Resident Evil The Umbrella Chronicles – Soluzione
Scritto da admin il 28 Ago, 2012 ore 08:34 AM | in Soluzioni | con 0 Commenti

Ecco la soluzione completa di Resident Evil The Umbrella Chronicles:

 

Caricate le vostre armi e preparatevi al conflitto definitivo!

Stinger

Punti deboli: Testa e pungiglione

Questa battaglia non dovrebbe crearvi alcun tipo di problema, anche nel caso in cui foste particolarmente inesperti. Il metodo migliore per vincere questo scontro è quello di usare il commando schivata nella maniera più efficace possibile; se sarete in grado di farlo, il nemico non riuscirà mai a mettere a segno un colpo. Trattandosi di uno scorpione, il suo corpo sarà praticamente invincibile e proprio per questo motivo dovrete concentrare i vostri attacchi sul suo viso; in alcune occasioni potrebbe coprirsi con la sua coda, impedendovi di attaccare. Quando tutto ciò si verificherà, assicuratevi di tenere sotto tiro il pungiglione perché un suo attacco sarà imminente; poco prima di lanciarsi verso di voi arretrerà leggermente: questo sarà il momento di agire! Colpendolo direttamente sul pungiglione, riuscirete a vanificare l’offensiva, facendolo tornare alla posizione iniziale. Continuate a ripetere il processo fino a che non lo avrete sconfitto.

Infected Bat

Punti deboli: Testa

Questo scontro potrebbe crearvi qualche problema solo se non sarete ancora riusciti a padroneggiare i controlli in maniera basilare; se così non fosse, riuscirete a fare fuori questo enorme pipistrello senza grandi sforzi. Il vero problema di questo boss, è che si muoverà in continuazione, stabilizzandosi in specifici punti del territorio molto raramente; in questi casi dovrete avere una buona prontezza di riflessi per centralo in testa, danneggiandolo gradualmente. Nel corso dello scontro il nemico volerà senza sosta da una parte all’altra della zona, attaccandovi di tanto in tanto; talvolta sarete anche costretti ad eliminare piccoli pipistrelli che verranno contro di voi più per destabilizzarvi che per danneggiarvi realmente. Fortunatamente eliminarli non dovrebbe rappresentare un problema; essi saranno infatti molto lineari nella direzione di volo e l’unica vera difficoltà che potrebbe insorgere, sarà quella legata alle loro piccole dimensioni. Nonostante tutto, liberatevi di loro e continuate a sparare al boss fino a che non vi ritroverete sul tetto dell’edificio; a questo punto avrete molte più chance di colpirlo, rispetto a quando combattevate nel cortile. Continuate a mirare alla testa ed in breve tempo sarete riusciti a stenderlo.

Leech Queen – Trasformazione 1

Punti deboli: Testa

Questo scontro non dovrebbe crearvi particolari problemi, anche se non sarete ancora riusciti a padroneggiare il sistema di gioco in maniera adeguata. La tattica del boss è abbastanza semplice. Prima di ogni attacco, vi lancerà contro le sue sanguisughe; in questi casi, dovrete essere necessariamente molto veloci ad eliminarle con il vostro coltello, perché altrimenti subirete un potente attacco sferrato con il tentacolo del nemico; se sarete troppo lenti verrete colpiti e danneggiati in maniera notevole. La velocità di esecuzione sarà quindi alla base del vostro successo. La maggior parte delle volte, mirare alla testa del nemico potrebbe risultare alquanto difficile, visto che le sanguisughe “sporcheranno” la vostra visuale con il loro fluido; con un po’ di attenzione, dovreste comunque riuscire a focalizzare il bersaglio senza eccessive difficoltà. Continuate a colpire senza esitazioni ed avrete la meglio in breve tempo.
Leech Queen – Trasformazione 2

Punti deboli: Bocca

Lo scontro con la Leech Queen nella sua seconda trasformazione, richiederà una maggior attenzione rispetto alla precedente battaglia; il vostro obbiettivo sarà infatti la bocca del nemico, che oltre ad essere molto piccola, sarà estremamente difficile da centrare a causa degli incessanti movimenti del vostro avversario. Il nemico baserà i propri attacchi su costanti cariche verso di voi; per evitare di essere danneggiati, dovrete quindi cercare di colpirla prima che giunga davanti a voi. In questo modo riuscirete a stordire temporaneamente il nemico, facendolo arretrare al punto di partenza. Continuando nella battaglia, riuscirete a spingere il nemico verso la luce; così facendo, la sua resistenza ai colpi diminuirà notevolmente, permettendovi così di infliggere grandi danni. A questo punto gli attacchi verso di voi, si intensificheranno, motivo per cui dovrete assolutamente riuscire ad evitare – tramite l’apposito comando di schivata – quante più cariche possibili. Insistendo negli attacchi, il boss arretrerà costantemente fino ad arrivare a ridosso dell’ascensore; questo sarà il momento per agire. Attaccate senza sosta fino a farla precipitare nell’ombra.

Proto-Tyrant

Punti deboli: Cuore

Non fatevi ingannare dalle apparenze, perché questo boss sarà molto più semplice di quanto possiate pensare. L’unico ostacolo che potreste incontrare è rappresentato dall’alta barra di energia posseduta dal vostro nemico; per evitare che la sua vitalità possa rallentare la vostra corsa verso il successo, equipaggiate il fucile e mirate costantemente al suo cuore. Viste le dimensioni di quest’ultimo non dovrebbe essere un problema. Cercate di schivare i suoi attacchi il più possibile in modo da mantenere la vostra energia in buone condizioni; dopo una serie di fucilate ben calibrate, il vostro nemico dovrebbe cadere a terra. Dei buoni riflessi e una mira “decente” vi faranno superare lo scontro senza nessuno sforzo.
Dopo essere stato sconfitto, il nemico farà un’altra breve apparizione. Tutto ciò che farà sarà caricarvi in una sorta di attacco kamikaze; con un solo colpo di fucile dritto al cuore, lo vedrete crollare a terra senza forze. Avanti il prossimo!
Ivan

Punti deboli: Testa

Questo scontro potrebbe essere fatale se non sarete ancora riusciti a padroneggiare i comandi ottimamente; il nemico è infatti dotato di una notevole forza fisica, oltre che di un’incredibile resistenza ai colpi. L’unico modo per sconfiggerlo senza morire nel tentativo, è quello di mirare costantemente la sua testa, nella speranza di mettere a segno il maggior numero di colpi prima di essere “stesi”. Il nemico, pur essendo alquanto lento nei movimenti, è in grado di attutire qualsiasi attacco senza mostrare alcun tipo di esitazione; per questo motivo, dovrete assolutamente sfruttare i comandi di schivata nel miglior modo possibile. Ivan baserà le proprie offensive sull’uso delle braccia, talvolta caricando verso di voi e mettendovi a terra; in questi casi dovrete essere abbastanza bravi da centrare la sua testa prima che metta a segno il colpo, in modo da stordirlo temporaneamente e vanificare il suo tentativo di danneggiarvi. Se riuscirete a limitare i danni, dovreste riuscire a sconfiggerlo in breve tempo.

 

Yawn

Punti deboli: Bocca

Lo scontro con questo nemico non dovrebbe crearvi particolari problemi, soprattutto se, arrivati a questo punto, sarete riusciti a perfezionare la vostra mira. Il nemico, essendo un gigantesco serpente, si muoverà lungo il territorio con discreta velocità e baserà i propri attacchi sui suoi letali morsi. L’unico modo per danneggiarlo è quello di centrare la sua bocca poco prima che sferri un attacco verso di voi; purtroppo, ogni altra parte del suo corpo si rivelerà immune a qualsiasi tipo di arma. In molte occasioni, Yawn aprirà la sua bocca rimanendo il lontananza – ed in questo caso dovrete essere assolutamente precisi – ma in altri, sferrerà i suoi pericolosi attacchi a pochi passi dalla vostra posizione; per evitare danni, dovrete quindi centrare la sua gola un secondo prima che venga verso di voi; all’inizio dello scontro questo passaggio potrebbe risultare complesso, ma dopo due o tre tentativi non avrete alcuna difficoltà. Eliminarlo potrebbe richiedere una discreta quantità di tempo, ma non dovrebbe essere assolutamente un’impresa ardua.

Plant 42

Punti deboli: Sacca del nucleo

Sconfiggere quest’enorme pianta richiederà una mira non indifferente e tanto sangue freddo. Per prima cosa, cercate di mirare al nucleo centrale fino a che non verrà rivelata una sacca “penzolante”; questo sarà il vostro bersaglio, ma siate veloci, perché resterà scoperta per pochi secondi. Nel corso della battaglia, la pianta vi lancerà contro delle palle di veleno, che dovranno essere assolutamente colpite prima che possano impattare con il vostro corpo; il numero di questi attacchi aumenterà di pari passo con i danni che sarete riusciti ad infliggere, quindi fate attenzione. Assicuratevi inoltre di schivare qualsiasi attacco proveniente dai suoi numerosi tentacoli o altrimenti potreste ritrovarvi a terra, senza neanche rendervene conto. Continuate ad attaccare la sacca ogni volta che sarà possibile ed in breve tempo dovreste riuscire ad avere la meglio sul nemico.

Tyrant

Punti deboli: Cuore

Lo scontro con il Tyrant non sarà semplice da portare a termine con successo. Il vostro nemico gode infatti di una notevole forza fisica, che renderà ogni sua offensiva potenzialmente letale; ancora una volta dovrete mirare il suo cuore, colpendolo con tutto ciò che avete a disposizione; i vostri colpi non sortiranno purtroppo alcun effetto visibile sul nemico, il quale potrebbe rimanere stordito solo ed esclusivamente nei secondi antecedenti ad un attacco. Talvolta potrebbe inoltre riuscire ad agguantarvi, sollevandovi di peso per poi sferrare un potente attacco; in questo caso avrete due alternative: potrete usare il coltello per ferire il suo braccio e quindi divincolarvi, o in alternativa tentare la sorte con qualche arma da fuoco per cercare di colpire il suo cuore (nonostante la vostra posizione sia chiaramente “scomoda”). Indipendentemente dalla vostra scelta, sappiate che potreste non avere fortuna; se ciò dovesse verificarsi – e di conseguenza doveste subire un notevole abbassamento dell’indicatore di energia – assicuratevi di evitare i suoi attacchi usando l’apposita schivata, per poi continuare ad attaccarlo senza sosta al cuore. Con un po’ di allenamento ed altrettanta fortuna, dovreste riuscire ad avere la meglio sul vostro temibile avversario.

Yawn #2

Punti deboli: Bocca

Questo secondo scontro contro il famelico serpentone, potrebbe non risultare semplice come il precedente; a differenza del vostro primo incontro infatti, Yawn si mostrerà decisamente più intraprendente, muovendosi con maggior velocità e nascondendosi molto spesso. Poco dopo l’inizio della battaglia, il nemico salirà su per le scale, uscendo dal vostro campo visivo; a questo punto dovrete fare molta attenzione, perché metterà in pratica dei veri e propri agguati. Per evitare che vi possa danneggiare o ferire in alcun modo, dovrete farvi trovare pronti all’appuntamento; non appena si calerà per infilzarvi con i suoi pericolosi denti acuminati, dovrete essere abbastanza veloci da centrarlo in bocca, in modo da stordirlo e vanificare il suo attacco. Ripetendo questo processo per quattro/cinque volte, Yawn tornerà sul vostro stesso piano, attaccandovi direttamente; colpitelo costantemente in bocca ed in brevissimo tempo riuscirete a sconfiggerlo una volta per tutte.

Lisa Trevor

Punti deboli: Testa

Lo scontro con Lisa Trevor sarà molto più semplice di quanto possa sembrare guardando il suo disgustoso aspetto. La battaglia si svolge in due fasi; nella prima, usando il fucile, vi basterà meno di un minuto per metterla ko. Mirate costantemente alla testa, cercando di colpirla il più possibile prima che giunga davanti a voi; a questo punto dovreste averla quasi sconfitta e di conseguenza tutto ciò che dovrete fare sarà evitare un solo attacco – che potreste anche subire liberamente, vista la scarsa entità del danno – per poi continuare a spararle fino a stenderla. Il secondo scontro potrebbe essere leggermente più difficile, soprattutto perché Lisa sarà nettamente più veloce nei movimenti; cercate di schivare ogni suo attacco, mirando sempre alla sua testa. Potreste subire danni notevoli nel caso in cui non riusciste ad eliminarla in poco tempo, quindi assicuratevi di usare le vostre armi migliori per concludere la battaglia il prima possibile.

Grave Digger

Punti deboli: Bocca

Uccidere questo boss non dovrebbe essere un’impresa ardua. Il suo punto debole è la bocca, ma purtroppo non avrete grandi chance di colpirlo in quel punto; per questo motivo, cercate di centrarlo in bocca solo quando sarà in procinto di attaccarvi. La tattica migliore per farlo fuori in breve tempo, è di colpire qualsiasi parte del corpo sia visibile ai vostri occhi; infliggerete sicuramente meno danni rispetto ad un colpo sparato sul suo punto debole, ma almeno ridurrete notevolmente la durata dello scontro. Trattandosi di un verme, non uscirà allo scoperto molto spesso e concentrerà gran parte delle sue offensive su delle cariche sotterranee; assicuratevi quindi di usare i comandi di schivata ogni volta che ne avrete l’opportunità. Il nemico potrebbe inoltre sputare contro di voi una serie di rocce “strappate” al territorio circostante; nonostante abbiate alcuni secondi per colpire i bersagli prima che piovano sulla vostra testa, cercate di essere veloci e precisi in modo da evitare spiacevoli inconvenienti. Una volta che sarete vicini alla vittoria, il boss comincerà a lanciarsi in aria per poi cadere in picchiata sopra di voi; in casi come questi, l’unico modo per vanificare i suoi attacchi, sarà quello di colpirlo precisamente in bocca. Così facendo lo stordirete, costringendolo a ri-elaborare nuovamente una tattica offensiva.

Nemesis

Punti deboli: Testa

Lo scontro con Nemesis è indubbiamente uno dei più difficili che dovrete affrontare nell’arco del gioco. Il suo punto debole è la testa, ma purtroppo a causa della sua postura e della dimensione della stessa, potreste avere grandi difficoltà a colpirla efficacemente. Il nemico gode di una notevole potenza fisica, motivo per cui dovrete usare i comandi di schivata con grande prontezza di riflessi; un colpo a buon fine, potrebbe danneggiarvi molto più di quanto pensiate. Nemesis sfrutta spesso i pronti tentacoli per attaccare, portandosi prima in una posizione per voi irraggiungibile; in questi casi evitare gli attacchi sarà praticamente impossibile – visto che dovrete vedervela con almeno tre tentacoli – quindi l’unica cosa che potrete fare, sarà cercare di limitare i danni. La tattica migliore per ferirlo è quella di usare la mitragliatrice ed eventualmente il lanciarazzi, sempre e solo sulla sua testa. Potrebbe volerci una discreta quantità di tempo per porre fine alla sfida, ma con un po’ di fortuna, dovreste riuscire a spuntarla.

T-103

Punti deboli: Testa

Questo scontro potrebbe rivelarsi estremamente semplice per alcuni di voi, ma allo stesso tempo, terribilmente difficile per altri. Il nemico basa la propria strategia offensiva su costanti cariche verso di voi, motivo per cui dovrete assolutamente schivare il maggior numero dei suoi attacchi; il T-103 gode infatti di una potenza d’attacco devastante, che potrebbe mettervi al tappeto con soli due colpi. Cercate di mirare accuratamente la sua testa con tutte le migliori armi a vostra disposizione, soprattutto durante le sue corse verso la vostra posizione; con un po’ di fortuna, dovreste riuscire a stordirlo vanificando la sua offensiva e costringendolo a ricominciare da capo l’attacco. Per superare questo scontro dovrete necessariamente sfoderare tutte le vostre abilità di “pistoleri” o altrimenti andrete incontro ad una serie di interminabili sconfitte.

Talos – Trasformazione 1

Punti deboli: Nessuno

Lo scontro con Talos vi potrebbe essere fatale se non sarete riusciti a sviluppare una buona mira nei precedenti scontri; questo boss non ha purtroppo veri e propri punti deboli, il che, sotto certi punti di vista, potrebbe risultare come un vantaggio. Nonostante la maggior durata dello scontro, potrete infatti concentrarvi sulle fasi di schivata al fine di evitare gli enormi danni che questo boss sarebbe in grado di infliggervi. Talos basa i propri attacchi sull’uso dei missili che egli stesso può lanciare dal suo gigantesco braccio destro; per evitare di essere colpiti, dovrete necessariamente farli detonare prima che vi raggiungano. Colpirli non sarà impossibile, ma sappiate che la vostra velocità di esecuzione sarà determinante. Colpitelo ogni volta che ne avrete la possibilità, sfruttando qualsiasi arma a vostra disposizione; entro poco tempo dovreste riuscire a stenderlo, dando inizio al secondo scontro.

Talos – Trasformazione 2

Punti deboli: Nuclei frontali (spalle e petto) – Nucleo sulla schiena

Il secondo scontro ha un’impostazione decisamente diversa rispetto al precedete, soprattutto perché il nemico, manterrà costantemente la propria posizione. Talos, in questa sua nuova forma, baserà i propri attacchi sulle sue enormi braccia e sui suoi rapidissimi tentacoli; per quanto riguarda gli arti, vi basterà utilizzare il comando schivata ogni volta che apparirà sullo schermo, mentre per ciò che concerne i tentacoli le cose potrebbero complicarsi. Per evitare di essere colpiti, dovrete infatti centrare i tentacoli poco prima che si “lancino” verso di voi; purtroppo non sarà una cosa facile, sia per la loro velocità, ma soprattutto per le piccole dimensioni. Una volta che sarete faccia a faccia con il mostro, concentrate il fuoco verso i suoi tre nuclei rossi (spalle e petto). Una volta che li avrete danneggiati abbastanza, Talos cadrà al suolo, rivelando il suo enorme nucleo posteriore; a questo punto, sfoderando il vostro migliore arsenale, riuscirete a ferirlo notevolmente, riducendo almeno del 50% la sua barra di energia. A questo punto il boss si lancerà contro di voi, attaccandovi in maniera disperata; purtroppo in questo frangente non potrete fare molto per evitare i danni, perciò attaccatelo sulla testa in modo da fargli mollare la presa nel minor tempo possibile. Ora dovrete ripetere il processo precedente (far scoppiare i nuclei frontali) per scoprire il suo bulbo posteriore ed eliminarlo una volta per tutte.

Gemelli Ivan

Punti deboli:Testa

Lo scontro con i gemelli Ivan sarà estremamente impegnativo e richiederà grandi abilità per essere portato a termine con successo; entrambi i nemici sono in grado di infliggere gravissimi danni, motivo per cui dovrete essere in grado di stordirli durante i loro costanti attacchi combinati. I comandi di schivata saranno ancora una volta determinanti per la vittoria finale, quindi assicuratevi di tenere sempre gli occhi aperti, o potreste non poterli più aprire! Il metodo migliore per porre rapidamente fine al conflitto è quello di concentrare i propri attacchi su uno solo dei gemelli, evitando gli attacchi sferrati dall’altro. La forza di questi due boss sta infatti nella loro unione; combatterne uno solo sarà una passeggiata per chiunque fosse arrivato a questo punto del gioco. Durante la sfida i due gemelli potrebbero inoltre lanciare contro di voi numerosi missili che, se dovessero andare a segno, potrebbero eliminarvi in pochi istanti; cercate di farli detonare prima che raggiungano la vostra posizione, utilizzando un’arma che non vi impedisca mai la visuale; per sopravvivere avrete bisogno di mantenere libero il vostro campo visivo o potreste non notare qualcuno dei missili diretti verso di voi.

Sergei

Punti deboli:Nucleo sulla schiena e nucleo sul petto

Siamo arrivati allo scontro finale, il più complesso, lungo e difficile rispetto a tutti quelli affrontati fin’ora. Sergei è dotato di incredibile velocità di movimento ed altrettanta forza fisica, motivo per cui, per sopravvivere, dovrete necessariamente eseguire qualsiasi comando di schivata o spostamento che dovesse apparire sullo schermo. Il suo unico punto debole è un grande nucleo rosso sangue, discretamente visibile sotto la sua testa e decisamente più esposto sulla schiena; dovrete concentrare i vostri attacchi su questi due punti, sia in fase offensiva che in situazioni di “contenimento” dove, per evitare una sua offensiva, sarà fondamentale stordirlo per non subire alcun danno. Sergei è anche in grado di lanciare verso di voi una serie di parassiti e parti del proprio corpo per danneggiarvi; in questi casi, usando l’arma da fuoco con cui vi trovare più a vostro agio, dovrete cercare di farli esplodere prima che possano colpirvi. In alcuni frangenti avrete inoltre la possibilità di saltare da una parte all’altra del laboratorio per portarvi alle spalle del nemico; questo sarà il momento più importante per mettere a segno dei colpi degni di nota. Utilizzando le vostre armi migliori, cercate di colpire il grande nucleo posto sulla sua schiena in modo da ferirlo gravemente; molto probabilmente sarà proprio uno di questi attacchi a farvi raggiungere il successo finale.

admin

Note su - Adoro la natura, gli animali, i paesaggi e tutto ciò che è storico. Nel contempo l'informatica insieme alla numismatica e allo sport rappresentano le mie passioni più grandi.

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.