Watch Dogs – Soluzione
Scritto da RobyIsAwesome90 il 22 Giu, 2014 ore 09:21 PM | in PS4, Soluzioni | con 0 Commenti

Watch-Dogs-Ubisoft-CoverEcco la soluzione di Watch Dogs:

CAPITOLO 1

Di seguito, le missioni facenti parte del primo capitolo.

Bottom of the Eight

Dopo la conversazione, l’avversario cercherà di uccidervi, dunque sfruttate il corpo-a-corpo per metterlo KO.
Hackerate il telefono e procedete verso l’esterno, localizzando Jordi Chin. Dovrete ora procedere all’esterno, percorrendo il corridoio e tuffandovi verso la più vicina copertura. Localizzate i due poliziotti che guardano la camionetta ed usate il retro della camionetta come protezione per procedere avanti. Giunti alle doppie porte, hackerate la videocamera di sicurezza. Guardate verso l’alto, hackerando dunque il pannello di controllo, causando l’apertura delle porte e procedendo aldilà di esse.
Create dunque un’esca ed usatela verso la zona segnata sul muro, hackerandola per attivarla. La guardia giungerà in zona per esaminarla in dettaglio e voi potrete procedere lungo le scale senza essere scoperti. Superate il bar, dunque hackerate la videocamera di sicurezza, poi la seconda guardia che “possiede” un codice: potrete così recuperarlo ed usarlo per hackerare il pannello sul muro, scendendo poi verso la cantina. Hackerate l’ennesimo computer in zona, tornando ad Aiden.
Attivate l’opzione “Blackout” per creare una distrazione in zona. Superate le doppie porte, aldilà delle guardie. Scendete le scale, muovendovi verso il lato opposto della stanza. Scendete l’ennesima rampa, deviando verso sinistra.
Correte velocemente verso il garage, ove è parcheggiata la vostra macchina. Saltateci dentro, poi procedete nella direzione opposta rispetto alla polizia. Sfruttate il telefono per hackerare i semafori in zona. Dovrete infine tornare alla zona “sicura” che sarà stata indicata sulla vostra mappa, una stanza all’interno dell’Owl Motel. Dopo la scena di intermezzo, andate a dormire per terminare la missione.

Big Brother

Dopo il risveglio, procedete verso l’esterno. Usate il vostro cellulare per localizzare il primo soggetto con una certa “probabilità” di commettere un crimine – lo troverete al secondo piano, collocato nei pressi di un balcone. Hackerate il suo telefonino.
Vi verrà ora indicata la zona ove il crimine si svolgerà con maggiore probabilità. Procedete in zona, localizzando una donna all’interno di un parcheggio. Provate a “mirarla”, facendola dunque spostare verso il vicolo. Nascondetevi all’angolo, finché vi verrà esplicitamente richiesto di intervenire.
Colpite dunque il successivo uomo con il vostro bastone. Saltate in macchina e procedete verso nord, raggiungendo la casa di vostra sorella. Osservate la scena di intermezzo che si verificherà all’esterno. Aprite il portale, salendo verso la camera di vostra sorella (la riconoscerete dalla presenza dei palloncini). Muovetevi lateralmente, giungendo al cortile. Parlate con vostra sorella e nipote. Procedete all’interno.
Dopo la telefonata, hackerate il telefono di vostra sorella. Dopo che vi butterà fuori, saltate nella macchina di fronte a voi, inseguendo l’uomo che chiamò vostra sorella. Non appena ve ne sarà data l’opportunità, distruggete la macchina hackerando il semaforo. Il proprietario tenterà di scappare: inseguitelo e colpitelo a ripetizione.
Parlate ora con Badboy17. Quando la chiamata sarà finita, anche la missione potrà dirsi completata.

Backstage Pass

Dirigetevi anzitutto verso il creatore di armi (DB&R). Prelevate un fucile d’assalto 416. Spostatevi verso il sito di costruzioni segnato sulla mappa. Cominciate dunque ad hackerare le telecamere in zona, ottenendo un’ottima visuale sull’area di gioco, nonché sulle guardie al suo interno. Collocate dunque una videocamera all’esterno, continuando ad hackerare fino ad ottenere un video.
Continuate verso l’estero, procedendo avanti fino a localizzare una guardia al secondo piano, angolo sud. Hackerate il suo cellulare per ottenere il codice d’accesso segreto. Potrete ora utilizzarlo per localizzare un altro cellulare, collocato sulla cassa che vi servirà per attirare in zona una guardia. Potrete notare come la guardia abbia una videocamera agganciata al vestito: hackeratela. Localizzate ora la cassa sul muro, attivando un minigioco di hackeraggio. Dovrete dunque allineare i pezzi rotanti, sicché i dati di colore blu “procedano” dalla loro “sorgente”, fino al lucchetto.
Completato l’hackeraggio, osservate i tre video che potrete rintracciare nei server. Hackerate dunque il computer principale, visibile alla fine del corridoio. Dunque, andatevene, cercando di non farvi vedere dalle guardie, così da non perdere tempo in inutili combattimenti.

Backseat Driver

Localizzate anzitutto il parcheggio che funge da area iniziale. Dopo la scenetta, esaminate la mappa per notare il cerchio viola. Sfruttate il profiler del telefono per esaminare tutte le persone in zona, localizzando l’hacker.
Avendolo scoperto, cominciate ad inseguirlo ed uccidetelo. Tornate al parcheggio ove iniziò la missione. Saltate in macchina e dirigetevi verso il primo checkpoint, evitando i cerchi gialli sulla mappa. Giunti al retro di un vicolo, esaminate la porta del garage per causare la sua apertura, trovando la persona che dovrete trasportare. Fatevi dunque strada lungo il resto del livello, cercando sempre di evitare i carabinieri in zona.
Giunti all’ultimo checkpoint visibile sulla mappa, i poliziotti smetteranno di inseguirvi. Continuate avanti verso il successivo checkpoint, eliminando i due avversari alla fine del percorso. Chiamate dunque Jordi per completare la missione.

Open your World

Dirigetevi verso l’area segnata sulla mappa. Cominciate la missione, scendendo le scale per raggiungere la metropolitana. Parlate con Clara. Dopo aver effettuato l’upgrade delle vostre abilità, verrete chiamati da Clara. Vi parlerà dell’unico modo sensato per riuscire ad entrare nell’edificio ctOS, ovvero attraverso i sotterranei.
Muovetevi dunque attraverso il tunnel ove vi trovate al momento, fino a localizzare l’area iniziale, all’esterno del garage. La porta che conduce all’edificio sarà bloccata: potrete sbloccarla usando l’abilità apposita.
Superate dunque le successive stanza, raggiungendo l’angolo di un enorme ufficio. Utilizzate le videocamere in zona per esaminare i dintorni, cercando di capire chi si trovi esattamente in zona. Muovetevi verso il secondo piano. Cercate dunque di procedere in modalità stealth, ovvero muovendovi nei pressi delle aree ombrose e usando le abilità di hackeraggio per procedere all’interno.
Preso il codice dalla guardia, usate le videocamere per tornare al secondo piano. Quando la guardia si sposterà verso la stanza a lato, fatelo anche voi e hackerate il router in zona. Dovrete ora risolvere ben due puzzle. Il primo puzzle include tre “radici”: fate in modo che la radice di sinistra punti verso sinistra, la radice centrale punti verso l’alto / destra, e la radice destra punti verso l’alto.
Fatto ciò, sbloccate il lucchetto in cima, procedendo verso il seguente puzzle. Ora, il raggio dovrà procedere verso l’alto lungo la prima via, verso il basso nella seconda, poi ancora verso l’alto nella terza.
Completati i due puzzle, hackerate il laptop del VIP, ottenendo le informazioni. Dovrete ora fuggire: dato che non dovreste aver causato l’attivazione di alcun allarme, potrete tornare indietro seguendo il percorso da cui siete giunti. Saltate nella macchina, usando i jammer per evitare che la polizia vi scopra.

Thanks for the Tip

Procedete verso il vicolo sul retro. Cominciando la missione, vi verrà richiesto di hackerare la vicina “scatola”.
Più dettagliatamente, potrete notare come siano presenti due scatole di tipo ctOS che dovranno essere disattivate, prima che possiate procedere. Partendo dalla prima, dovrete localizzare la videocamera nei pressi dell’ascensore. Hackerate la videocamera, localizzando la scatola ctOS nei pressi del balcone.
Passando alla seconda, dovrete procedere avanti verso il vicolo, localizzando una videocamera che “punta” verso il vicolo in basso. Hackerate anche questa, localizzando la scatola ctOS di fronte a voi. Fatto ciò, tornate alla scatola precedente e hackerate anche questa. Quando vi sarete completamente inseriti nella giunzione, otterrete l’accesso ad una videocamera all’interno dell’appartamento. Saltate nella sua direzione, causando l’attivarsi di un telefonino. Hackerate il telefonino, ascoltando la corrispondente conversazione. Uccidete dunque i soggetti che giungeranno nella vostra direzione.
Dovrete andare ora ad incontrare l’uomo che vi aveva telefonato. Proiettatevi verso la statua di Bean (Cloud Gate), parlando con l’uomo al telefono. Fatto ciò, anche la missione potrà dirsi completata.

Remember

Muovetevi verso la tomba di Lena, ricordandovi di parlare con Nicky. Verrete dunque chiamati da Jordi, andate ad incontrarlo in città.

Not the Pizza Guy

Muovetevi verso l’area inziale, correndo avanti e salendo lungo l’edificio di fronte a voi, raggiungendo il balcone.
Arrivati al balcone, parlate con Jordi. Correte lungo il ponte, superando il fiume, localizzando una porta accanto al ponte. Superate la porta, proiettatevi avanti per scendere verso le rotaie. Muovetevi lungo le rotaie, usando le pile di legno come copertura. Hackerate dunque la videocamera visibile subito sopra la porta, saltando poi avanti, arrivando all’edificio sul lato opposto.
Potrete dunque sbloccare una scatola ctOS, e superare la successiva porta che conduce al boss. Interrogate il soggetto presente in zona, poi scendete verso i Fixer.
Recuperate l’AK-47, procedete verso l’esterno, ignorando i nemici. Saltate aldilà della staccionata verde, risalite le scale da dove siete giunti. Saltate nella macchina e proiettatevi avanti il più velocemente possibile, evitando ogni interazione con il vicino elicottero. Giunti in macchina, sarà necessario fuggire.

A Wrench in the Works

Dirigetevi verso l’area all’esterno di Connely Square, cominciando la missione. Parlate con Clara, dirigendovi poi verso il nipote di Angelo Tucci. Guardatevi poi attorno per localizzare la nipote di Tucci. Fatto ciò, dovrete hackerare il suo telefono. Procedete avanti, dunque chiamatela. Ella andrà a chiamare suo zio, e voi potrete rintracciarlo.
Saltate dunque in macchina, facendovi trasportare verso il bordo del corso d’acqua. Giunti nei pressi di Angelo Tucci, dovrete distruggere sia il veicolo, sia Angelo stesso: attendete dunque che si avvicini al bivio, usando poi l’IED per aumentare la velocità.
Avendo messo KO Tucci, diverrete l’obiettivo mobile dei suoi amici. Dovrete dunque cercare di proiettarvi nella direzione opposta, evitando il contatto con gli avversari in zona, andando così a completare la missione (senza subire danni!).

Dressed in Peels

Dopo l’arresto di Aiden, vi ritroverete all’interno di una cella. Guardate verso l’esterno, localizzando le guardie.
Hackerate una delle loro videocamere, procedendo poi all’hackeraggio di tutte le videocamere che ritenete “utili”. Dovrete infine raggiungere la videocamera della guardia che cammina lungo il secondo piano, nei pressi dell’ufficio delle guardie. Ottenuta una buona visuale al suo interno, procedete verso l’ufficio, sbloccando la porta della cella. Proiettatevi verso l’esterno, muovendovi verso sinistra, evitando il contatto con le guardie. Usate i pilastri per nascondervi, continuando a sinistra fino all’ufficio. Scendete le scale.
Sbloccate la scatola, muovendovi verso il portale e superandolo. Muovetevi verso la seconda videocamera. Superato il breve puzzle, interagite con le videocamere fino a localizzare l’obiettivo: lo troverete girato mentre osserva la prima videocamera, dietro ad un muro. Verrà portato via da un gruppo di nemici. Hackerate l’ascensore di fronte a voi, chiamandolo. Esaminate l’oggetto subito sopra l’interruttore, proiettandovi verso la lavanderia.
Scendete e muovetevi verso l’ufficio delle guardie. Esaminate la scatola, sbloccando anche quella accanto alla porta d’entrata. Prelevate la Shotgun nel seguente ufficio, poi avanti. Superate le vicine doppie porte, saltando dietro il cestino blu. Hackerate il tubo a sinistra, poi destra, gettandovi dietro la copertura.
Giungerà dunque in scena un Enforcer: colpitelo a ripetizione fino a metterlo KO. Localizzate dunque la stanza lungo il muro sul retro, cercando di attirare in zona l’Enforcer. Fate poi esplodere la cassa a lato, distruggendo l’avversario.
Entrate nella stanza, parlando con l’uomo. Uscite, sinistra, localizzando la borsa lasciata da Jordi. Cambiatevi, dirigetevi lungo il corridoio a sinistra. Sinistra, verso la stanza seguente, entrando nell’ufficio delle guardie. Osservate l’area all’esterno, esaminando la cassa, sbloccando l’ultimo portale tra voi e Chicago.
Giunti all’esterno, correte verso sinistra, saltando nella macchina parcheggiata in zona. Date gas, proiettandovi verso l’area di costruzione, evitando il contatto con la polizia.

CAPITOLO 2

Di seguito, le missioni facenti parte del secondo capitolo.

Hold On, Kiddo!

Parlate con Damien, proiettandovi poi verso la casa di Nicky. Cercate di parlare nuovamente con Damien. Uscite, correndo verso la stazione dei treni. Appena il treno giungerà, localizzate i soggetti all’esterno. Hackerate il treno, poi eliminate i soggetti nei dintorni, usando i semafori nei dintorni. Avendo “ripulito” la zona dalla presenza di Fixer, proiettatevi verso la successiva stazione L, parlando con Paulson e Jackson. Saltate nel treno, parlate con Jackson per terminare la missione.

Breakable Things

Per poter cominciare la missione, dovrete distruggere il centro di controllo in quel di Brandon Docks. Saltate dunque in macchina, procedendo verso lo yacht di Robert Racine. Dovrete anzitutto ottenere il codice d’accesso: consigliamo di farlo utilizzando le videocamera, ovvero spiando le azioni delle guardie in zona.
Ottenuto il codice d’accesso, dovrete procedere aldilà del portale, usando dunque il carrello di fronte per arrivare al tetto del primo piano. Saltate poi nella finestra del secondo piano, hackerando la cassa per ottenere l’accesso all’ufficio di Racine.
Hackerate il suo pc causando la comparsa di un video. Hackerate poi il telefono. Uscite all’esterno, localizzando l’Enforcer. Usate il telefono per causare un’esplosione. Entrate dunque nella macchina, cominciando a rincorrere Racine. Correte dunque nella direzione opposta per completare definitivamente la missione.

Collateral

Procedete verso la vostra stanza nell’Owl Motel. Parlate con Clara Lille, poi colpite alla testa l’uomo che tiene prigioniera Clara. Dovrete ora combattere per uscire dal Motel: attenzione agli uomini visibili sul tetto, nonché sul balcone del secondo piano. Liberatevi anzitutto degli uomini sul tetto, poi del resto.
Giungeranno in zona altre due macchine: liberatevi anche degli uomini al loro interno. Localizzerete ora due esplosivi al suolo, nel parcheggio. Utilizzateli per terminare i nemici nei pressi delle macchine. Dovrete ora procedere verso la macchina di Clara, prestando attenzione agli uomini provenienti dall’area di gioco laterale rispetto a voi.
Avendo terminato questa seconda ondata di avversari, Clara salterà in macchina e se ne andrà. Liberatevi degli altri due nemici che giungeranno in scena, poi saltate nella macchina per procedere verso l’esterno.

One Foot in the Grave

Localizzate Clara nei pressi dell’isola di Abbot. Localizzate dunque l’accesso al ponte, usando il vostro telefono. Esaminate la cassa nei pressi dell’acqua, localizzando Tobias Frewer. Seguite dunque Clara, che vi condurrà da Tobias.
Usate il telefono per localizzare il senza tetto, hackerando il suo telefono. Ascoltate la conversazione. Dovrete ora dirigervi verso il gruppo di uomini che sta organizzando un attentato a Tobias.
Saltate in macchina, proiettandovi verso la camionetta. Uccidete il conducente, dunque procedete ancora avanti, andando ad uccidere il killer, il personaggio più pericoloso dei dintorni.
Procedete verso la zona ove si sta tenendo la partita di Poker, nel cortile della casa. Scendete le scale, dunque localizzate il garage, segnalato da un asso di cuori. Scendete ancora, collocandovi al tavolo per giocare. Dopo aver scommesso, chiedete a Tobias delle informazioni sul suo status lavorativo.
Cominciate dunque a correre dietro a lui, evitando però di ucciderlo – avvicinatelo e colpitelo con dei pugni, prestando attenzione ai tubi nei dintorni, i quali possono improvvisamente esplodere e rallentare Tobias. Parlate con lui dopo che lo avrete raggiunto, ottenendo l’accesso al suo negozio, ove potrete acquistare oggetti come i Jam Comm e Blackout.

A Blank Spot

Tornate all’isola di Abbott, incontrando Clara. Hackerate il ponte, dunque camminate attraverso il ponte fino all’isola. Dovrete ora attivare ben tre generatori, dirigetevi dunque verso il generatore dritto davanti a voi. Correndo avanti, potrete trovare una registrazione a terra. Dovrete ora salire verso la cima dell’edificio, hackerando poi l’ascensore a lato, e salire lungo i container fino al tetto.
Giunti in cima, hackerate la videocamera aldilà del portale. Hackerate anche la seconda, raggiungendo i fusibili che mantengono il portale bloccato. Hackerando il pannello, esso esploderà, creando un foro nella staccionata. Camminate aldilà di esso per raggiungere il seguente edificio. Superate la porta, attivando il primo generatore.
Utilizzate ora l’ascensore per tornare a terra. Procedete dunque verso il secondo, usando i container, localizzandone uno che potete controllare. Saltateci dentro e lasciatevi trasportare verso il basso. Hackeratelo due volte, per tornare su. Procedete avanti, saltate sul container sulla sinistra, poi salite progressivamente fino al tetto.
Giunti al portale bloccato, hackerate la videocamera sul lato opposto della staccionata. Hackerate la scatola, poi il portale. Muovetevi lungo la staccionata, arrivando all’ascensore. Lasciatelo scendere, ottenendo l’accesso al generatore. Attivatelo, salite lungo i container, scendete sul lato opposto, recuperando la registrazione.
Continuate verso l’ultimo generatore. Aprite dunque la staccionata, hackerate la videocamera. Abbassate il container, poi hackerate la videocamera subito dietro ad esso. Poi una terza, dunque fate risalire il container. Hackerate i fusibili per aprire il portale. Saltate sul successivo tetto. Localizzate la porta, bloccata da un container giallo. Saliteci sopra usando il muletto sulla sinistra. Arrivati al tetto, muovetevi verso l’area “chiusa”, attivando l’ultimo generatore.
Tornate alla zona ove si trovava il secondo generatore. Localizzate il container denominato “Blume”. Entrateci, e comincerà a muoversi. Aprite la seguente porta, giungendo ad una specie di laboratorio sotterraneo. Muovetevi verso il computer al centro, attivandolo. Parlate con Clara, prelevando poi il contenuto della stanza. Salite le scale, attivate la corrente per completare la missione.

Jury-Rigged

Per attivare la missione, dovrete anzitutto liberare il centro comunicazioni all’interno di The Wards.
Avendola cominciata, procedete verso il cortile contenente tre casermoni di appartamenti. Procedete anzitutto verso l’area anteriore del cortile, ove noterete alcune barriere posizionate dai poliziotti. Muovetevi verso sinistra, superando la staccionata, poi una seconda. Nascondetevi dietro il muretto di cemento. Attendete che un solo uomo rimanga in zona, poi lanciate un’esca per distrarlo. Quando se ne andrà, procedete dietro le sue spalle e colpitelo velocemente. Hackerate dunque la vicina scatola di fusibili. Voltatevi subito, tornando da dove siete giunti, fino a raggiungere la strada.
Muovetevi dunque completamente verso il lato destro dell’edificio, localizzando il muletto. Saltateci sopra, superate la staccionata. Procedete avanti fino a raggiungere un angolo, con il cortile dritto di fronte a voi. Uccidete la guardia, poi continuate verso sinistra, arrivando alla seconda cassa, nascondendovi dietro ai tubi e alle barriere di cemento. Hackerate in tranquillità la scatola. Tornate da dove siete giunti, fino all’edificio più lontano del gruppetto di edifici. Camminate sotto all’impalcatura, usando anche qui i muretti come copertura per non essere colpiti dai cecchini.
Hackerate ora la terza scatola, completando l’obiettivo. Tornate al muletto, superando la staccionata. Rimarrà ora una sola scatola da “aprire”, nei pressi dell’edificio interno al parcheggio – non dovrebbe essere presente alcuna persona nei dintorni.
Dovrete ora andarvene, raggiungendo Clara all’interno del Bunker.

Grandma’s Bulldog

Parlate con Clara, poi andate a usare il pc, inserendovi nella camera di sicurezza. Hackeratela, poi introducetevi nella scatola CtOS. Risolto il puzzle, raggiungerete un diverso piano. Ascoltate l’audio, chiamate l’ascensore. Hackerate la videocamera, poi fate salire l’ascensore. Hackerate la videocamera sul lato opposto del corridoio, poi nell’area alla sua fine. Attivate il box ctOS, risolvendo l’ennesimo puzzle. Hackerate la videocamera sul lato opposto rispetto al videogioco, poi il computer, leggendo le e-mail.
Passate dunque al piano successivo, ove sarà presente la seguente videocamera. Localizzate la registrazione accanto alla coppietta. Hackerate il vicino computer, esaminando l’e-mail e hackerando la successiva videocamera. Hackerate anche la videocamera nel corridoio, poi procedete lungo il corridoio, esaminando la scatola ctOS.
Hackerate il log audio nei pressi della videocamera di cui avete ora preso il controllo. Procedete nella stanza dietro alla donna in bikini. Hackerate la videocamera sul lato opposto, poi muovetevi avanti lungo il corridoio. Hackerate l’uomo nei pressi della vicina videocamera.
Procedete verso la stanza sul retro. Saltate sulla videocamera, poi lasciatevi trasportare verso la stanza sul retro. Aprite gli scuri per ottenere accesso all’area seguente. Hackerate il computer, poi l’area nei pressi del seguente corridoio, osservando la scena di intermezzo.

Not a Job for Tyrone

Cominciate la missione, attivate il ctOS nei pressi della casa di Bedbug. Guardate mentre Bedbug parla con la sua nonna. Cominciate ad inseguirlo non appena procederà verso l’esterno, cercando di rimanere abbastanza vicino.
Saltate nella macchina alla fine della strada. Seguite la macchina di Bedbug, evitando di avvicinarvi troppo. Voltate l’angolo, poi deviate verso sinistra e distruggete la strada subito avanti, cercando di tenere sempre d’occhio la macchina.
Quando Bedbug scenderà, dovrete scendere anche voi. Superate la staccionata bianca, procedendo verso il cortile. Nascondetevi dietro i pallet di legno, attendendo che la guardia smetta di guardarvi. Superate i tavoli, nascondendovi dietro al frigo. Bedbug si fermerà per parlare con voi. Muovetevi aldilà dell’edificio di cemento, ascoltate la conversazione, uccidendo poi le guardie nei dintorni.
Tornate indietro lungo la strada, seguendo Bedbug lungo il giardino. Giunti nei pressi del cavallo, distraete la guardia usando il telefono. Nascondetevi tra il carrello del cavallo e la staccionata. Dopo che Bedbug avrà smesso di parlare con il vicino, usate la videocamera sul lato opposto della strada per tenerlo d’occhio.
Procedete dunque verso la seguente videocamera, localizzando Bedbug mentre parla con Rabbit. Fate esplodere il tubo dietro a Bedbug. Deviate ora la videocamera verso Rabbit. Hackerate il suo telefono, chiamatelo. Usate le videocamere per dirigere Rabbit verso l’esterno, ma senza che sia visto – se lo sarà, verrà colpito. Hackerate il suo telefono, ascoltando la conversazione. Correte verso l’esterno per completare il livello.

Uninvited

Andate ad incontrare Jordi nei pressi del camion dei gelati. Collocate una bomba sul camion, usando il telefono per farla esplodere. Procedete verso l’edificio di mattoni.
Ascoltate l’audio, poi dirigetevi verso l’interno dell’edificio e collocate le bombe.
Quando il timer si azzererà, gli spacciatori entreranno. Fate esplodere le bombe, poi collocatevi al secondo piano per uccidere i nemici sottostanti. Hackerate dunque il telefono, dicendo a Bedbug che i suoi amici sono morti. Dovrete ora cercare di inseguire il Vicerè, usando una macchina rubata. Avendolo raggiunto, sparate a ripetizione per ucciderlo.
Tornate in città, dirigendovi verso Bedbug, seguendolo mentre procede verso le statue. Chiamate Bedbug non appena sarete pronti. Hackerate il vicino terminale, ascoltando la confessione.

Breadcrumbs

Procedete verso la parte nord di Loop, lungo il fiume. Ascoltate il ragazzo che “urla”, dunque seguitelo.
Localizzate la motocicletta lungo il percorso, saltandoci sopra e seguendo la barca lungo il fiume. Saltate in acqua nei pressi dell’edificio accanto alla barca. Salite lungo la scaletta a sinistra. Muovetevi a lato dell’edificio. Giunti al retro, potrete aprire la busta e copiare il necessario.

Stare into the Abyss

Parlate con Yolanda, la donna che sta cercando suo nipote. Localizzate dunque la macchina che sta cercando Crispin. Hackerate il ctOS a lato dell’edificio, ottenendo l’accesso alle videocamere di sicurezza. Esaminate gli avversari nei dintorni, cercando di localizzarne almeno uno dotato di una bomba e facendolo esplodere.
Quando Crispin sarà morto, lascerà cadere il suo telefono. Hackeratelo per ottenere informazioni sui suoi piani. Procedete verso il sotterraneo ove Crispin si stava dirigendo, evitando di interagire con i gangster. Scendete le scale, arrivando al vicolo sul retro. Seguite l’uomo che vi starà facendo esaminare la stanza. Parlate con Poppy, dunque recuperate i biglietti e uscite dal club, entrando nella macchina viola.

A Risky Bid

Procedete verso il porto, localizzando l’ufficio con la barca, procedendo in zona per cominciare la missione. Camminate lungo il corridoio, seguendo l’uomo in zona.
Esaminate tutte le stanza per ottenere una registrazione. Ascoltatela, poi continuate fino alla fine del corridoio. Aprite la porta, raggiungendo la stanza delle aste. Continuate a seguire il vostro uomo lungo le stanze. Salite le scale, procedete lungo la passerella.
Quando Iraq se ne andrà dalla stanza di Quinn, esaminate il suo RFID. Ascoltate l’anziano, poi tornate indietro, scendete le scale, recuperate la registrazione, lasciatevi cadere lungo il pavimento, percorrete i tunnel seguenti evitando di eliminare le guardie in zona. Tornate indietro e salite la scaletta, procedendo lungo il muro fino alla barca. Nascondetevi dietro ad essa, superando la porta. Salite le scale, superate la porta avanti. Hackerate la videocamera, procedete aldilà della staccionata. Hackerate la successiva porta.
Liberatevi dunque degli uomini che vi sparano da uno dei lati. Localizzate la scatola nei paraggi, usandola per sbloccare la successiva porta. Proseguite avanti, usando i pallet come copertura. Hackerate le telecamere, uccidete gli uomini. Giunti alla fine del vicolo, un Enforcer giungerà in zona. Gettatevi dietro la più vicina copertura, attendendo che egli si avvicini ad un esplosivo ed esploda. Tornate alla zona da dove giunse l’Enforcer, raggiungendo una specie di arena.
Si aprirà la porta di un garage e svariati avversari ne usciranno. Usate le videocamere nei dintorni per danneggiarli il più possibile. Superate la porta del garage, raggiungendo un ascensore. Saltateci dentro per raggiungere il secondo piano.
Liberatevi dei soggetti nei dintorni. Procedete verso l’alto, superando la porta aperta. Scendete la passerella, raggiungendo il magazzino principale. Correte avanti, saltando verso il piano terra. Aprite il magazzino, poi correte avanti e saltate in una delle macchine in zona, viaggiando verso la libertà.

Role Model

Consigliamo di sbloccare l’abilità di hackeraggio dei tubi per il vapore prima di intraprendere questa missione.
Procedete anzitutto verso l’area più a nord di Mad Mile. Localizzate un edificio a forma di barca. Salite in cima ad esso, liberandovi di tutte le guardie in basso. Attendete l’arrivo dei rinforzi, aspettando che siano sopra al tubo che emette vapore.
Avendo ucciso tutti gli uomini in zona, muovetevi verso il terzo piano, hackerate la scatola, procedete verso l’interno dell’edificio. Percorrete il corridoio, raggiungendo la stanza che ospita Jackson. Prendetelo e portatelo via.

Planting a Bug

Procedete verso il bar dell’unicorno dragone. Camminate verso la sua area posteriore, gettando qualcosa nel cestino per cominciare la missione. Andate ad incontrare Bedbug, procedendo verso l’area ove siete entrati durante la missione “Jury-Rigged”.
Muovetevi verso il retro, distruggendo tutti i soggetti nel parcheggio. Giunti alla stretta stanza con i bancomat rotti, vi troverete di fronte a Bedbug. Guidate Bedbug verso la stanza segreta di Iraq. Quando la prima guardia sarà scesa dal corridoio, dite a Bedbug di procedere aldilà della porta, arrivando alla fine del corridoio. Agganciate le videocamere al laptop, dunque continuate verso la seguente stanza. Dite a Bedbug di posizionarsi dietro al muro visibile nella nuova stanza.
Quando la guardia comincerà a procedere verso l’enorme foro sul muro, dite a Bedbug di procedere aldilà di essa, nascondendosi dietro al tavolo. Continuate verso la seguente stanza, usando il cellulare per distrarre la guardia stessa. Muovetevi aldilà del tavolo, percorrete i seguenti corridoi, facendo in modo che Bedbug vi segua. Attendete che la guardia se ne vada, dunque dite a Bedbug di nascondersi dietro al muro. Distraete la guardia usando l’ennesimo telefono, dunque dite a Bedbug di proiettarsi aldilà della guardia, sicché raggiunga l’ultima porta. Hackerate la camera in maniera tale che si “agganci” a Bedbug. Hackerate anche la porta seguente, sicché Bedbug possa procedere ancora.
Procedete verso la videocamera nella seguente stanza, “entrando” nel ctOS. Dopo aver brevemente risolto i puzzle, hackerate la porta per lasciar passare Bedbug. Correte dunque verso l’esterno per evitare ogni genere di contatto con il resto dei soggetti.

Way off the Grid

Procedete verso il Bunker. Dopo la conversazione, dovrete tornare a Wards per localizzare Ray Kenney. Giunti in zona, liberatevi dei nemici, per poi andare a localizzare il computer nell’edificio abbandonato e servirvene.
Difendete ora l’area di gioco, mentre le informazioni vengono recuperate. Localizzate il vicino lanciagranate, usandolo per distruggere i nemici in zona. Avendo ucciso tutti, andate a prelevare il disco fisso dal vicino computer.
Dopo la scena di intermezzo, saltate in macchina e cominciate ad inseguire l’avversario. Non appena raggiungerete l’autostrada, consigliamo di aumentare la velocità fino al massimo possibile.
Quando il camion avrà raggiunto il tubo che emette fumo, prestate attenzione all’incrocio: c’è il rischio di essere colpiti da un avversario in arrivo da una delle altre direzioni, usate il vostro avversario come “schermo” per evitare danni. Quando il camion sarà stato distrutto, il capitolo potrà essere considerato completato.

CAPITOLO 3

Di seguito, le missioni facenti parte del terzo capitolo.

Hope is a Sad Thing

Distrutta la torre di controllo, dovrete procedere muovendovi verso il lato opposto del lago, localizzando una cittadina. Hackerate dunque il computer nei pressi della casa sul lato opposto della strada.
Recuperate la password dal gazebo subito sotto al porto. Tornate al computer da voi hackerato, hackerandolo di nuovo, sfruttando la vostra password.
Sarà ora per voi possibile hackerare la torre ctOS. Localizzate anzitutto l’antenna al centro dell’area di gioco, interagendo più volte con essa – usate anzitutto le videocamere sul piatto dell’antenna per localizzare la scatola, sbloccando la porta anteriore. Entrate nell’edificio, scendete le scale fino a raggiungere il tunnel sotterraneo.
Hackerate dunque la videocamera dietro la porta, per poi hackerare anche la scatola seguente. Sbloccherete una porta, ma sfortunatamente non quella direttamente di fronte a voi. Tornate dunque verso l’esterno, muovendovi verso il piatto sul lato opposto dell’area di gioco. Salite le scale, attivate l’antenna sicché la piattaforma mobile vi conduca aldilà dell’area “chiusa” dalla staccionata. Sbloccata la porta in cima all’edificio, scendete la seconda rampa di scale, poi salite la seguente scaletta, fino a raggiungere un piatto satellitare. Attivate l’antenna, causando la “connessione” del seguente ponte. Attivate l’ascensore al suolo, saltandoci dentro.
Lasciatevi portare giù, raggiungendo il secondo tunnel sotterraneo. Fate esplodere la cassetta in grado di causare l’esplosione. Muovetevi aldilà del portale, recuperando la cassetta per sbloccare la porta a destra dell’uscita del tunnel.
Entrate nel primo tunnel sotterraneo della serie. Aperta la porta i zona, muovetevi avanti ottenendo l’accesso alla torre ctOS. Ascoltate la registrazione, poi tornate alla cittadina. Localizzate ora il bar aldilà della strada, entrate e parlate con Ray Kenney. Dovrete ora completare un mini-gioco basato sul…bere. Posizionate il cursore sulle icone in zona, premendole nella sequenza mostrata sullo schermo. Dopo una breve scena di intermezzo, vi risveglierete a casa di Ray.
Seguite T-Bone Grady verso la successiva area di gioco. Egli vi mostrerà le sue trappole, e vi chiederà di riportare indietro la sua camionetta. Recuperate il fucile da cecchino, tornando in città. Raggiunto l’accampamento, attendete nei pressi del portale di legno. Dopo la breve conversazione, dovrete tornare da Ray.
Sfruttate la trappola a sua disposizione per danneggiare gli avversari che tenteranno di raggiungervi. Tornati all’area di residenza di Ray, dovrete eliminare tutti gli avversari in zona.

A Pit of Paranoia

Fatevi strada verso una delle aree più a nord della mappa, arrivando ad un accampamento. Cominciate dunque ad inseguire l’elicottero che giungerà in scena. Quando raggiungerete il parcheggio, hackerate l’elicottero per ottenere accesso alla videocamera al suo interno. Dovrete ora localizzare due dei capi della sicurezza di Blume, che verranno chiaramente segnalati sulla vostra mappa (la loro esatta posizione cambierà ogni volta che ricomincerete a giocare, dunque non possiamo fornire informazioni più precise). Avendoli terminati entrambi, dovrete hackerare il telefono del capo per ottenere l’ID di Blume. Sarà poi necessario correre via per evitare ulteriore contatto con i nemici.

Unstoppable Force

Procedete anzitutto verso l’area pegni in quel di Pawnee. Dovrete dunque cominciare la missione: localizzate il convoglio che procede lungo la strada, saltate in macchina e procedete avanti fino ad incrociare il percorso principale. Giungerete infine nei pressi di un tubo che “emette” del vapore: attendete in zona, fino a quando il convoglio si sarà collocato in cima al tubo. Fatelo esplodere. Procedete dunque nella direzione opposta per completare la missione.

The Future is in Blume

Dal quartier generale di Blume, procedete verso l’area iniziale della missione, poco più avanti. Muovetevi poi avanti di nuovo, fino a raggiungere il parcheggio dell’edificio.
Saltate fuori dalla macchina. Procedete verso sinistra partendo dal portale principale. Hackerate la videocamera in zona, poi attendete che la guardia se ne vada. Hackerate la scatola di controllo, sbloccando così la porta aldilà dell’angolo sinistro, subito dopo il portale principale.
Proseguite avanti e gettatevi dietro la più vicina copertura. Superate il cancello anteriore, poi deviate verso il centro, e localizzate la console. Lanciate un’esca, poi spostatevi e fate esplodere l’esca. Non dovrebbero ora esserci ostacoli tra voi e la console.
Dovrete dunque andare ad esaminare la scatola ctOS all’interno del seguente edificio. Usate il vostro telefono per esaminarla in dettaglio. Vi verrà indicato come, prima di poterla utilizzare, sia necessario hackerare altre due scatole. Guardate dunque verso l’area esterna della stanza, hackerate poi la videocamera. Localizzate l’ufficio al secondo piano, attorniato da un gruppo di guardie, e procedete verso l’alto fino a raggiungerlo.
Procedete dunque verso la videocamera subito sopra l’ufficio, localizzando la registrazione audio. Usate il telefono per attirare una guardia. Saltate dunque verso la videocamera mentre la guardia entra nella stanza. Localizzate la cassa all’angolo, hackeratela. La successiva si trova dunque sul lato opposto del complesso di gioco. Hackerate una delle camere di sicurezza nei pressi della parte alta del vicolo, subito a sinistra rispetto al cancello principale.
Utilizzate gli scuri per attirare la guardia verso la videocamera “esterna”. Saltateci sopra. Quando comincerete a muovervi assieme a lui, utilizzate il telefono a terra per attirarlo verso la porta del portale. Non appena noterete la scatola di controllo, hackeratela in velocità. Tornate dunque all’area precedente, ove avete hackerato la scatola usando il telefono. Dovrete ora risolvere due semplici puzzle di hackeraggio, come al solito. Fatto ciò, dovrete hackerare il server di fronte a voi, per inserire uno Spyware.
Attendete l’arrivo della guardia, dunque hackerate la sua videocamera. Attendete che cammini lungo il corridoio, per poi hackerare la videocamera nei pressi della sala delle conferenze. Dovrete ora uscire dall’area di residenza di Blume, uscendo dalla stessa zona da dove siete inizialmente giunti. Continuate a procedere verso sinistra, localizzando una moto da cross. Saltateci sopra.

For the Portfolio

Saliti sulla moto da cross, proiettatevi lungo il sentiero di fronte a voi. Superati i vari salti seguenti, fatevi strada verso il ranch di T-Bone. Uccidete tutti coloro che si trovano nel complesso, incontrando T-Bone. Attivate le trappole nei dintorni. Uccisi tutti i membri della milizia, seguite T-Bone, che vi farà superare due bombe da lui posizionate in zona.
Al contempo, dovrete causare una risalita delle vicine barriere di protezione, dunque mantenere la vostra attuale posizione, colpendo al contempo le vicine trappole.
Distrutta una prima ondata di nemici, seguite T-Bone fino alla seconda bomba. Giungerà in zona una seconda ondata di avversari. Usate le trappole per ucciderli. Seguite T-Bone aldilà della porta, arrivando al giardino sul retro. Attivate il protettore e gettatevi dietro uno dei muretti per ottenere copertura dai nemici incombenti. Usate il fucile da cecchino per terminare i soggetti nei paraggi.
Ucciso l’ultimo dei membri della milizia, partirà una scena di intermezzo avente T-Bone come protagonista. Seguitelo lungo il successivo tunnel, uscendo per arrivare ad una barca. Saltateci su, facendovi trasportare fino a Chicago. Tornerete così al Bunker. Parlate con Clare, completando la missione.

By Any Means Necessary

Prima di cominciare la missione, consigliamo di comprare l’abilità “Take Down” a disposizione dell’Enforcer.
Procedete dunque verso il complesso di appartamenti “Rossi-Fremont”. Muovetevi lateralmente lungo tale complesso, superando le sacche di sabbia e raggiungendo il muletto. Saltateci sopra, facendovi dunque trasportare verso l’edificio a lato. Giunti alla porta anteriore, parlate con Clara, che vi aprirà le porte. Superate due gruppi di porte, gettandovi dunque verso la più vicina copertura. Attenzione ai due uomini che usciranno dall’ascensore, fateli esplodere sfruttando la cassetta sul muro.
Continuate verso l’interno dell’ascensore, facendovi trasportare su. Saltate dietro la più vicina copertura, recuperando anche la registrazione sullo stesso piano. Salite dunque la rampa fatta di detriti, continuando lungo il corridoio. Salite di un altro piano, liberandovi degli uomini nei dintorni. Superate il portale, continuando aldilà dell’unica porta disponibile. Recuperate la registrazione, sbloccate la seguente porta hackerando la scatola ctOS. Sempre avanti, liberandovi del soldato Elite in zona, usando le videocamere per cercare di farlo esplodere.
Salite dunque la scaletta che conduce al piano seguente. Gettatevi dietro il muro accanto a voi. Uccidete gli uomini dietro il tavolo. Tuffatevi verso il corridoio, tornate alla stanza precedente. Usate la videocamera all’esterno del corridoio per localizzare il successivo gruppo di avversari in arrivo. Avendo eliminato anche questi, procedete verso l’esterno, usando la Shotgun per terminare i soggetti nei paraggi.
Proseguite verso la seguente stanza, recuperate la registrazione e salite le due scalette. Sfruttate ora le videocamere per interrompere le comunicazioni e attivare gli esplosivi, liberando la stanza dalla presenza di avversari. Proseguite lungo il corridoio, colpendo l’uomo che si avvicinerà a voi. Sbloccate le porte di fronte a voi, procedendo poi verso la stanza server di Iraq. Hackerate il server. Ottenute le informazioni, dovrete procedere verso l’esterno. Tornate dunque da dove siete giunti, raggiungendo Iraq. Dopo la scena di intermezzo, procedete verso l’esterno, arrivando al pavimento “esposto”. Dovrete ora vedervela con un boss. Uccidete i tre uomini in zona, liberandovi anche dell’Enforcer nei paraggi.
Dopo breve tempo, ve la dovrete vedere direttamente con Iraq. Quando ciò succederà, smettete di interagire con l’Enforcer, passando direttamente ad Iraq – è un soggetto molto più debole, e il combattimento risulterà più facile.
Avendolo eliminato, andatevene dall’appartamento, venendo proiettati di nuovo all’esterno per completare il capitolo 3.

CAPITOLO 4

Di seguito, le missioni facenti parte del quarto capitolo.

Someone’s Knocking

Tornate anzitutto verso il bunker. Osservate la scena di intermezzo. Hackerate i due puzzle, dunque dirigete la linea blu verso l’esterno per terminarli entrambi.

In Plain Sight

Dirigetevi verso la Mad Mile per incontrare Damien. Osservate dunque il comportamento dei civili nei dintorni. Sfruttate i jammer e/o un blackout per evitare che essi vadano a chiamare la polizia. Saltate in macchina, localizzando la camionetta adibita alla trasmissione e cominciate ad inseguirla.
Distrutta la camionetta, eliminate anche il guidatore. Presta inoltre attenzione ai cerchi di colore giallo che appariranno in zona, essi segnalano l’arrivo della polizia.

The Rat’s Lair

Dirigetevi verso l’area di inizio, attivando dunque il profiler del vostro telefono. Localizzate il punto di accesso, notando la presenza di una scatola ctOS che potrete hackerare usando l’uscita del tunnel. Avendola hackerata, risolvete anche il resto del puzzle per ottenere accesso alla videocamera di Defalt.
Localizzate dunque T-Bone all’interno della seguente stanza. Dopo che sarà fuggito, voi dovrete aiutarlo ad evitare gli attacchi dei Fixer. Salite dunque le scale, uscendo dal tunnel, e hackerando la videocamera in zona. Usate anche le altre videocamere per far esplodere i nemici nei dintorni.
Usciti da questa zona di gioco, anche T-Bone se ne andrà. Defalt manderà dunque verso di voi una grande quantità di Fixer. Correte nella direzione opposta rispetto a loro, uccidendo il resto dei Fixer.

The Defalt Condition

Procedete verso il teatro “Ambrose” per cominciare la missione. Muovetevi verso destra, localizzando la scatola ctOS. Hackeratela, dunque saltate verso la videocamera. Hackerate la seguente scatola, causando l’apertura della porta. Osservate le schermate, poi muovetevi aldilà della porta che conduce al club.
Hackerate i telefoni nei dintorni, usando il vostro per ottenere un profilo dei soggetti nei paraggi. Vi verrà dunque chiesto di hackerare il server di Defalt.
Hackerate tutte le videocamere fino a raggiungere il secondo piano. Localizzate il server subito sopra le porte da cui siete giunti. Dovrete dunque completare due puzzle consecutivi. Hackerate dunque la videocamera subito sopra il laptop. Dopo che Defalt vi avrà notati, salite lungo le scale, poi superate la passerella, e salite l’ennesima rampa fino a raggiungere il tetto. Eliminate tutti i presenti usando la vostra pistola speciale.
Correte lungo il resto del tetto, scendendo verso il suolo. Saltate nella vicina macchina per inseguire Defalt. Dovrete avvicinarvi in maniera tale da scaricare le informazioni a sua disposizione usando un dispositivo senza fili.
Giungerà dunque il momento di terminarlo, dopo che avrete completato il download. Consigliamo di rimanere molto vicini all’avversario, fino a quando procederà sopra alcuni tubi che emettono una notevole quantità di vapore. Quando lo avrete ucciso, il livello sarà completato!

Little Sister

Per cominciare la missione dovrete procedere verso la sezione sud di Brandon Docks. Correte anzitutto verso il magazzino. Hackerate la console della camionetta, poi procedete verso il laptop. Fate esplodere l’arco, eliminando la guardia. Hackerate il telefono, chiamando Nicky.
Proiettatevi avanti, avvicinandovi alla videocamera sul muro. Attivate il muletto per distrarre la prima guardia. Dite a Nicky di procedere lungo il ponte. Attendete che la guardia accanto al container arancione volga lo sguardo in un’altra direzione, poi tuffatevi al suo interno.
Attendete ora che la stessa guardia si volti verso la via da dove siete giunti, per poi nascondervi dietro ai pallet di legno. Aprite la porta del garage. Muovetevi dietro ai tubi al suolo, poi dietro al container blu.
Nascondetevi dietro ai pallet di legno. Attendete che l’avversario vada a raggiungere la macchina rossa. Dovrete dunque proiettarvi verso l’esterno, entrare nella camionetta di consegna, e procedere avanti. Arrivati al salto, superate la strada, dunque usate le trappole a vostra disposizione per uscire.

Ghosts of the Past

Procedete verso il checkpoint di “inizio” della missione. Cominciate a guidare avanti, poi sinistra, destra, raggiungendo un secondo rettilineo. Muovetevi fino alla sua fine, poi deviate verso sinistra. Superate le rotaie, poi dritti fino al negozio di alimentari. Destra, poi avanti dritti. Sinistra, poi destra, dunque dritti fino al sentiero di fango (sulla sinistra).
Procedete velocemente lungo il sentiero. Sinistra alla prima strada asfaltata, poi sempre dritti per uscire dal “cerchio” di ricerca della polizia. Continuate verso Pawnee per arrivare al checkpoint. Lasciate in zona Nicky e Jackson, ascoltando la chiamata di T-Bone.

No Turning Back

La missione inizia all’Hotel Merlaut. Localizzate l’edificio di fronte ad esso, entrate nella camionetta. Interagite con il ctOS. Saltate verso la videocamera in alto, poi sulle due successive. Hackerate un secondo ctOS. Otterrete l’accesso ad una videocamera all’interno dell’hotel.
Ascoltate il discorso del sindaco, soprattutto quando parla con Lucky. Hackerate la videocamera sul muro, muovetevi avanti per localizzarne una successiva, nei pressi dell’area delle riunioni. Hackeratela, raggiungendo l’area di intrusione.
Risolto il puzzle, saltate verso la videocamera nei pressi dell’uomo di fronte alla console. Quando uscirà verso l’hotel, saltate verso la successiva videocamera. Dovrete qui causare l’esplosione dei trasformatori e hackerare i vicini esplosivi. Procedete verso l’interno delle porte anteriori. Nascondetevi dietro alle piante. Destra, dietro al tavolo anteriore. Muovetevi verso la stanza di sicurezza, chiamando l’ascensore. Colpite ripetutamente la guardia. Saltate nell’ascensore, procedendo verso l’alto.
Giunti in cima, verrete circondati. Attendete che Focus si attivi, colpendo gli avversari che vi trattengono. Sparate verso la guardia sul lato opposto del muro. Aprite la porta che la guardia stava sorvegliando. Hackerate la videocamera in alto. Fate esplodere i trasformatori, poi hackerate la videocamera nei pressi del cecchino a destra.
Giunti alle scale sulla destra, potrete localizzare una porta, parzialmente aperta. Correte al suo interno, lasciando dietro di voi il gruppetto di nemici. Sempre avanti, fino all’ufficio di Quinn. Hackerate dunque i controlli subito dietro al tavolo. Si aprirà un pannello, lateralmente. Tirate fuori il telefono, hackerate il Pacemaker.
Dopo la scena di intermezzo, hackerate di nuovo il Pacemaker. Scaricate il video dal computer subito dietro a Quinn. Correte verso l’esterno, superando la porta con il segnale “Uscita”. Proiettatevi aldilà del tetto, evitando però di prendere l’ascensore. Usate il Blackout, localizzando la macchina in zona. Saltateci su, procedendo verso sud. Giunti al bordo del corso d’acqua, saltate nella barca. Muovetevi verso il lago.
Dopo la scena di intermezzo, procedete verso il cimitero di St. Joseph, in quel di Parker Square. Potrete localizzare Clara stesa su alcuni fiori, nei pressi della tomba di Lena. Quando si attiverà la modalità Focus, cercate di colpire alla testa i soggetti nei dintorni, ripetutamente. Liberatevi dei soggetti nei dintorni, dunque avvicinatevi a Clara.

CAPITOLO 5 – Sometimes you still lose

Dirigetevi verso il Bunker per cominciare la missione. Dopo aver caricato il video, saltate in macchina e procedete verso il Loop. Muovetevi verso l’icona della missione, visibile sulla mappa.
Dopo la chiamata, continuate a muovervi verso il checkpoint, fino a raggiungere il “punto debole” – una scatola ctOS all’interno di un enorme edificio, lungo la parte nord del fiume. Hackerate il possibile per raggiungere il fiume.
Parlate con T-Bone, vi chiederà di caricare un virus: dovrete dunque raggiungere tre diverse zone lungo la città, caricando il virus in loro corrispondenza. Localizzate i punti della vostra mappa indicati dalla parola “Hack”. Focalizzatevi sul più vicino, procedendo in sua direzione: sud. Entrate nell’edificio ctOS per recuperare la cassa, e caricate il virus. Durante il caricamento, consigliamo di collocarvi nei pressi di un vicino muretto e distruggere l’elicottero in arrivo.
Spostatevi dunque verso la seconda scatola, a nord, all’esterno dell’edificio a destra, sulla piccola isola nei pressi di Mad Mile. Completato l’hackeraggio, saltate su una delle macchine di fronte per poi spostarvi dietro la più vicina copertura, attendendo che il virus raggiunga il 100% di upload. Proiettatevi verso l’ultima scatola, nei pressi del porto della marina. Completato questo hackeraggio, dovrete correre avanti e nascondervi nell’area più vicina. Consigliamo di usare il Blackout per andarvene il più velocemente possibile dalla polizia.
Tornate ora verso il “punto debole” a nord. Hackerate la “scatola”, dunque saltate verso la videocamera di fronte a voi. Hackerate la successiva scatola di fronte a voi, andando infine a risolvere l’ultimo semplice puzzle. Potrete ora spegnere il ctOS. Correte fuori, scendendo verso il corso d’acqua. Saltate nel barcone, facendovi strada verso il lago. Continuate fino al faro sulla distanza.
Tornati fuori, uscite dalla vostra barca e procedete verso la terraferma. Localizzate l’ascensore che vi permette di procedere all’esterno, facendovi trasportare. Saltate poi giù, entrando nel faro. Salite fino alla sua cima, salendo le varie scalette. Giunti in cima, vi troverete di fronte a Damien. Osservate la scena di intermezzo. Hackerate il vicino faro, dunque sparate a Damien prima che vi possa raggiungere. Dovrete dunque effettuare un’ultima scelta (non influirà sul finale, dunque scegliete ciò che volete!) e poi potrete godervi il finale!

RobyIsAwesome90

Note su - Le mie passioni più grandi sono le scienze, i giochi d'intuito e il wrestling. Mi piace recensire i giochi sia belli sia brutti ma soprattutto quelli belli perchè mi diverto di più. Sono graditi i commenti e se volete chiedermi di recensire qualche gioco fatelo pure perchè sarò ben lieto di farlo.

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.