Oltre la PlayStation 4: ecco la grande novità dei giochi 2013
Scritto da admin il 25 Feb, 2013 ore 09:02 AM | in Anteprime | con 0 Commenti

Una delle più grandi novità di quest’anno per tutti gli appassionati di PlayStation e videogiochi è l’arrivo della PlayStation 4, ma potrebbe arrivare un altro importante rinnovamento nel settore video ludico. Si stanno infatti muovendo in una stessa direzione importanti nomi, come Jeff Bezos di Amazon, Eric Scmidt di Google, Chris DeWolfe (tra i cofondatori di Myspace), m anche Mark Pincus di Zynga: tutti grandi nomi della Silicon Valley, che stanno investendo, chi tempo, chi denaro, nello stesso business. Quale? I casino ed il poker online, ma in una veste diversa da quella che abbiamo visto sino ad oggi.

Pensate ad esempio di poter scommettere sull’esito di una partita giocata online su qualche noto titolo di simulazione calcistica; oppure di vincere item virtuali di un qualche titolo fantasy attraverso una partita di poker a torneo; o ancora, di rivendere per soldi veri item virtuali all’interno di una auction house di un gioco di ruolo online. Queste cose le vedremo in futuro, ma in parte stanno già accadendo: pur non essendo (almeno per ora) un titolo per PlayStation, Diablo 3 ha introdotto al suo interno proprio una casa d’aste in cui si possono vendere o comprare item virtuali per soldi reali, anche se con le opportune limitazioni.

Ed è proprio su questo connubio tra videogiochi, scommesse e poker online che stanno investendo le società tecnologiche americane. In prima fila in questo ambito è stata Zynga, l’azienda che ha sviluppato giochi come FarmVille, CastleVille, ma anche Zynga Poker, la più grande poker room (gratuita) al mondo. Dopo aver raccolto milioni di giocatori nelle sue poker room online, il management di Zynga si è accorto che mentre un giocatore “casual” di giochi gratis frutta in media 2$, un giocatore di poker con soldi veri te ne può generare ben 1800. Ecco quindi che tutto inizia con Zynga, che, forte del suo bacino di giocatori casual, cercherà di convertirne almeno un po’ in giocatori “real money”. Per questo, ha già chiesto una licenza per il poker online in Nevada.

Ma se Zynga ha scelto la via più facile e più ovvia, grosse società tech della Silicon Valley si stanno preparando per rendere più social il poker ed i giochi di casinò online, mentre altre ancora stanno cercando di reinventare giochi esistenti, o di crearne completamente nuovi, introducendo al loro interno una componente di azzardo: partite di poker, case d’asta, ma anche roulette e slot machine per vincere oggetti virtuali o decidere il percorso del gioco. Potrebbe essere tutto questo e molto altro la grande novità per i giochi per questo 2013, ma tutto dipenderà dalle leggi: permetteranno infatti l’introduzione di questi elementi di azzardo nei giochi tradizionali? E se sì, quali potranno essere i limiti?

admin

Note su - Adoro la natura, gli animali, i paesaggi e tutto ciò che è storico. Nel contempo l'informatica insieme alla numismatica e allo sport rappresentano le mie passioni più grandi.

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.