Red Dead Redemption Undead Nightmare – Soluzione
Scritto da RobyIsAwesome90 il 11 Mar, 2014 ore 08:32 PM | in Giochi PS3, Playstation 3, Soluzioni | con 0 Commenti

Ecco la soluzione di Red Dead Redemption Undead Nightmare:

Love in the Time…

Dopo l’introduzione, vi verrà assegnato come obiettivo l’uccisione dello zio. Se avete familiarità con gli zombie, saprete che l’unico modo per eliminarli consiste nello sparare alla testa, dunque mirate con una certa cura, per evitare di sprecare proiettili. Fortunatamente, lo zio non si muoverà più di tanto e non tenterà neppure di attaccarvi, dato che si tratta dell’inizio del gioco. Morto lo zio, passate ad Abigail; dovrete forzatamente assistere ad una scenetta prima di poter ricominciare a sparare; John non vuole uccidere Abigail, dunque inseguitela lungo il percorso che andrà a creare. Dato che questa prima missione è simile ad un tutorial, riuscirete ad eliminarla con una certa facilità. La vittoria vi andrà ad assegnare diversi oggetti e diversi vestiti.

Curious Tales from Blackwater

Dovrete viaggiare verso Blackwater per localizzare un dottore. Giunti a destinazione, noterete come la città sia completamente deserta, è rimasto solo Harold MacDougal, parlate con lui. Ripreso il controllo del vostro personaggio, dopo la conversazione, sarete attaccati da Nastas – eliminatelo prima di procedere. Correte poi lungo il vicolo e raggiungete il punto segnato sulla mappa, dove potrete incontrare una giovane donna che vi parlerà delle sue esperienze con l’apocalisse zombie. Vi donerà anche una torcia, con la quale vi verrà suggerito di bruciare gli zombie che popolano il cimitero. Vi chiederà anche di eliminare Mordecai, suo zio. La torcia si rivelerà un’arma piuttosto potente nel corpo-a-corpo. Raggiungete dunque il cimitero di Blackwater, andando a localizzare la bara dietro alla chiesta, segnata con un puntino di colore giallo. Colpite il triangolo per cominciare la combustione; appariranno in scena diversi non-morti, che vi attaccheranno, nonché altre quattro bare che per essere annientate devono essere incendiate.

Dato che gli zombie possono essere rigenerati continuamente dal gioco, consigliamo di focalizzarvi sulla distruzione delle bare tramite fuoco. Solo dopo potrete uccidere tutti gli altri non-morti presenti in zona, chiaramente sempre e comunque mirando alla testa (o servendovi ancora della torcia, se non disponete di sufficienti munizioni). Apparirà dunque finalmente Mordecai, lo zio della ragazza. Il metodo di eliminazione che dovrete seguire rimane sempre il medesimo: colpi ravvicinati tramite fiamma, e Dead Eye quando possibile. Evitate di “rinchiudervi” in un angolo, nonostante il combattimento sia semplice potreste avere dei problemi a sopravvivere in condizioni particolarmente claustrofobiche. Mordecai appartiene ad una tipologia di zombie completamente nuova, denominata come “Bruiser”: si tratta di zombie molto potenti in grado di “caricarvi”; colpendovi, vi metteranno KO per qualche istante, e il vostro personaggio non risponderà ai comandi. Consigliamo un utilizzo immediato del Dead Eye, per rendere Mordecai completamente inoffensivo prima che possa effettuare un attacco come quello sopra descritto.

Dopo aver ripulito per bene il cimitero, fate ritorno a Blackwater, dove potrete trovare diversi sopravvissuti su un tetto dall’altro lato della strada rispetto alla stazione dei treni. Stanno chiaramente cercando di respingere un gruppo di zombie. Potrete scegliere se fornire delle munizioni ai sopravvissuti, oppure uccidere voi stessi gli zombie aggressivi. Noi consigliamo la seconda, dato che a questo punto del gioco non dovreste disporre di un arsenale ben fornito: è più facile colpire gli zombie con la vostra torcia, senza dunque andare a sprecare inutilmente delle preziose munizioni. Liberata la città, procedete lungo la strada principale per localizzare altri sopravvissuti. Noterete subito una famiglia sopra un tetto, riconoscibile dal vociare (è in atto un litigio). Poco più avanti, nelle stesse condizioni, un altro gruppetto – che non consentirà a John di avvicinarsi, hanno troppa paura di un contagio. Dopo aver parlato con loro, potrete andarvene da Blackwater, in cerca di Seth Briars o Nigel West Dickens.

 

Get Back in that Hole, Partner

 

Potrete facilmente localizzare Seth nei pressi dell’Old Bacchus Place, esattamente a sud di Thieves Landing, lungo il percorso del fiume. Arrivati in zona, vedrete Seth che gioca a carte con Moses, un non-morto. Dopo la conversazione, il vostro obiettivo diventerà “ripulire” altri tre cimiteri dei dintorni, partendo dalla Coot’s Chapel: bruciate tutte le bare in zona, e dunque eliminate gli zombie (senza aver distrutto le bare, gli zombie continueranno a rigenerarsi, dunque subordinate sempre la loro eliminazione alla distruzione delle bare).

Passate poi a Tumbleweed, e dunque a Odd Fellow’s Rest – in quest’ultima zona, i Bruiser e i Bolter saranno più numerosi, dunque cercate di risparmiare il vostro Dead Eye così da non essere colti di sorpresa da un’ondata di zombie non facilmente affrontabili. Completata la pulizia dei tre cimiteri, tornate da Seth. Lo troverete in compagnia di un altro gruppetto di non-morti. Dopo la conversazione, vi verrà assegnata una nuova missione.

A Cure for Most of What Ails You

 

Per poter prendere parte a questa missione, dovrete inizialmente dirigervi verso Fort Mercer. Date le potenti difese di cui il forte è dotato, non è stato ancora invaso dagli zombie, dunque non dovrete preoccuparvi di salvare eventuali sopravvissuti. Al suo interno, potrete parlare con Nigel Dickes. Durante la chiacchierata, verrete interrotti da una scena all’esterno del forte: un uomo che viene attaccato da un folto gruppo di zombie, apparentemente attirati dal tonico di Dickens. Vi chiederà dunque di andare a recuperare alcuni ingredienti necessari per “perfezionarlo”. Un messaggio interno al gioco vi dirà che il Desert Sage potrà essere recuperato nei pressi di Gaptooth Ridge, mentre la Violet Snowdrop nei pressi di Tall Trees. Scegliete uno di questi due posti ed esaminate con attenzione le piante nei dintorni. Se possedete una mappa di sopravvivenza, potrete utilizzarla per velocizzare la ricerca (che comunque non dovrebbe impiegarvi una quantità di tempo eccessiva).

Consigliamo anche, a questo punto, di cercare uno dei quattro cavalli dell’apocalisse (solitamente rintracciabili nei pressi di New Austin, ma anche proprio nei dintorni di Gaptooth Ridge e Tall Trees). Si tratta di cavalli dotati di altissimi livelli di resistenza e di HP, ottimi per contrastare le orde di non-morti senza correre eccessivi rischi. Comunque, dopo aver visitato le due zone ed aver recuperato tutti i fiori richiesti, tornati da Nigel West Dickes, proprio a Fort Mercer. Dopo una breve chiacchierata, vi fornirà il Phosphorous Coating, una formula che potrete combinare con i vostri proiettili, e che vi consentirà di “infiammare” i vostri zombie, letteralmente; in tal modo, non dovrete più preoccuparvi di doverli colpire in viso: qualsiasi parte del corpo andrà bene. Vi chiederà anche di dare un’occhiata al negozio di Riley, per recuperare alcuni pezzi potenzialmente utili. Date dunque un’occhiata al cumulo di rifiuti che corrisponde all’icona segnata sulla mappa. Tornati da Nigel, vi donerà il Blunderbuss, serve per utilizzare le parti del corpo dei non-morti come armi. Prima di andarsene definitivamente, Dickens vi dirà anche che potete unirvi a lui nella sua corsa verso il Messico, incontrandolo a Solomon’s Folly.

American Imperialism

Dopo aver completato la quarta missione, potrebbe essere necessario un po’ di tempo per attivare anche questa, dunque attendete la sua comparsa all’interno del vostro “diario”. Raggiungete poi Solomon’s Folly, dove potrete incontrare Nigel. Apparentemente, non è riuscito a fuggire in Messico, causa chiusura dei confini da parte dei militari. Vi chiederà di andare a recuperare un’uniforme dai soldati che si nascondono nei pressi dello Scratching Post. Raggiunta la zona, potrete scegliere se aiutarli nella difesa dall’attacco degli zombie, o tentare direttamente di rubare l’uniforme (chiaramente, in tal caso dovrete combattere contro i soldati). Noi consigliamo la prima opzione, perché i soldati sono molto più forti dello zombie “medio”, dunque potreste trovarvi in seria difficoltà volendo tentare di combatterli in maniera diretta. Una volta dotati dell’uniforme, raggiungete la stazione dei treni nei pressi di Benedict Point. Troverete lì altri soldati, sotto attacco da parte di un secondo gruppo di non-morti. Dovrete dunque difendere il treno, fino a che sarà pronto alla partenza. Dovreste ora aver acquisito sufficiente esperienza nella gestione degli zombie, ma nel caso in cui vi mettano in difficoltà, potrete comunque nascondervi all’interno del treno, sicché gli zombie vengano verso di voi uno ad uno, rendendo più semplice la loro sistematica uccisione. Cercate di sfruttare al massimo i soldati americani vostri alleati.

Dopo che l’ultimo zombie sarà stato azzerato, John salirà sul treno e viaggerà verso i confini del Messico. Diversi gruppi di zombie cominceranno ad apparire lungo le rotaie, cercando di aggredirvi. Inizialmente, non sarà un gran problema, dato che il treno è molto più veloce dei non-morti. Dopo un po’ però si uniranno i Retchers agli zombie “standard”: sono in grado di sputare acido verde, che infligge seri danni ai vostri personaggi. Consigliamo di nascondervi nei pressi della pila di tronchi contenuta all’interno del vagone: disponete di una mira e di un raggio d’azione delle armi sufficiente ad uccidere la minaccia non-morta anche da questa postazione, con la dovuta calma. Giunti al confine, dovrete vedervela con un posto di blocco. Mentre i soldati cercheranno di distruggerlo, un gruppo di zombie apparirà nei pressi del treno. Diversi soldati fuggiranno, in preda al panico; alcuni rimarranno proprio per respingere gli zombie in arrivo. Dato che il gruppo di nemici è estremamente “fitto”, saranno sufficienti due colpi del Blunderbuss per eliminarne la gran parte.

Tornate poi al treno e disattivate il freno, sicché il tutto vada ad infrangersi contro il posto di blocco, e voi possiate arrivare in Messico senza problemi.

Mother Superior Blues

Subito fuori Las Hermanas troverete Mother Superior, che cerca di eliminare uno zombie – aiutatela. Poi parlate con lei, chiederà a John di salvare la cittadina e le suore sue residenti. Las Hermanas è assolutamente piena di zombie, dunque cercate di conservare le vostre munizioni, servendovi delle passerelle dislocate lungo tutti i marciapiedi e tetti principali come punti d’accesso per non essere “distrutti” dagli zombie stessi. Accertatevi anche di trovare una sufficiente quantità di munizioni, poi datele ai sopravvissuti per non perdere troppo tempo. Non ci sono altre particolari indicazioni che possono essere fornite per riuscire a ripulire la città, solo la vostra esperienza. Distrutti tutti gli zombie, tornate da Mother Superior, la quale vi ringrazierà per aver aiutato le suore. Vi fornirà anche delle indicazioni, alla vostra richiesta di sapere cosa, secondo lei, sta causando l’arrivo in zona di tutti questi zombie. Dopo la conversazione, vi chiederà di portarle un soggetto che è stato recentemente “convertito” a non-morto, per poter effettuare degli esperimenti.

Non è difficile quanto sembra: sarà sufficiente trovare uno zombie che non sia un Bruise, Bolter o Retcher. Riportatelo poi da Mother Superior, la quale spruzzerà dell’acqua santa sul non morto. Apparentemente, i risultati sono buoni, dunque vi verrà chiesto di andare a “ripulire” il cimitero utilizzando dell’acqua santa (una specie di Molotov). Sepulcro è identico agli altri cimiteri visitati, dunque non dovrebbero esserci troppi problemi. Distruggete le bare (infiammandole), poi passate agli zombie. Consigliamo di saltare aldilà del muro, eliminando gli zombie mentre rimanete fuori dal cimitero (i non-morti non possono superare i muri). Alla fine, tornate da Mother Superior, per ratificare la fine della missione.

 

A Civilized Man

Dopo qualche giorno dal completamento della missione collegata a Sepulcro, potrete notare nuovamente l’icona di Mother Superior nei pressi di Las Hermanas. Spostandovi in zona, parlate con lei, vi parlerà di come una delle suore le abbia riferito che il responsabile della presenza degli zombie è Abraham Reyes. Dovrebbe vivere un un tempio azteco dedicato ad una dea. Procedete fino ad Escalera, e dirigetevi verso la magione di Reyes. Anche Abraham è diventato uno zombie, quando arriverete lo troverete intento ad inseguire una giovane donna.

Attenzione: Reyes è già allo stadio “Bruiser”, dunque cercate di evitare le sue spiacevoli cariche. Dovreste comunque avere accumulato sufficiente esperienza contro questo genere di avversari. Morto Reyes, la ragazzi vi dirà che fu proprio Reyes il responsabile dell’invasione degli zombie, poiché provò a recuperare una maschera in grado di assegnare poteri immensi. Per poter riportare la pace, dovrete collocare la maschera nella sua postazione originaria.

On a Pale Horse

Dopo aver ucciso Reyes, scendete lungo le scale dietro al palazzo, entrando dunque nel tunnel segreto, attraverso il buco sul muro. Raggiungerete una zona estremamente buia, dunque prendetevi tutto il tempo necessario per poterla esplorare con cura. Procedete verso l’interno delle catacombe. I non-morti non attaccheranno la ragazza, dunque non dovrete preoccuparvi di proteggerla – preoccupatevi solo di voi stessi. Usate Deady Eye e le altre armi a corto raggio per liberarvi la via da ogni ostacolo di tipo zombiesco. Ascoltate i commenti della ragazza lungo il percorso, rivelano nuove parti della storia. Recuperate l’Evans Repeater e la Shotgun semi-automatica, faciliteranno notevolmente il combattimento contro i non-morti. Il tunnel finirà non appena John e la ragazza misteriosa riusciranno a raggiungere l’enorme tempio azteco. Ve la dovrete vedere con due ondate consecutive di zombie, utilizzate tutte le armi e le munizioni a disposizione, manca poco alla fine del gioco, dunque non è necessaria particolare parsimonia.

Il buio può rendere la visione leggermente complicata, dunque tenete sempre d’occhio la mappa, localizzando i puntini rossi, facendo in modo che non siano mai disposti a cerchio attorno a voi. Usate a piacimento gli oggetti speciali disseminati lungo tutta la zona di gioco. Eliminato l’ultimo zombie, la ragazza dirà a John di riposizionare la maschera sull’altare. Raggiungete dunque il puntino giallo e procedete al posizionamento. La ragazza si rivelerà come manifestazione fisica della dea Azteca Ayauhteotl. Dirà a Marston di tornare dalla sua famiglia. Tornate dunque al ranch, troverete che Jack ed Abigail saranno tornati normali. Godetevi la scena finale “standard”, ma ci sono ancora tutte le missioni opzionali (che qui costituiscono il grosso del gioco) da completare.

Birth of the Conservation Movement

 

Per poter cominciare questa missione, dovrete raggiungere la baracca dove risiede Tanner, all’interno della foresta di Tall Trees. Per potervi accedere, è inoltre indispensabile aver completato “Curious Tales” in quel di Blackwater. Una volta raggiunta la casupola, parlate (o cercate di) con il pazzo che sta sparando a caso con il suo fucile, verso il bosco, parlando di un Sasquatch. Vi dirà che il Sasquatch esiste veramente, e che voi dovrete occuparvi di ucciderlo. In realtà, l’obiettivo diventerà l’eliminazione di ben sei Sasquatch che procedono lungo tutta la zona di gioco di Tall Trees. Potrete notarli immediatamente sulla vostra mappa-radar, verranno simboleggianti da cerchio di colore verde.

Le creature somigliano a dei gorilla giganti; tendono a scappare piuttosto che combattere, ma fortunatamente risultano piuttosto lenti, dunque potrete facilmente raggiungerli e farli fuori. Dopo averne uccisi cinque, dovrete spostarvi leggermente per riuscire a raggiungere l’ultimo, posizionato nell’angolo nord-est della mappa, nei pressi di Tall Trees. Non appena lo troverete, avrete una sorpresa, dato che questo Sasquatch è in grado di parlare con gli umani. Guardate la scenetta, durante la quale il mostro vi chiederà di lasciarlo in vita. Qualsiasi sia la vostra scelta, la missione verrà considerata come completata dopo che avrete preso visione della scenetta.

Paternal Pride

Questa missione si può ottenere facendo visita al ranch di MacFarlane. L’obiettivo consiste nel cercare Drew MacFarlane, assieme a Bonnie, apparentemente sparito da circa un giorno. L’entrata principale al fienile sarà tuttavia bloccata, dunque dovrete utilizzare la strada sopraelevata per poter raggiungere l’interno della zona di gioco. Potrete notare una scaletta nei pressi della torre, nell’ala ovest del fienile. Ve ne potrete servire per salire fino al suo interno, poi saltare sulla passerella che conduce verso il tetto, e da qui entrare nella finestra sul retro. Poi scendete lungo la seguente passerella e uccidete i cinque non-morti che popolano la zona. Cercate di rimanere leggermente sopraelevati, sicché voi possiate colpire gli zombie con armi a medio-lungo raggio, ma loro non possano raggiungervi con i loro colpi standard. Morti tutti gli avversari, saltate definitivamente a terra, e localizzate Drew, che purtroppo è stato infettato dalla piaga zombiesca. Potrete solo ucciderlo, prestate anche una certa attenzione poiché ha già raggiunto lo stadio di Bruiser, potrebbe mettervi in leggera difficoltà. Eliminato Drew, uscite dal fienile attraverso la porta principale, e riferite a Bonnie gli accadimenti per completare la missione.

Dinner for Two

Per poter accedere a questa missione, dovrete visitare Armadillo. Una volta giunti in postazione, spostatevi verso l’ufficio del maresciallo Johnson, si lamenterà di come l’apocalisse zombie stia completamente rovinando la città. Pare anche che Jonah e Eli siano scomparsi, dunque voi vi offrirete gentilmente di aiutarlo. Johnson parlerà del supermarket (General Store) come zona da dove iniziare le ricerche. Dunque avvicinatevi al supermarket, entrate e fate delle domande al proprietario, chiedendo se ha recentemente visto Jonah e Eli. Moon, l’inserviente, comincerà un discorso che nulla ha a che fare con la vostra domanda. Sfortunatamente, verrà interrotto da uno zombie che lo attaccherà. Dovrete salvarlo (o meglio, uccidere lo zombie che lo avrà attaccato – non è necessario che Herbert rimanga in vita) e dunque tornare verso il centro della città. Potrete notare la comparsa di un cerchio di color limone al sulla mappa, che circonda tutti i granai dietro al salone. Si tratta della zona che dovrete analizzare per riuscire a trovare Jonah e Eli.

I due si trovano nella stalla sul retro, chiaramente già diventati non-morti, e staranno cercando di mangiarsi l’un l’altro. Subito dopo la scenetta cambieranno obiettivo, sarete chiaramente voi. Usate velocemente i Dead Eye per eliminarli entrambi, senza esitazioni. Dunque, tornate da Johnson e riferite la cattiva novella, completando così la missione in maniera definitiva.

Missing Souls

Missione che si svolge principalmente a Fort Mercer ed immediati dintorni. L’obiettivo consiste nel localizzare Millicent Waterbury, e riportarla a Fort Mercer senza che corra alcun rischio. Per cominciare, raggiungete il forte e parlate con l’ufficiale che sta appendendo un poster, apparentemente di una persona smarrita. Dovrete dunque aiutarli a ritrovarla. Millicent si trova all’interno di Pleasance House, che verrà segnata sulla vostra mappa in maniera piuttosto chiara, analogamente a quanto fu fatto per i personaggi che erano “ricercati” nella campagna single player. Raggiunta la zona dove Millicent si trova, la troverete intrappolata in casa, mentre cerca di difendersi da una grande quantità di non-morti. L’obiettivo è chiaramente ucciderli tutti, così da poter salvare Millicent. Fortunatamente, una volta eliminati questi zombie, potrete riportare Millicent al forte senza eccessive interferenze. Solo un secondo gruppetto di nemici cercherà di mettervi i bastoni tra le ruote, o meglio, starà cercando di eliminare alcuni sopravvissuti nei pressi di Fort Mercer – salvate anche questo gruppetto per completare la missione in maniera definitiva.

Filth and Other Entertainment

L’obiettivo consiste nella cattura di un Retcher per conto di MacKenna. Per cominciare la missione, dovrete dirigervi verso Plainview, dove potrete trovare proprio MacKenna, anche lui – come tutti gli altri – cerca di sopravvivere all’interno del mondo in caos; essendo un produttore cinematografico, vi chiederà di recuperare un Retcher per poterlo utilizzare in scena. Non esistono posti precisi che vi garantiscono la possibilità di localizzare un Retcher; sono tuttavia abbastanza comuni, dunque vagando casualmente dovreste prima o poi incontrarne uno. Le zone consigliate sono Tumbleweed e Gaptooth Ridge. Dopo aver catturato l’essere immondo, riportatelo a MacKenna – godetevi la scenetta durante la quale lo zombie stesso si ribella contro Mac e lo elimina, completerete così anche la missione.

Biographies and Lies

Per ottenere l’accesso a questa missione, dovrete raggiungere Casa Madrugada. L’obiettivo consiste nel recuperare due undead bait e due candelotti di dinamite per conto di Ricketts. La difficoltà di questa missione tenderà a variare a seconda del contenuto del vostro inventario. Se non possedete i due oggetti, dovrete chiaramente recuperarli entrambi. Potrete creare autonomamente l’Undead Bait, combinando un Wild Feverfew con un Prairie Popyy; possono essere recuperarti all’Hennigan’s Stead (il Wild Fever) e alle Great Plains (il Praire Poppy).

La dinamite è più complessa da recuperare, per poterla ottenere dovrete prima salvare la città di El Matadero, direttamente a sud di Casa Madrugada. Appena avrete entrambi gli oggetti nell’inventario, tornate da Landon, il quale andrà a creare un Boom Bait, cioè un candelotto di dinamite inserito dentro una bottiglia del tonico di West Dickens. E’ un’arma molto potente, dato che prima bagnerà di tonico tutto il gruppo di zombie verso cui verrà lanciato, e poi incendierà tutto, causando la morte degli zombie.

Incontri Casuali

All’interno di Undead Nightmare sono stati introdotti diversi incontri casuali di nuovo tipo.

Trust Me, I’m A Doctor

Questo evento vedrà un uomo dotato di una specie di mitragliatrice sparare verso un gruppo di non-morti. Se sopravvive, vi dirà che è un dottore e vi chiederà un campione di non-morto per condurre le sue ricerche. Per rendervi la ricerca più complicata, noterete subito come i non-morti paiano scomparire dalla zona di gioco non appena avrete finito la conversazione con questo soggetto. Non appena troverete uno zombie, legatelo e portatelo dal dottore. Come ricompensa, vi darà il contenuto della cassa accanto a lui, possono essere munizioni o oggetti o mappe del tesoro. Dopo aver completato una certa quantità di eventi del genere, otterrete la High Power Pistol.

Help My Brother

Un uomo correrà verso di voi, apparentemente suo fratello è stato intrappolato all’interno di un vicino edificio. Dovrete, come usuale, combattere un’ondata di zombie che starà attaccando l’edificio in questione, prima di poter raggiungere il personaggio che dovete salvare. Localizzerete dunque una cassa con munizioni e altri oggetti analoghi, si tratta della vostra ricompensa.

Damsel in Distress

Nella versione “standard” del gioco, incontrerete spesso una donna che viene inseguita da alcuni lupi. In questa versione “zombiesca”, la donna verrà inseguita da zombie, solitamente di tipo Bolter. Non appena la vedrete correre, cercate di eliminare velocemente i non-morti (o comunque di respingere quelli più vicini alla ragazza), dato che riusciranno a mettere le mani su di lei quasi subito. Dopo averli uccisi tutti, la ragazza vi ringrazierà donandovi alcune munizioni.

Until Death Do Us Part

Troverete un gruppo di persone che chiacchierano nei pressi di un campeggio. Uno degli uomini comincerà a parlare con voi, e potrete vedere sua moglie (trasformata in zombie) che cerca di liberarsi dalle catene, evidentemente imposte dal marito. Cercando di eliminarla, il marito vi aggredirà, dunque state attenti a quel che fate. Uccidendoli entrambi, potrete recuperare la pistola dell’uomo.

Best Friends Forever

Troverete questo gruppo di soggetti a lato della strada, che piangono nei pressi di un cadavere, un loro amico deceduto da poco. Chiaramente, l’amico è infettato dal germe zombiesco, e dopo poco tornerà in vita e cercherà di divorare i suoi ex-amici. Cercate di agire in velocità e salvare tutti quanti.

Last Stand

Troverete un gruppetto di sopravvissuti che utilizzata una staccionata come barricata per evitare l’assalto di un gruppo piuttosto numeroso di non-morti. Non salvandoli, gli zombie riusciranno a distruggere la barriera ed elimineranno i sopravvissuti. Salvandoli, invece, vi daranno un po’ di munizioni e oggetti di vario genere, potenzialmente molto utili.

Zombie Slaying 101

Verrete periodicamente sfidati da un uomo; la sfida consiste nel vedere chi riesce ad uccidere il maggior numero di non morti in una data zona di gioco. Voi disponete di Dead Eye, il vostro sfidante no: vincere questa sfida dovrebbe dunque risultare estremamente semplice. Dopo la vittoria, l’avversario vi darà una buona quantità di munizioni come meritato premio.

Stranded

Altro gruppo di sopravvissuti che richiede il vostro aiuto: hanno bisogno del vostro cavallo per poter essere condotti in salvo, verso la cittadina più vicina. Otterrete una buona quantità di munizioni come ricompensa e, contrariamente a quanto succede in una delle side-mission dell’originale Red Dead Redemption, gli assistiti non cercheranno di rubare il vostro cavallo.

Mister, I Don’t Feel So Good…

Un sopravvissuto morente vi chiederà aiuto, per soddisfarlo dovrete fare in modo che rimanga in vita. L’unico modo per riuscirci consiste nell’utilizzare l’hog-tie: fatelo e vi verrà fornita un’ottima ricompensa.

RobyIsAwesome90

Note su - Le mie passioni più grandi sono le scienze, i giochi d'intuito e il wrestling. Mi piace recensire i giochi sia belli sia brutti ma soprattutto quelli belli perchè mi diverto di più. Sono graditi i commenti e se volete chiedermi di recensire qualche gioco fatelo pure perchè sarò ben lieto di farlo.

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.