte principale, fatevi strada verso il laboratorio di Korvac. Liberatevi degli Akrid ivi presenti, raggiungendo il dottore. Aiutatelo a respingere gli Akrid, poi continuate verso l’interno del laboratorio appena vi verrà indicato. Parlate nuovamente con Korvac, dunque – giunti nei pressi della vicina macchina, sparate a ripetizione fino alla sua esplosione. Tornate dunque all’hangar, parlando con i personaggi in zona.

Dovrete dunque andare a parlare con Gale, ottenendo degli “upgrade” per il vostro Mech. Procedete verso lo scantinato, continuando verso Gale. Completate le necessarie operazioni in quel di Coronis, facendo poi ritorno alla vostra zona, uscendo all’esterno e proiettandovi verso Bailey Wake.

Spostate dunque la piattaforma verso l’area che sarà indicata sullo schermo, attivando poi la modalità “trapanazione”. Dovrete ora difendere la piattaforma mentre cerca di estrarre l’energia. Avendo completato l’opera di trivellazione, tornate indietro verso l’usuale piattaforma, entrandoci poi per farla tornare alla normalità.

Verrete dunque contattati dal Dr. Roman, il quale richiederà la vostra assistenza. Tornate alla piattaforma, procedendo dunque verso Shackleton Peak.

La Tempesta

Parlate con Roman, che vi chiederà di recuperare dei dati riguardanti le tempeste. Entrate nella vostra piattaforma, procedendo verso l’ampia porta a voi vicina. Apritela usando le vostre unghie. Giunti alla seguente zona di gioco, posizionate il vostro mezzo sui binari. Procedete verso l’alto, premete l’interruttore visibile nella stanza di controllo principale. Saltate sulla nave, facendovi trasportare avanti. Usate l’ascensore per scendere, dunque cominciate a procedere verso la zona nevosa, venendo attaccati da un altro Akrid di tipo scorpione.

Infliggendo sufficienti danni, egli tornerà verso la sua caverna. Liberatevi degli Akrid volanti che appariranno in zona, per far riapparire anche lo Scorpione. Il successivo combattimento risulterà essere del tutto analogo alla sfida con il granchio che avete affrontato in precedenza; sarà necessario contrastare i suoi attacchi standard, per poi colpire a ripetizione la sua coda fino a tagliarla dal corpo. Morto lo scorpione, dovrete prestare attenzione alla torre. Sparate il gancio verso la torre, dunque uscite dalla vostra “tuta” e cominciate a respingere gli Akrid volanti che tenteranno di giungere in zona. Quando tutti i dati saranno stati prelevati, tornate alla vostra piattaforma e procedete verso l’esterno dell’area di gioco.

Tornati da Coronis, potrete ottenere un purificatore per l’acqua, richiesto dai soggetti che risiedono al campo perduto. Tornate dunque da Mira per ottenere informazioni aggiuntive, riguardanti il padre del campitano, nonché le missioni precedenti. Riportate tutti questi materiali al capitano, attivando dunque una scena di intermezzo.

La Caccia al Granchio

Entrate nella vostra piattaforma, continuando dunque verso la zona indicata sullo schermo. Scendete lungo le caverne, uccidendo gli Akrid volanti. Riparate dunque il sistema di controllo, facendo ripartire le “pompe”. Tornate alla stanza di controllo, sfruttando i controlli in zona, per poi fare ritorno alla piattaforma. Dovrete ora vedervela contro il Re-Granchio. Consigliamo di preferire inizialmente un approccio difensivo, semplicemente contrattaccando i colpi del granchio. Saltate dunque verso l’esterno, ottenendo la possibilità di sparare verso la pancia del granchio medesimo. Continuate dunque a sparare verso la pancia, fino alla morte del nemico.

QUINTA PARTE

Di seguito, i livelli inseriti nella quinta parte del gioco.

Il Deposito di Benzina

Dopo le scene di intermezzo, procedete verso lo scantinato, parlando con Gale del nuovo upgrade. Continuate dunque verso il deposito di benzina. Usate la piattaforma per attivarlo. Dovrete ora “riattivare” tutte le pompe presenti in zona. Portate la piattaforma ed interagite con le tastiere per aumentare il flusso. Verrete attaccati da alcuni Akrid, liberatevene e continuate la vostra opera di rifornimento.

La Caverna Misteriosa

Parlate con Roman, riportandovi poi verso la lava. La questione si farà ora leggermente complicata, dato che dovrete “trapanare” con la piattaforma, ma non potrete rimanere per troppo tempo nella lava. Dovrete dunque rimanere vicini alla piattaforma, mentre combattete contro l’Akrid.

Saltate dunque dentro la piattaforma, subito dopo che l’Akrid sarà stato eliminato. Entrate nella vicina caverna, ripetendo la procedura. Osservate dunque la scena di intermezzo. Avvicinatevi a Gale, dunque osservate la scena di intermezzo e procedete nell’ascensore. Muovetevi dunque lungo le successive caverne, usando poi i vari muretti di copertura per vedervela con successo con i NEVEC presenti in zona. Avendoli uccisi tutti, continuate verso la successiva caverna.

Tornati all’esterno, cominciate a salire lungo la stazione usando il gancio, esaminando le stanze di controllo per ottenere degli utili oggetti. Giunti in cima alla montagna, premete l’interruttore nei pressi del pannello di controllo, aprendo la porta accanto ad esso.

Giunti all’esterno, arriverà un soldato NEVEC. Posizionatevi dietro la più vicina copertura, sparando anche agli altri soldati, preferibilmente da lontano. Quando saranno morti, entrate nella stazione, liberatevi del resto dei NEVEC, e completate l’obiettivo interagendo con il sistema di controllo.

 

Sconfiggere Laroche

Entrate nella piattaforma, usando dunque il suo “braccio” per riposizionare il piatto. Dovrete dunque effettuare una battaglia contro Laroche, entrambi all’interno dei vostri Mech. Sfruttate il trigger destro per contrastare gli attacchi di Laroche, premendo poi il tasto X per sfruttare ulteriormente il braccio-trivella. Ripetete la procedura alcune volte, sicché la spalla di Laroche diventi visibile. Aggrappatevi ad essa con il trigger sinistro, poi colpitelo causando la comparsa del generatore sulle sue spalle. Colpite il generatore per causare danni al nemico. Lo scudo si disattiverà, e potrete dunque staccare la parte anteriore del Mech nemico premendo A ripetutamente; fatto ciò, potrete osservare la scena di intermezzo.

Mira

Dopo la scena di intermezzo, tornerete all’accampamento, usando la vicina copertura per liberarvi dei soldati NEVEC in zona, raggiungendo il sopravvissuto aldilà della copertura. Parlate con lui, entrando poi nel villaggio. Uccidete i soldati NEVEC, dunque continuate verso i seguenti sopravvissuti, ottenendo indicazioni su un nuovo obiettivo, raggiungendo i quartieri generali per poter osservare una nuova scena di intermezzo.

La Fuga dalla Cella

Prendete il comunicatore dal tavolo all’interno della cella. Avvicinatevi alla ventola, colpendola per cominciare la fuga. Continuate verso l’area all’aperto, attendendo che il “Facehugger” salti verso Jim. Liberatevene, schivando poi i vari Akridis in zona.

Localizzate il tunnel di ghiaccio, muovendovi attraverso ad esso, salendo poi lungo il pendio, causando l’automatica apertura della porta. Entrate e deviate verso destra, prelevando le armi. Cominciate a colpire i soldati NEVEC in zona, salendo dunque lungo la collina di ghiaccio, uccidendo i due nemici in cima, e saltando poi dietro la più vicina copertura, superando il corridoio seguente. Vi troverete dunque nei paraggi di altri NEVEC, sempre nel medesimo corridoio. Uccideteli prima di procedere, dunque superate il seguente cancello e saltate dietro il muretto. Altri soldati da eliminare, dunque un ascensore entro il quale entrare.

Troverete dunque di nuovo Gale. Dopo il combattimento, superate il resto dei soldati, saltando dietro la copertura e liberandovi dei soldati NEVEC. Continuate verso la stanza indicata dai “segnalatori” dell’obiettivo.

L’Entrata a Nush

Entrate nel vostro robot, procedendo verso l’esterno. Poi uscite e posizionate del C4 alla base di tutte le colonne di supporto. Dopo le varie scene di intermezzo, tornate all’interno del robot e procedete verso la caverna di Nushi, entrando. Localizzate gli oggetti gialli, che dovrete “caricare” facendo ricorso all’elettricità (premendo il trigger sinistro dopo esservi avvicinati): Arriverete infine ad un vicolo cieco. Create un “filo” usando il vostro uncino, facendovi trasportare verso la zona sopraelevata. Liberatevi dei successivi Akrid, “aprendo” dunque Nushi in maniera tale da potervi liberamente muovere con il robot.

Isenberg

Le strane “strutture” che vanno a comporre la parte interna di Nushi dovranno essere utilizzate per schivare gli attacchi nemici, cercando al contempo di rotolare spesso e volentieri. Collocatevi dunque dietro al nemico, sparando verso le aree di colore arancione sulla schiena.

Per sapere quando/se l’avversario andrà ad utilizzare i suoi razzi, consigliamo di prestare attenzione al colore della sua arma, essa comincerà infatti a “lampeggiare” in arancione. Continuate dunque a sparare verso le armi, la loro esplosione andrà infatti a causare una scossa elettrica lungo il corpo dell’avversario, e potrete poi colpire in maniera diretta il nemico. Ripetete la medesima procedura fino alla distruzione di tutti e quattro i lanciarazzi visibili sul suo corpo, focalizzandovi dunque sulle sue spalle.

L’Akrid fungerà anche da indiretto “aiuto” durante il combattimento. Si tratterà infatti di una specie di “distrazione” nei confronti degli Isenberg, sicché voi possiate attaccarli senza problemi alle spalle. Per evitare di subire gli attacchi elettrici, consigliamo di sfruttare la copertura presente in zona. Avendo distrutto le sue spalle, potrete ricominciare a sparare verso la parte anteriore del Mech, fino alla sua distruzione. Il combattimento, tuttavia, non sarà completamente finito. Isenberg vi attaccherà nuovamente e voi dovrete superare alcuni eventi quick-time per riuscire a sopravvivere. Fatto ciò, godetevi la scena finale!

RobyIsAwesome90

Note su - Le mie passioni più grandi sono le scienze, i giochi d'intuito e il wrestling. Mi piace recensire i giochi sia belli sia brutti ma soprattutto quelli belli perchè mi diverto di più. Sono graditi i commenti e se volete chiedermi di recensire qualche gioco fatelo pure perchè sarò ben lieto di farlo.

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.